iMac 27″ Retina 5K: prime impressioni

24 ottobre 2014 ore 17:00 | di | 90 commenti

IMac 5K frontale

Mentre tutti si aspettavano un iMac con monitor 4K, Apple a sorpresa ha presentato un iMac 27” con quello che ha definito “display 5K”, che utilizza una nuovo materiale oxide-TFT gestito da uno speciale processore chiamato “timing controller”, e la tecnologia presa in prestito direttamente dall’iPad Retina per ridurre il crosstalk pixel e garantire così immagini nitide.

Design immutato

Apple per l’iMac Retina 5K ha utilizzato lo stesso chassis in alluminio incredibilmente sottile sul bordo (5 mm.) e bombato al centro presentato per la prima volta alla fine del 2012. Esteticamente, è praticamente impossibile distinguere il modello 27” Retina da quello dotato di display standard.

IMac 5K laterale

Anche per quanto riguarda l’architettura hardware interna non ci sono molte differenze con il modello dell’anno scorso. Entrambi gli iMac utilizzano il processore Haswell di Intel, ma il Retina ha l’ultimissima generazione. Probabilmente, Apple aveva intenzione di fornire il nuovo iMac con il processore Broadwell, ma come è noto, per motivi di produzione, Intel ne a posticipato la commercializzazione all’estate prossima.

L’unica differenza rilevate, a parte ovviamente il display e il Fusion drive da 1TB (opzionale sull’iMac 27 non-Retina), è rappresentata dalla scheda grafica. L’iMac 27” dell’anno scorso utilizza una Nvidia GTX 775M, mentre per il Retina 5K Apple ha preferito la AMD R9 290X. Al momento, le schede AMD sono utilizzate solo sui Mac Pro, mentre le Nvidia sono in dotazione con i MacBook Pro 15” Retina e gli iMac “standard”.

IMac 5K panoramica

Anche la disposizione delle porte per i vari collegamenti non è cambiata, infatti sul retro e sulla stessa linea si trovano: due Thundebord 2, quattro USB 3.0, una Mini DisplayPort, una Gigabit Ethernet e lo Slot SDXC, una soluzione da sempre molto criticata perché non è facile collegare una periferica rimanendo seduti. Sempre su retro c’è anche lo sportellino per la sostituzione della RAM. La dotazione di serie comprende il Magic Mouse e tastiera wireless, gli stessi dei modelli precedenti, e in fase d’ordine è sempre possibile optare per il Macic Trackpad al posto del mouse senza pagare alcuna differenza di prezzo.

Dai primi test di confronto effettuati, è emerso che il nuovo iMac 5K è veloce quanto il modello dell’anno scorso. Per gli approfondimenti del caso vi rimando alla recensione completa che sarà pubblicata tra qualche giorno.

Il display Retina 5K visto da un utente consumer

La risoluzione 5120 x 2880 dell’iMac 5K è semplicemente incredibile: ha sette volte il numero di pixel rispetto ad un televisore HD, per un totale di 14,7 milioni di pixel. Ha anche il 67% in più di pixel rispetto ad un monitor 4K, e per questo il nuovo display è stato chiamato Retina 5K.

Ma, in un test “empirico”, affiancando l’iMac 5K ad un iMac da 27 pollici non-Retina che ha una risoluzione 2560 x 1440, e visualizzando le stesse foto e video ad alta definizione a pieno schermo, il risultato è che praticamente non si nota alcuna differenza. Alla stessa conclusione sono arrivati anche tutti gli amici a cui ho mostrato gli iMac affiancati, ma nessuno era un fotografo professionista. Anche per quanto riguarda la luminosità, i due iMac sono risultati praticamente identici, l’unica differenza per altro non percettibile è che il display Retina consuma il 30% in meno rispetto al 27” non-Retina, stando alle informazioni fornite da Apple.

