Prime recensioni iMac: non esiste un PC-Windows 27″ migliore

1 dicembre 2012 ore 14:09 | di | 32 commenti

Il nuovo iMac è ufficialmente disponibile da appena 24 ore su Apple Store online, e da oltreoceano giungono le prime recensioni estremamente positive. Il parere unanime è che l’iMac 27″ sia di gran lunga superiore a qualsiasi PC-Windows all-in-one da 27″ disponibile sul mercato.

L’iMac 27″ con processore Intel Core i7 3.4GHz è risultato nettamente più veloce del DELL XPS One 27″ Core i7 3.1GHz, dell’Acer Aspire 76000U Core i5 3.1GHz, e del Leonovo IdeaCentre A720 Core i5 2.5Ghz.

iMac test Geekbench

Stando ai test effettuati con Geekbench, i nuovi iMac 21″ e 27″ sono più veloci del 25% circa rispetto ai modelli che sostituiscono.

Oltre che per le migliori prestazioni, l’iMac è elogiato per l’elevata qualità dei colori del display, e dal momento che il vetro è incorporato direttamente nell’LCD, il riflesso della luce è minore (il 75% in meno rispetto al modello precedente, secondo i dati forniti da Apple).

Tutti elogiano la nuova unità Fusion Drive, che offre la velocità di un disco a stato solido (SSD da 128GB) e la capacità di archiviazione di un disco rigido tradizionale (1TB o 3TB), il tutto intelligentemente auto-gestito dal sistema operativo in modo che le applicazioni e i file più utilizzati siano spostati sull’SSD, e quelli d’uso meno frequenti relegati sul disco rigido. L’aspetto interessante è che il sistema regola la gestione in base alle tipologie di utilizzo e senza l’intervento dell’utente, una elegante e funzionale soluzione tipica di Apple che rende tutto il sistema notevolmente più veloce rispetto al modello precedente.

Per quanto riguarda i sistema stereo, anche se la qualità audio degli altoparlanti in dotazione con il nuovo iMac viene giudicata buona, vengono considerati “un passo indietro” rispetto agli altoparlanti dell’iMac precedente.

Tra le note negative, viene menzionata l’assenza dell’unità ottica, il mancato supporto per il Blu-Ray, e il costo del Fusion Drive (+ €250).

Nelle recensioni è stato fatto notare che gli iMac hanno beneficiato di una notevole riduzione di peso, e criticato Apple perché sul suo sito Web mostra sempre il computer preso da una angolazione che mette in evidenza solo il lato meno spesso che è di appena 5 millimetri (in realtà, sul mini sito Apple dedicato all’iMac è presente anche una immagine che mostra il computer di profilo).

Tutti gli iMac sono stati giudicati estremamente silenziosi, grazie anche al sistema di ventilazione che prevede una ventola posizionata al centro e il flusso d’aria canalizzato direttamente sui vari componenti interni. Un plauso va anche al doppio microfono per la riduzione del rumore durante le videoconferenza con l’ottima videocamera FaceTime.

Per quanto riguarda i prezzi, gli iMac sono stati criticati perché costano $100 in più rispetto ai modelli che sostituiscono, ma è stato anche evidenziato che sebbene l’all-in-one di Dell costi dai $300 ai $400 in meno, ha però un display di qualità decisamente inferiore, e il problema del riflesso della luce è molto più evidente e fastidioso. Se il display è la ragione principale per cui si desidera comprare un computer 27 pollici, tutti concordano che l’iMac è una scelta obbligata, e per l’elevate prestazioni che offre, è anche il computer ideale per la produttività.

Apple offre quattro modelli di iMac, personalizzabili con il Fusion Drive (escluso l’entry level), 16GB di RAM (che sui 21″ non si può aggiungere in un secondo momento), e il processore Core i7:

– € 1.379: 21,5 pollici, processore Intel Core i5 quad-core a 2,7GHz (Turbo Boost fino a 3,2GHz), 8GB di memoria, disco rigido 5400rpm da 1TB, e nVidia GeForce GT 640M con 512MB.

