Quale MacBook Pro Retina scegliere per l’editing delle foto?

24 ottobre 2014 ore 22:45 | di | 1 commento

MacBook Pro Retina

In questi ultimi giorni numerosi lettori mi stanno scrivendo per sapere quale MacBook Retina acquistare per l’editing delle foto. Alcuni sono indecisi se prendere il 13”, altri se vale la pena acquistare il top di gamma da 15” o risparmiare e comprare l’entry level e così via.

Per capire quale sia il MacBook Retina più adatto alle proprie esigenze è sufficiente sapere che i Mac con scheda grafica integrata, cioè che condivide la RAM con il sistema, è sufficiente per lo sviluppo di progetti “piccoli”. Anche considerato che i tempi di rendering non dipendono in alcun modo dalla scheda video, ma dalla potenza del processore e dalla RAM, è chiaro in fase di editing delle foto, quando si effettuano operazioni di zoom e pan – dove entra in gioco la scheda video – il Mac con la scheda grafica integrata andrebbe in affanno con progetti “medi”, per non parlare di quelli “grandi”.

L’unico MacBook Pro Retina con scheda grafica discreta, cioè con RAM dedicata, è il top di gamma da € 2.529 destinato quindi ai professionisti della fotografia.

Per tutti gli altri, la scelta dipende naturalmente dal budget e dal carico di lavoro. Per i semi-pro e gli amatori che dedicano numerose ore del loro tempo al fotoritocco, è sicuramente consigliato il MacBook Pro Retina 15” da € 2.029, che sebbene dotato “solo” della Intel Iris Pro Graphics, ha un più performante processore Core i7 quad-core a 2,2GHz e soprattutto un display più grande e quindi più comodo.

Il MacBook Pro Retina 13” top di gamma, che costa solo €200 in meno del 15” Retina entry level, è destinato a chi preferisce avere un portatile più facile da portarsi dietro rispetto alla comodità del display 15”, e dedica alla nobile arte del fotoritocco solo qualche ora al giorno.

Per ulteriori approfondimenti potete consultare le recensioni del MacBook pro retina 13” e 15” facendo click qui

Approfondimenti: , ,

Argomento: Mac

Commenti (1)

RSS commenti

  1. fabio foggetti ha detto:

    Se non si lavora su file enormi e davvero pesanti va bene qualunque macbook pro retina (magari con ram espansa) e con quello che si risparmia si attacca un monitor grande per quando si è in casa.

Aggiungi un commento