IMac 5K

click sull’immagine per vederla ingrandita

Anche nel test con i videogame, l’incredibile risoluzione dell’iMac 5K non offre alcun vantaggio rispetto all’iMac 27 non-Retina. Infatti, il nuovo iMac non è sufficientemente potente per gestire un gioco con una risoluzione regolata oltre i 1080.

Sull’iMac 5K, impostando il gioco Tomb Raider (2013) al massimo del dettaglio e alla risoluzione nativa 5K, il videogame ha girato a 12,8 fotogrammi al secondo. Regolando le impostazioni del dettaglio al minimo, e con la stessa risoluzione, il frame-rate è stato di 19,2 fotogrammi al secondo, garantendo così un’esperienza di gioco sicuramente migliore, ma ben lontana da quella ottimale. Settando la risoluzione del videogame a 1920 x 1080, con i dettagli al massimo, Tomb Raider ha girato a 59,2 fotogrammi al secondo, dimostrando così che quadruplicando la risoluzione le prestazioni del gioco inevitabilmente peggiorano.

Il display Retina 5K visto da un utente pro

Un po’ deluso da questi test, ho chiesto il parere di un amico che da diverso tempo lavora con foto a video ad altissima risoluzione, che mi ha subito fatto notare come la differenza tra i due iMac è evidente solo quando si è a pochi centimetri dal display. Un particolare che fa chiaramente capire a chi è diretto il nuovo iMac 5K: ai fotografi e ai videomaker professionisti o semi-pro.

Il primo test specifico effettuato è stato misurare l’emissione luminosa di ogni display con un modello di prova bianco, con entrambi i computer impostati alla luminosità massima dello schermo. L’iMac 5K ha ottenuto il punteggio 461,1 nit (cd/m2), mentre l’iMac 2013 ha fatto registrare 458,9 nits, praticamente la stessa emissione luminosa, confermando così l’impressione avuta semplicemente confrontando i due iMac affiancati.

Poi, sono stati eseguiti una serie di test con campioni di colore con risultati identici per entrambi i display, mentre un modello in scala di grigi ha evidenziato una leggera dominanza di verde sull’iMac 5K. In un test multi burst, scalato dal suo formato nativo 1920 x 1080, è apparso un po ‘più morbido sull’iMac 2013, i bordi meno taglienti o non ben definiti.

Nel test pattern alla piena risoluzione 4K (3840 x 2160) entrambi i iMac non sono riusciti a scalare perfettamente.

Ma il test più importante è come ogni iMac si comporta con i video 4K. Lasciando i due computer affiancati, i filmati 4K utilizzati per la prova sembravano identici in termini di qualità e nitidezza su entrambi gli schermi, almeno in un primo momento. Ad un esame più attento, posizionandosi a pochi centimetri, è stato possibile riscontrare differenze importanti tra i due display. Ad esempio, in una scena i dettagli di un oggetto risultavano ben definiti sull’iMac 5K, mentre sul display del modello del 2013 il dettaglio era simile a quello che si ottiene disattivando l’anti-aliasing in un videogioco.

Considerata l’elevata qualità del display, l’iMac 5K – che si potrebbe arrivare anche a chiamare “iMac Pro” – rappresenta un’ottima alternativa rispetto al Mac Pro entry level, visto il prezzo più basso di circa €400, e soprattutto che il monitor 5K è incluso. Se non si lavora con i contenuti ad altissima risoluzione, la scelta più ovvia è l’iMac non-Retina che ha un prezzo sicuramente più “ragionevole”.

Prezzi

Per i prezzi si parte da €2.629 del modello base, che ha un processore Intel Core i5 3,5 GHz quad-core, scheda grafica AMD Radeon R9 M290X, 8GB di RAM, e Fusion Fusion Drive da 1TB. In fase d’ordine si può scegliere un processore i7 4GHz core, 32GB di RAM, un Fusion Drive da 3TB o un SSD da 1TB. I iMac da 21” e 27” non-retina continuano ad essere disponibili.