– € 1.579: 21,5 pollici, processore Intel Core i5 quad-core a 2,9GHz (Turbo Boost fino a 3,6GHz), 8GB di memoria, disco rigido 5400rpm da 1TB, e nVidia GeForce GT 640M con 512MB.

– € 1.899: 27 pollici, processore Intel Core i5 quad-core a 2,9GHz (Turbo Boost fino a 3,6GHz), disco rigido da 1TB a 7200rpm, nVidia GeForce GTX 660M 512 VRAM.

– € 2.079: 27 pollici, processore Intel Core i5 quad-core a 3,2GHz (Turbo Boost fino a 3,6GHz), 8GB di memoria, disco rigido da 1TB a 7200rpm, nVidia GeForce GTX 675m con 512 MB di RAM.

Approfondimenti: , , , ,

Argomento: Mac

Commenti (32)

RSS commenti

  1. AdiMercury ha detto:

    Ciò non toglie che eliminando il drive ottico e la possibilità di cambiare la RAM Apple si sia tirata la zappa sui piedi per un ottimo prodotto.

    • iPeppe ha detto:

      No, non è così… la RAM non è modificabile solo per il modello da 21,5″ mentre per il 27″ la RAM è accessibile dall’utente. Per il drive ottico all’inizio ero scettico anche io, ma riflettendoci è ormai una tecnologia obsoleta (compreso il Blu-Ray). Se vuoi trasportare un film HD ho puoi fare benissimo con una pen drive USB (ormai ne esistono di capientissime), i films si possono acquistare su iTunes e la qualità (H.264) è ottima. Il nuovo iMac sarà veramente un successone!

      • AdiMercury ha detto:

        Esempio: io, utente medio, voglio acquistare il modello base per disponibilità economica limitata, e per lo spazio mi serve un 21″ perché il 27″ è troppo grande. Perché devo essere penalizzato nel non cambiare la RAM? Tornando a me, io il drive ottico esterno già lo uso sul mio iMac Alu del 2007 quindi il problema non sussiste, ma non avrei le connessioni che mi occorrono come la firewire 800 per l’hardware disk esterno, e non potrei cambiare la RAM dato che punterei sul 21″. A questo punto il mio prossimo Mac sarà il Mac mini.

        • Leonardo Ferri ha detto:

          Grande!!! Sono nella tua stessa identica situazione (iMac del 2007, HD esterno su FireWire, masterizzatore esterno) e penso che il mio prossimo Mac sarà il mini. Più per la RAM non sostituibile sull’entry level, che per il drive ottico…

          • AdiMercury ha detto:

            Esatto anche se 8GB non son mica pochi, intendiamoci! 😉

            • StefanoCube ha detto:

              Scusate, non capisco il problema. L’iMac 21″ ha 8GB di RAM, e il massimo che può avere è 16GB. In fase d’ordine aggiungete i 16GB, che costano €200.

              • AdiMercury ha detto:

                Aggiungendo RAM dal sito Apple le paghi più del dovuto, perché non sono libero di comprare RAM di altre marche a minor prezzo in un secondo momento dopo l’acquisto dell’iMac? Il mio iMac aveva RAM da 1GB di default e l’ho portata a 4GB con neanche 100€ di spesa…

                • AlienXS ha detto:

                  Perchè? Da quando un utente mac si chiede il perchè delle scelte dell’Apple?
                  Si accetta tutto sorridendo. Se l’han fatto è perche ci vogliono bene (al nostro portafoglio)

                  • AdiMercury ha detto:

                    Chi non si chiede il perché delle scelte di Apple è un fanboy con gli occhi bendati, mi auguro però che il tuo post sia ironico.

                  • Ratamusa ha detto:

                    ….Mai parlato con le assistenze (non importa se pc o mac), vedo.

                    Molte si sono salvate dal portare i libri loro e del negozio o dei negozi a cui sono collegati proprio grazie a personaggi come te….

