Snow Leopard: 10 funzioni “nascoste”

13 giugno 2011 ore 17:28 | di | 3 commenti

Se non potete o volete passare a Mac OS X Lion, che sarà rilasciato nel corso del mese di luglio, 12 funzioni “nascoste” di Snow Leopard vi permetteranno di sfruttare al meglio l’attuale sistema operativo.

1. iCal: ora è più facile modificare un evento

Oltre al supporto per Exchange 2007, iCal di Snow Leopard migliora alcune funzioni. Quando Apple ha rilasciato Leopard, i Mac user hanno sollevato numerose critiche perché per modificare un evento di iCal bisogna passare per due fasi: fare doppio click sull’evento per visualizzare la relativa finestra Informazioni e poi ancora un click sul pulsante Modifica per apportare le variazioni del caso (in verità, selezionato l’evento, è sufficiente premere -E).

Apple ha ascoltato le critiche dei suoi utenti ed ha introdotto in Snow Leopard una funzione che permette di aprire la finestra di modifica facendo doppio click su un evento.

Snow Leopard iCal 01

Per attivare questa opzione, da iCal bisogna selezionare Preferenze/Avanzate e mettere il segno di spunta a “Apri gli eventi in finestre separate”.

Se non si desidera visualizzare il pannello di modifica ogni volta che si fa doppio click su un evento, evidenziato con un click l’evento, si può selezionare Composizione/Mostra Informazioni e apparirà la finestra fluttuante.

Inoltre, iCal di Snow Leopard include un nuovo modo di impostare un account iCal Server. In preferenze di iCal, selezionare la scheda Account e fare click sul segno più (+) nella parte inferiore della finestra. Una nuova finestra di dialogo Aggiungi un account passo-passo fornirà tutte le indicazioni per creare un account CalDAV, Exchange 2007, Google o Yahoo.

 

 

 

2. Più informazioni dall’icona AirPort nella barra dei menu

AirPort Snow Leopard

Con un click sull’icona di AirPort nella barra dei menu del Finder di Snow Leopard, viene mostrata l’intensità del segnale di tutti i network disponibili e non solo di quello selezionato.

Ma, tenendo premuto il tasto Opzione e poi cliccando sull’icona AirPort si possono ottenere molte altre informazioni. Oltre all’indirizzo hardware (MAC) della stazione wireless, quale canale è in uso, la potenza del segnale (RSSI), e l’indicazione della velocità di trasmissione dati (tutti disponibili a partire da OS 10.5), si può anche vedere a il tipo di rete a cui si è collegati (802.11g, per esempio), la sicurezza (WPA2 Personal, ecc), e l’indice MCS correlato allo standard 802.11n.
Per quanto riguarda la potenza del segnale, generalmente il numero visualizzato è negativo. Una connessione perfetta mostra 0 (zero) come valore, quindi più è alto il numero negativo e meno buono è il segnale.

Ma non è finita qui: proprio come in Leopard, Opzione-click sull’icona di AirPort, quindi rilasciare il tasto opzione, premerlo nuovamente e muovere il cursore del mouse su uno degli altri network presenti (Vodafone nello screenshot d’esempio). Dopo qualche secondo apparirà un menu con l’indicazione della potenza del segnale e se la connessione wireless è criptata.

3. Rubrica Indirizzi: Aggiungi URL da Safari

E’ possibile copiare e incollare gli URL nella Rubrica Indirizzi, ma in Mac OS X 10.6 Snow Leopard è stata aggiunta un’utile opzione. Con la pagina Web aperta in Safari, è possibile selezionare la scheda del contatto di Rubrica Indirizzi e scegliere Scheda/Aggiungi URL da Safari. Automaticamente verrà incollato l’indirizzo della pagina di Safari in primo piano in un nuovo campo URL.

Rubrica Indirizzi Snow Leopard

4. Facile accesso alle scorciatoie da tastiera

Le versioni precedenti di Mac OS X consentono di creare scorciatoie per la tastiera (shortcut), ma la loro gestione è sempre stata un po’ confusa. In Snow Leopard (€29), il pannello della Tastiera in Preferenze di Sistema offre un più facile accesso alle abbreviazioni da tastiera. Categorie di shortcut, Dashboard e Dock, Istantanee, Accesso Universale e così via, vengono visualizzate sulla sinistra e selezionandone una, le relative scorciatoie vengono visualizzate sulla destra.

Snowleopard shortcut

Questo nuovo sistema è molto più facile da consultare rispetto a Leopard che mostra una lunghissima lista. Un altro miglioramento è la possibilità di personalizzare le scorciatoie da tastiera per singoli servizi, come pure disabilitare temporaneamente singoli shortcut e servizi.

5. I nuovi sfondi e l’opzione “Casuale” per il salvaschermo

Snow Leopard porta in dote nuovi screensaver e sfondi per la scrivani. Il pannello delle preferenze Scrivania offre un’inedita sezione Arte con sfondi di quadri di celebri pittori e in Natura ci sono non uno, ma ben quattro immagini di un bel leopardo delle nevi. Inoltre, in Salvaschermo troverete una nuova opzione Casuale che permette di selezionare quanti screensavers volete, compresi gli album di iPhoto e gli eventi, per farli alternare in modo casuale tra loro:
6)Un calendario nella barra dei menu del Finder: in Preferenze di Sistema/Data e Ora è possibile spuntare l’opzione “Mostra i giorni della settimana” per visualizzare la data accanto all’ora nella barra dei menu del Finder.