Tutti gli iMac si possono acquistare da oggi su Apple Store Italia.

Considerazioni finali

Il display 5K è sufficiente a giustificare la maggior spesa rispetto all’iMac con monitor standard?

Se la vostra attività comporta la modifica di fotografie alla più alta risoluzione possibile, e siete abituati a lavorare abbastanza vicino allo schermo, allora la risposta è sì. Lo stesso vale per i professionisti del video che lavorano con risoluzione 4K.

Ma, per la maggioranza degli utenti tradizionali, non vale la pena acquistare l’iMac 5K perché probabilmente non si riuscirebbe neppure a notare la differenza con l’iMac 27” non-Retina.

Approfondimenti: , , , ,

Argomento: Mac, Recensione Mac

Commenti (90)

RSS commenti

  1. Alessandro ha detto:

    Quest’opinione vale più di mille test. Grazie del chiarimento, metto in ordine l’iMac 21,5 con fusion drive.

  2. morenson Giorgio ha detto:

    sottoscrivo Alessandro, ancora grazie Stefano, il mio imac 27″ comprato a gennaio può serenamente continuare a tenermi compagnia per un bel pezzo.

  3. Gigi ha detto:

    Meno male che in tanti si lamentano della poca attenzione di Apple verso il settore pro…

  4. fabio ha detto:

    io sarei tentato di cambiare il mio imac mid 2009 per prendere il retina … l’utilizzo che ne faccio al 70 percento è a livello fotografico… consigli?

  5. TheAnt ha detto:

    I monitor degli iMac non sono mai stati nulla di che, basta dire che sono lucidi…
    La calibrazione hardware è possibile?
    Il gamut è wide o limitato a 16 milioni?
    Un utente pro, sui monitor come sulle macchine da presa, non può certo limitarsi a contare i pixel, no?

  6. Maurizio Tintori ha detto:

    Mi dispiace ma è tutto meno che un monitor rivolto ai professionisti dell’immagine. Quella risoluzione non serve a nessuno che lavora seriamente con la grafica, dove le qualità sono altre.
    Il vetro non facilita inoltre le operazioni di calibrazione e la vicinanza di componenti che emettono calore può solo pregiudicare la stabilità del pannello. Questo ovviamente vale per tutti gli iMac e questo non fa eccezione, ci ho pensato a lungo ma non mi viene in mente nessuno a cui possa servire tutta questa risoluzione su di un iMac, se non a dire: io ce l’ho. Un professionista del video si rivolgerà inevitabilmente, vista anche la vicinanza di prezzo, ad un mac pro e monitor professionali 4K. Questa è ovviamente la mia opinione. Ciao

    • Stefano Donadio ha detto:

      “Un professionista del video si rivolgerà inevitabilmente, vista anche la vicinanza di prezzo, ad un mac pro e monitor professionali 4K.”

      Il Mac Pro entry level costa €3.053 a cui bisogna aggiungere un monitor 4K che mediamente costa €2.500, per una spesa totale di oltre €5.500. L’iMac 5K costa meno della metà…

    • Nicola ha detto:

      Scusa, ma non capisco il tuo ragionamento. La risoluzione 5K non serve al fotografo pro che quindi preferirà prendere Mac Pro + display 4K non per via delle prestazioni del computer, ma perché è meglio un monitor con una risoluzione inferiore a quella dell’iMac 5K che costa da solo quanto tutto l’iMac 5K?