                    L’80 – 90% del’utenza non cambierà mai nulla dell’acquisto fatto.

                    Del rimanente 10-20% due terzi comprano il 27″ (lavorano meglio) e il terzo rimanente, non capisce nulla di informatica ma è convinto di essere Dio in terra e l’unica cosa che riesce a fare (seriamente, intendo) sono i danni svuota portafoglio.

                    Non hai idea di quanti ne ho incontrati …E quanto denaro hanno perso per compensare i danni causati dalla loro furbizia….

                • Clarus ha detto:

                  Se il tuo iMac aveva 1GB di RAM, allora stai parlando di un modello vecchissimo, ed è normale che la RAM ti sia costata pochissimo.

                  Al momento, i moduli RAM da 8GB li fanno poche aziende, e sono carissimi anche acquistati non su Apple Store.

                  • AdiMercury ha detto:

                    Beh è del 2007 e la RAM l’ho acquistata nel 2009 ho speso tipo 84€, ram DDR2 667MHz, supportate dal mio iMac.

                  • vikente ha detto:

                    4Gb Di ram corsair certificata per apple costa circa 19€ -.- apple ci ricarica un delirio insieme ad altri siti che si spacciano per convenienti.

                    piccolo appunto a Clarius… informati perchè sono appunto le ram più vecchie a costare di più…

          • Tonino ha detto:

            E allora non c’è dubbio. È una strategia di Apple per cercare di vendere il mac mini. E mi pare ci stia riuscendo, ah ah ah !!! – Scherzo, ovviamente.

  2. Carlo53 ha detto:

    Tutto sommato sono contento dell’acquisto fatto lo scorso natale, un iMac seconda metò 2011, l’unica cosa che rimpiango di non avere è il fusion driver, il resto va bene così com’è.

  3. overminder78 ha detto:

    che il disco ottico sia obsoleto lo dicono solo quelli che non ne sentono più bisogno
    Io li uso ed ho fatto benissimo a prendermi l’iMac a settembre 😀

    • Astronauta ha detto:

      Io non credo di ricordare l’ultima volta che ho masterizzato un DVD o CD… forse era il 2008.

      • michele ha detto:

        A me sembra che l’ultima volta che ho masterizzato qualcosa su cd/dvd era il 1981. Giusto il discorso di Apple di togliere il lettore ottico, anche perché spesso e volentieri non legge più dopo qualche utilizzo. Eh eh eh… Poi vedremo quanto intelligente sarà il fusion drive. Io purtroppo devo rinnovare almeno un iMac. Incrociamo le dita, dai.

  4. Davide ha detto:

    bello, inutile per un utente che vuole far vedere i video di natale ai parenti (non potrà masterizzare niente nativamente) ma buonissimo per un professionista o una persona digitalmente più preparata. E i modelli DAVVERO pro usciranno?

    • Alessandro ha detto:

      I video di Natale li salvi su una penna USB…

      • Davide ha detto:

        il problema del video di natale non é SOLO la masterizzazione (comunque molte persone non hanno lettori multimediali che leggano via USB) ma il semplice fatto che non potranno che uscire video di natale, per post-produzioni video VERE (con spezzoni realizzati in Maya, effetti speciali post-prodotti, e animazioni varie) non sono macchine che vanno bene, fanno fatica, anche se con la ventola, diventeranno comunque incandescenti. Per fortuna almeno nel 27″ pollici non hanno messo la componentistica dei portatili con ram saldata…. una volta Apple era all’avanguardia anche nella tecnica oltre che per il design, e per quanto belli questi nuovi iMac, vorrei vedere finalmente la presentazione di fratelli maggiori

  5. Vincy ha detto:

    È molto bello ma avendo un display esterno tastiera e trackpad prenderò un mini con i7 e fusion drive 16gb RAM a 1300€!

  6. maga ha detto:

    Ma sul modello da 27″ non c’è più la possibilità di utilizzarlo anche come monitor esterno come per la generazione precedente?

