iTunes Match: una soluzione al problema dei brani non abbinati

4 giugno 2012 ore 12:04 | di | 8 commenti

ITunes Match

iTunes Match effettua una scansione dei brani della propria libreria musicale e li confronta con il catalogo Apple, quando trova  la canzone corrispondente, effettua l’abbinamento mettendo a disposizione la copia AAC 256. Tuttavia, per qualche “misterioso” motivo, anche se una canzone è presente su iTunes Store, l’abbinamento non riesce e viene effettuato l’upload su iCloud. Al momento, non si sa molto sull’algoritmo utilizzato da Apple per l’abbinamento, però il bravo e attendo lettore Roberto Ruppolo ha fatto una scoperta interessante:

“Uno dei parametri che vengono considerati per l’abbinamento dei brani è la loro durata (minuti e secondi).

Mi è capitato che un brano acquistato qualche anno fa da iTunes Store non si abbinasse. Dopo aver appurato che si trattava di un brano di una compilation di vari autori non più in vendita, ho trovato il brano nell’album dell’autore, diciamo il brano “originale”. Il mio brano (della compilation) è identico, salvo la durata: 2 secondi in più alla fine, di silenzio.

A nulla sono valsi i tentativi con i tag, quindi ho preso il brano e l’ho accorciato con un programma di editing audio (ho usato Amadeus), portandolo della stessa lunghezza indicata su iTunes Store ed eliminando quindi un paio di secondi di silenzio alla fine. Et voilà, il brano si è abbinato!

Evidentemente esiste una tolleranza sulla durata del brano, se non ci rientra il brano non si abbina”.

Approfondimenti: , ,

Argomento: Varie dalla Rete

Commenti (8)

RSS commenti

  1. granbastardo ha detto:

    grande gatto… sei sempre il migliore…

  2. Zzz ha detto:

    Scusate, molto probabilmente mi sfuggono alcune delle potenzialità del servizio, ma… avete provato recentemente Grooveshark su iOS (salvando il link da Safari)??
    A mio avviso è uno spettacolo!
    Cosa dà di più iTunes Match da giustificare il canone annuo (nemmeno troppo basso, tra l’altro)?

    Abbiate pazienza, ma il fatto di dover pagare per ascoltare la mia musica è un concetto che non riesco a digerire….
    😛

  3. Nello ha detto:

    Aggiungo anche che chi come me condivide con moglie figlio e fratello e un paio di amici la libreria musicale adesso non deve più sincronizzare con la presenza del device vicino al PC/Mac
    ne per aggiungere ne per variare le playlist ed è un grande vantaggio sopratutto per chi non sta fisicamente davanti al Mac su cui risiede la musica.
    Saluti e complimenti a Stefano per il lavoro che svolge.

  4. Max ha detto:

    io sono piuttosto deluso da iTunes Match.
    Posto che ho poco meno di 8000 brani e che ha iniziato a fare l’upload di 890 non abbinati sabato, oggi siamo a mercoledì mattina e l’ho dovuto reiniziare decine di volte e forse adesso mi mancano solo 6 brani (incrocio le dita), resta il fatto che buona parte di quei brani sono presenti su itunes (i Beatles per dirne uno, rippati da CD ufficiali, basta come esempio per dire che non sono pezzi astrusi scaricati da chissà quale sito pirata?)
    ma le cose peggiori sono:
    non carica alcune playlist (sia mie che smart) a causa del fatto che sono presenti secondo loro file non previsti (memo vocali, filmati) cosa assolutamente non vera, ma la peggiore è che guardo sul mio ipad vedo tutte le playlist e gli artisti “matchati” ma mi accorgo che decine e decine (forse centinaia) di brani RISULTANO ABBINATI AD ITUNES MATCH MA SONO DI FATTO NON ASCOLTABILI, sono in grigino e quando li seleziono parte un altro brano che sceglie iTunes tra quelli in neretto (altra fesseria, perché la banda decido io come consumarla, non itunes, se decido di far partire un pezzo, non me ne fai partire un altro ad quazzum…)
    insomma, ho deciso di attivarlo solo su ipad, che non uso quasi mai per ascoltare musica, e non su iphone che invece uso spessissimo in macchina e ho fatto bene, perché in queste condizioni è una grossa delusione.
    Spero che Apple ci metta mano molto presto, per la mia esperienza non è un servizio adeguato ai suoi standard

  5. laumar ha detto:

    Anch’io sono deluso dal servizio; devo inoltre aggiungere che il mancato abbinamento secondo me non deriva dalla durata: ho testato lo stesso brano con due durate diverse (differenza maggiore di 2 secondi) e l’abbinamento è avvenuto in entrambi i casi.

  6. Simone ha detto:

    Io sono invece molto contento del servizio. Ho una libreria con ca 12.000 brani e solo meno del 10% risulta caricato.
    Tuttavia non credo sia un problema di durata perché alcune canzoni con tutti i parametri identici continuano ad essere “caricate” anziché abbinate.

Aggiungi un commento