      • TheAnt ha detto:

        La risoluzione è solo uno dei dati tecnici di un monitor da tenere in considerazione. Faccio un paragone. Ci sono fotocamere compatte da 100 € che raggungono i 24 Megapixel. Vogliamo pensare che siano al livello — o superiore — di una reflex fullframe solo perché tirano fuori file delle stesse dimensioni?
        Se Spider me lo consente, per delle valutazioni rigorose dei monitor (secondo criteri utili ai professionisti della fotografia) posso consigliare siti come http://www.tftcentral.co.uk/ e http://www.prad.de/en/monitore/reviews.html

        • Stefano Donadio ha detto:

          Ci sono varie categorie di professionisti della fotografia, e come a non tutti serve una reflex top di gamma, allo stesso modo a molti non serve un Mac Pro con display 4K. Ed è sicuramente a questa vasta gamma di utenti pro e semi pro che l’iMac 5K è destinato, e a questa conclusione si può arrivare anche senza scomodare il parere degli autorevolissimi siti che hai citato 😉

  7. Tex ha detto:

    Secondo voi quando aggiorneranno gli iMac non retina, soprattutto quello da 21,5”?

  8. Ho un i mac 27 pollici gennaio 2014 con ssd e 16 ram. Non credo che una risoluzione così alta in pratica mi serva ( sono un fotografo professionista ) . Le foto che faccio finiscono in cataloghi, poster o sul web. Cambierò forse quando ci saranno i processori Broadwell.

  9. oceanoprofondo7 ha detto:

    io sono uno di quelli, che ha usato in passato il mac pro e non hai mai preso un imac per lavori seri ( a parte una parentesi con l’imac g5 isight )… ed ora sto aspettando l’aggiornamento dei mac pro per prenderne uno.

  10. Kernel Panic ha detto:

    SI può utilizzare l’iMac 5K come secondo monitor?

  11. Guglielmo Rota ha detto:

    Io prenderei il retina perché avere tutto quello spazio sul monitor é veramente fantastico.

  12. Gianluca ha detto:

    domanda semplice, da percezione media dell’utenza:
    ma appena lo si vede non si nota subito la differenza come quando per la prima volta abbiamo visto un iphone o ipad retina rispetto ai modelli vecchi non-retina?

  13. Lorenzo ha detto:

    Ciao Spero Tanto che mi risponderai…sto per prendere iMac Retina e ti spiego il mio ragionamento. Avevo configurato iMac che volevo (non retina) e mi costava 2600€ ho detto ma forse spendo 3000€ ed ho un processore non paragonabile i7 fino a 4.4 una scheda video non paragonabile e uno schermo non paragonabile. Io penso che per 400€ valga la differenza.
    Poi io sono stato all’Apple store forse hai usato immagini poco definite ? io ho messo i mac vicino con le classiche immagini degli animali e accidenti se noto la differenza! Nelle icone è come prendere ipad mini e mettere accanto ipad mini retina chiaro che il retina si vede solo a distanza ravvicinata però già un 27 è grande e poi lo uso da vicino secondo me il retina non guasta.
    Poi avete visto i test di potenza iMac Retina contro Mac Pro (ovviamente livello base) vince alla grande anche nel multi-core. Poi nel single-core che poi è quello che si usa tutti i giorni vince contro tutti i modelli!!!
    P.S. Magari con la scheda video con 4gb di ram riesci a far girare il gioco anche con più dettaglio che con quella con 2gb?

    • Stefano Donadio ha detto:

      Per i test sono state utilizzare foto a risoluzioni altissime e video 4K, incluso lo sfondo 5K adoperato da Apple per presentare l’iMac 5K.

      Come spiegato nell’articolo, la differenza tra il display Retina e quello standard si nota ed è incredibile se si è a “distanza di lavoro” o “di lettura”, per intenderci se hai l’iPad Retina in mano e lo tieni per leggere ti accorgi della migliore risoluzione, ma se stendi il braccio è difficile che riesci a notare la differenza con un iPad non Retina. Lo stesso vale per l’iMac 5K.

      Poi, tieni presente che per sfruttare al massimo l’iMac 5K devi utilizzare foto e video 4K.