Snowleopard salvaschermo

6. Espulsione disco “intelligente”

Se utilizzate dischi rigidi esterni, penne USB o simili, probabilmente siete incorsi in alcuni “fastidi” con Mac OS X. Infatti, a volte capita di non riuscire ad espellere un volume e il Finder di limita ad avvisare che è in uso, e non può essere espulso, senza però sapere esattamente a che cosa si riferisce.

SnowLeopard Espulsione Volume

Con Snow Leopard la procedura di espulsione di un volume è stato migliorato. Quando si tenta di espellere un disco, il sistema operativo invia in realtà un segnale ai suoi sottosistemi e a quelli degli altri programmi chiedendo di abbandonare la loro presa sul volume, se è possibile. Se fallisce, perché in realtà è una applicazione ad utilizzare l’unità, Snow Leopard mostra un avviso indicando quale software non vuole farvi espellere il volume. Si può quindi chiudere l’applicazione segnalata e espellere il disco.

Se anche chiudendo l’applicazione indicata l’espulsione del disco non riesce, apparirà un ‘altra finestra di dialogo con l’opzione per l’espulsione forzata:

SnowLeopard Espulsionedisco

7. Nuove impostazioni Firewall

Il Firewall di Snow Leopard è stato completamente rinnovato. La scheda Firewall del pannello Sicurezza di Preferenze di Sistema fornisce un semplice pulsante Avvia/Interrompi per la configurazione. Uno volta attivato il Firewall, se si fa click sul pulsante Avanzate si accede ad alcune opzioni che includono: “Impedisci tutte le connessioni in entrata”, “Consenti automaticamente al software attendibile di ricevere le connessioni in entrata (quelli firmati da un autorità di certificazione valida), “Abilita modalità Stealth”, e la possibilità di configurazione singole regole. L’opzione di Leopard per attivare e visualizzare i log dei firewall non c’è più.

Preferenze di Sistema001

8. Condivisione stampante e scanner

Il pannello Condivisione in Snow Leopard, la finestra di Condivisione stampante ha guadagnato la stessa interfaccia di controllo di Condivisione documenti, che permette di scegliere quali utenti e quali stampanti/fax possono essere utilizzati sul network locale.

Preferenze di Sistema002

9. Stop del Mac con attivazione password a tempo

Per ridurre al minimo i rischi quando terze persone possono avere accesso al proprio computer, uno dei consigli è di abilitare l’opzione che richiede la password di amministratore per uscire dalla modalità Stop o dal Salvaschermo. Snow Leopard ora fornisce una certa flessibilità: è infatti possibile specificare quanto tempo dopo aver messo il Mac in Stop o attivato lo screensaver la password deve essere richiesta, subito o dopo un determinato periodo.

Snowleopard sicurezza

Ci sono anche nuove opzioni per il firewall, compresa la possibilità di consentire automaticamente le connessioni a software firmato (quelli firmati da un autorità di certificazione valida).

Snowleopard sicurezza002

10. Fuso orario automatico in base alla propria posizione

Mac OS X è in grado di impostare automaticamente la data e l’orario in base ad un server online, ma i nomadi del Mac che frequentemente si spostano in zone dove cambia il fuso orario, sono costretti a continue correzioni manuali.

 

Fusoorario

 

Snow Leopard è in grado di calcolare automaticamente la posizione del Mac e quindi di aggiornare anche il fuso orario (questa nuova funzione si basa sul framework Core Location). E’ sufficiente selezionare Preferenze di Sistema/Data e Ora/Fuso orario e mettere il segno di spunta all’opzione “Imposta automaticamente il fuso orario usando la posizione attuale”. La mappa diventerà grigia e un segna posto rosso stile Google Maps indicherà la vostra posizione insieme con il fuso orario appropriato a seconda di dove vi trovate:

 

Fuso orario snow leopard

 

Approfondimenti: ,

Argomento: Mac

Commenti (3)

RSS commenti

  1. Fabio ha detto:

    Bellissimo: il SO e di conseguenza l’articolo!

  2. francesco ha detto:

    Sempre interessantissimo!

    Una domanda:
    1. iCal: ora è più facile modificare un evento
    Perché con 10.6.7 per modificare un evento ottengo due finestre lievemente differenti usando ⌘-E oppure doppio click?
    Grazie anche per tutte quelle volte che leggo ma non commento!

    francesco

  3. Stefano Donadio ha detto:

    @ Francesco: sono due comandi diversi. ⌘-E corrisponde a “Modifica evento”, infatti permette di modificare direttamente un evento; con il doppio click, invece, visualizzi solo le informazioni dell’evento, che se vuoi modificare devi premere il pulsante “Modifica”.

Aggiungi un commento