  7. Barbarroja ha detto:

    Bene, la prossima spesa per il mio studio sara una coppia di iMac 27″, Core i7, 3,4 ghz, 1TB fusion drive, scheda grafica Nvidia da 2gb. Sostituiranno una coppia di iMac Core 2 Duo da 20″ bianchi, che dal 2006 hanno fatto il loro ottimo lavoro, senza mai un problema.

  8. silver_surfer ha detto:

    io dopo 23 anni di pc, mi son lasciato ammaliare dal nuovo imac e l’ho ordinato (arrivera’ a gennaio) mi lascia perplesso il fatto che le porte usb siano tutte dietro al monitor.. per un veloce e frequantissimo togli metti, dovro’ mettere una prolunga usb antiestetica al massimo oppure ogni volta, alzarmi dalla sedia, girare il monitor inserire l’usb e poi rifare tutto per levare la chiavetta.. per il masterizzatore esistono quelli usb esterni da meno di 50 euro (samsung) sono pure bianchi e credo sopperiro’ con quelli. e’ fantastico come linea ma comincio ad avere dei dubbi sulla effettiva funzionalita’ .)

  9. ratamusa ha detto:

    Per le porte USB non ci sono problemi: usi un hub usb, uno di quei scatolotti con 4 – 6 -8 entrate (e uscite, quando non entra nulla, ovviamente). Cercatelo USB3 e sei a posto (anche per il futuro).
    il prezzo…dipende da cosa vuoi. I migliori costano fino a 50 Euro ma te la puoi cavare con molto meno (anche meno della metà di quel prezzo)….
    Tutto il resto è una questione d’abitudine….Tieni presente che i fili sono stati messi dietro perchè lì è molto più difficile portarti appresso l’iMac quando vaghi intorno al tuo taovlo….

    • silver_surfer ha detto:

      mah io credo che per il mio utilizzo, metterò una scheda tv usb dietro con attaccata l’antenna e non la spostò piu’ ovviamente.. poi una prolunga bianca che alla bisogna mi farà infilare le chiavette e i dischi esterni. un altra necesita’ di cui vi volevo chiedere sono le cuffie.. ora appena le inserisco nel jack davanti al pc, il suono passa in automatico alle cuffie e ovviamente quando levo lo spinotto, il suono ritorna alle casse principali esterne.
      se nel nuovo IMAC lascio le cuffie sempre inserite.. c’e’ possibilita’ secondo voi tramite software di pilotare il suono o sulle cuffie o sulle casse dell’imac?
      altrimenti per ovviare al continuo togli metti, dovrei usare una prolunga pure li …

    • silver_surfer ha detto:

      mah io credo che per il mio utilizzo, metterò una scheda tv usb dietro con attaccata l’antenna e non la spostò piu’ ovviamente.. poi una prolunga bianca che alla bisogna mi farà infilare le chiavette e i dischi esterni. un altra necesita’ di cui vi volevo chiedere sono le cuffie.. ora appena le inserisco nel jack davanti al pc, il suono passa in automatico alle cuffie e ovviamente quando levo lo spinotto, il suono ritorna alle casse principali esterne.
      se nel nuovo IMAC lascio le cuffie sempre inserite.. c’e’ possibilita’ secondo voi tramite software di pilotare il suono o sulle cuffie o sulle casse dell’imac?
      altrimenti per ovviare al continuo togli metti, dovrei usare una prolunga pure li …

      • silver_surfer ha detto:

        mi rispondo da solo per dire che le cuffie sono un problema non risolvibile, bisogna tenerselo cosi’.

        ora chiedo:

        come cavoli si fa ad allargare il carattere nella applicazione nativa MAIL?? a voi si allarga? anche se ce’ la possibilita’ di allargare i caratteri, in effetti non si allargano! grrrrr

  10. Andrea ha detto:

    Ora anche l’entry level è personalizzabile con il Fusion Drive

Aggiungi un commento