    • Luca ha detto:

      I miei due cent,
      oggi sono andato in un apple reseller, mi sono portato dietro qualche foto professionale (ad altissima risoluzione, e diversi pdf con vettoriali complessi, folder e specimen con diversi tipi di font e pagine di quotidiani.

      Ebbene quando si confrontano le foto è vero che è difficile se non impossibile notare la differenza a distanza di lavoro, ma la faccenda cambia parecchio quando si va sul vettoriale.

      Per lavoro, e non, mi capita spesso di leggere e scrivere anche tanto sul mac, non di rado impagino libri e cataloghi e il piacere di vedere le pagine con i testi (anche i più piccoli) perfettamenti definiti vale la differenza di prezzo (differenza che come già detto sia abbassa carrozzando alla pari i due iMac 27″ con e senza retina. Sarà che sono anche un pò astigmatico ma naturalmente non è solo piacevole una maggiore nitidezza ma anche meno stancante per gli occhi.

      Su tablet e smartphone – che si guardano più da vicino – la risoluzione retina è giocoforza più apprezzabile, ma, se guardiamo in prospettiva, è già il presente per quasi tutti i portatili e il futuro anche per tutti i monitor desktop.

  14. Lorenzo ha detto:

    Vorrei aggiungere che se uno mette un video in full hd è ovvio che non ci sono differenze… come è possibile che su un imac non retina tu veda un video in 4K che non ha risoluzione per supportarlo??? è come vedere un film su una televisione 4K e su una full HD. Chiaro che ancora non ci sono molti film a 4k ma bisognerà vedere in futuro. comunque prova con dei video 5k se ne trova qualcuno in rete…

    • Stefano Donadio ha detto:

      Scarica questo video 4K con risoluzione 4906 x 1716 click qui, lo puoi vedere con QuickTime (viene scalato automaticamente).

      • Lorenzo ha detto:

        Prima ti ringrazio per avermi risposto. Secondo forse non ci capiamo; una cosa è dire che si può non apprezzare una differenza ma su un iMac non potrai mai vedere un video in 4K punto, è un discorso senza via di uscita poi se uno dice che comunque lo scalo per vederlo mi è sufficiente è un altro discorso.
        allora la tecnologia non sarebbe mai andata avanti uno può vedere un video hd su un full hd e viceversa ma se uno non apprezza la differenza è diverso.
        Ovvio che via via miglioriamo le differenze si fanno più sottili per via dell’ occhio umano.
        Ma la domanda mia iniziale era capire se per te la differenza di prezzo vale la pena del retina? io penso di si. Forse altra opzione è prendere un 21,5 con una grossa differenza di prezzo e via. Ma il 27 che di base costa 2000€ (senza ssd) secondo me non ha senso.
        Certo che questo iMac è un po’ prematuro comunque con una scheda video pompata e un ottimo processore i7 può essere duraturo secondo me.
        Poi alla fine puoi sempre scalare anche avendo di più, chiaro che però quando gli standard si alzeranno qualcuno potrà pentirsi dell’iMAc da 27 pagato quanto un nuovo nemmeno aggiornato di una virgola e senza poterlo aggiornare…
        Unico svantaggio reale secondo me che non c’è la tecnologia per sfruttare iMac 5k come schermo e mi piacerebbe sapere se apple un giorno troverà un modo con 2 thunderbolt 2 di riuscire a sfruttarlo. Mah vedremo…
        Ciao complimenti! Mi hai aiutato molto con il trim per ssd! un saluto

  15. clu3do ha detto:

    è casa tua nelle foto??? complimenti soprattutto per i cimeli apple!

  16. Roberto Almondo ha detto:

    Con buona pace dei fotografi

  17. morenson Giorgio ha detto:

    Scusa Stefano sai per caso la località dello sfondo del 5K? è un luogo fantastico!

  18. Alessandro Bajo ha detto:

    Ciao Stefano, posterai tutti gli sfondi di Yosemite che ha l’imac Emremtina 5k che non hanno gli altri Mac?

  19. Sono un fotografo non professionista. Dovendo a breve acquistare un nuovo Mac, ho deciso di prendere questo iMac Retina. Perché, il 27 normale top gamma con i7 a 3,5GHz e 1TB di Fusion Drive arriva praticamente a 200€ meno rispetto al Retina. Quindi, secondo me, questi 200€ per il display penso li valga.
    Una cosa però volevo sapere, l’i5 come si comporta? Facendo dei rendering, o lavorando con Final Cut come va?

  20. micaela ha detto:

    Ragazzi, devo acquistare un imac nuovo, ma alla fine non riesco a decidermi sulla scelta retina o no… Con foto e video lavoro poco, ma lavoro molto con 3d e render oltre che ai soliti programmi di disegno cad.. 4.0GHz con i7 del retina oppure 3.5GHz i7 senza retina? e per la scheda grafica? spero possiate darmi consigli mirati alle mie esigenze…

    • Kernel Panic ha detto:

      Prendi il non-retina, è più che la scheda grafica, nel tuo caso ti serve RAM e processore potente.

    • Lorenzo ha detto:

      i7 del retina è un altra potenza fidati. poi secondo me compri un mac già vecchio se prendi iMac non retina. Vedrai fra qualche mese lo aggiornano…

  21. Callea (@CalleaTr) ha detto:

    Non è un televisore.

    Se si fa vedere uno schermo da 27″ ultrarisoluto agli amici ad una distanza da televisore è ovvio che non c’è differenza rispetto ad uno schermo a risoluzione più bassa.

    Che un display tanto risoluto e al tempo stesso tanto grande debba essere utilizzato ad una distanza ridotta per apprezzarne il dettaglio è una cosa ovvia.

    Mi pare che chi ha scritto questo articolo abbia scoperto l’acqua calda.

    • Stefano Donadio ha detto:

      Proprio perché non è un televisore, l’iMac 5K non è stato mostrato ad una “distanza da televisore”.

      • Stefano Donadio ha detto:

        Non è stata fatta alcuna analisi affrettata, bisognerebbe solo leggere con più attenzione l’articolo.

        30/40 centimetri è la distanza standard a cui si posiziona un utente tradizionale quando si siede al computer per navigare su Internet, scrivere una email e così via. Come spiegato nell’articolo, a questa distanza è difficile cogliere la differenza tra l’iMac 5K e l’iMac 27″ non-Retina.

        Dimezzando la distanza, quindi a circa 15/20 cm, l’incredibile differenza si nota tutta, ma sempre come spiegato nell’articolo si tratta di una “distanza di lavoro” tipica dei professionisti della fotografia e video.

  22. Daniele Cogo ha detto:

    Da oggi sto lavorando con InDesign, Illustrator e Photoshop con il nuovo iMac Retina.
    Cosa dire, è impressionante. L’esperienza di utilizzo ha avuto un balzo in avanti epocale. La differenza si vede in modo clamoroso e il vecchio monitor sembra una cosa del 1800.
    Pazzesco veramente.

    • nicola ha detto:

      ciao, puoi postare o linkare da qualche parte qualche screenshot di una lavorazione con photoshop a 5120×2880?

        • nicola ha detto:

          credimi, sto piangendo!
          appena posso lo ordino subito!!!
          grazie per gli esempi sarei curioso di vedere un video full hd come si posiziona in quell’oceano di pixel….. ma non voglio approfittare della tua disponibilità.
          se puoi, se vuoi, quando vuoi…. 😉 postalo ti prego!

          • Daniele Cogo ha detto:

            Tieni conto che la seconda e la terza pagina di InDesign ha dentro immagini in bassa risoluzione, quindi non fare affidamento su quelle, guarda la prima.

            Per farti continuare a piangere (io continuo a godere invece :D) ecco gli screenshot di un video 4K (4K ripeto 4K):
            https://dl.dropboxusercontent.com/u/1332134/Varie/4k1.png
            https://dl.dropboxusercontent.com/u/1332134/Varie/4k2.png
            https://dl.dropboxusercontent.com/u/1332134/Varie/4k3.png
            https://dl.dropboxusercontent.com/u/1332134/Varie/4k4.png

            • nicola ha detto:

              sto diventando pazzo. :O
              se quelli sono 4k un fhd è un neo su quel pannello????
              ma nelle impostazioni video, tieni selezionata la modalità: “più spazio” per lavorare a 5120×2880 ?

              • Daniele Cogo ha detto:

                No, tengo l’impostazione Retina standard.
                La modalità più spazio, credo intervenga solo sugli elementi dell’interfaccia facendoli apparire più piccoli, non cambia niente a livello di qualità di visualizzazione.

                • nicola ha detto:

                  bene siamo arrivati al punto, ovvero, è qui che non capisco (forse sono troppo abituato alla questione “quello che leggo è quello che vedo).
                  quando ho fatto questa prova su un mac book pro retina vedevo che tutto lo spazio si ridimensionava ed ero/ sono convinto che è quello l’unico sistema per sfruttare tutto lo spazio, tutti i pixel del pannello.
                  devo vederlo dal vivo per capirne di più dato che questo il mio blocco più grande che mi rende scettico.

                  • Daniele Cogo ha detto:

                    Vediamo se riesco a spiegarmi.
                    Il monitor ha risoluzione 5120×2880. Questo è il numero dei pixel che compone il pannello e ne determina la grande e spettacolare risoluzione. Da qui non si scappa, sono fissi.

                    L’iMac normale ha risoluzione 2560×1440. Un’icona, poniamo, 200×200 pixel tu sei abituato a vederla grande in una certa maniera. Bene, la stessa icona se fosse gestita allo stesso modo sul nuovo iMac la vedresti grande la metà! Troppo piccola! Quindi di default l’iMac Retina ragiona sulla grandezza dell’interfaccia come se fosse 2560×1440. Questo non significa che la sua risoluzione è questa ma che la grandezza dell’interfaccia ha quell’aspetto dimensionale. Verrà utilizzata un’icona nativa 400×400 per mostrartela uguale a una dell’iMac normale a 200×200.

                    Se attivi la funzione “Più spazio” l’icona 200×200 rimarrà 200×200 e tu la vedrai piccola della metà. Stessa cosa per la grandezza delle voci di menù.

                    Spero di essermi capito.

                    Alcuni programmi tipo VLC riscaldano erroneamente i filmati perché calcolano la visualizzazione sulla risoluzione nominale. Basta mettere il video al 50% e tu lo vedi alla sua risoluzione effettiva e corrispondente ai pixel dello schermo (spero di non aver nuovamente confuso le idee con quest’ultima aggiunta).

                    In soldoni: tu prendi l’iMac, lo accendi e te lo godi al massimo senza toccare niente delle impostazioni del monitor.

                  • Lore ha detto:

                    esatto proprio così aggiungo che tutti i retina usano questo sistema come ipad e iPhone per spiegare meglio usano più pixel su uno stesso dominio quindi aumentano la densità senza influire sulle dimensioni ecco perché molti cellulari e produttori hanno sempre invidiato la tecnologia retina di apple. in più questa è migliorata con la laminazione dello schermo ( più sottile) utile per i riflessi e ora hanno ulteriormente aumentato i domini per uno stesso pixel in modo tale da non vedere stacchi di immagine e averli sempre accesi consumando meno energia. forse ho confuso ancora di più. fidati lo usi come fosse normale senza problemi unico limite è il supporto al retina che non tutti hanno.

                  • nicola ha detto:

                    si si mi è tutto chiaro, sto immaginando l’interfaccia come una struttura al di sopra.
                    praticamente quelle impostazioni più grandi, più piccolo, si riferiscono alle interfaccie dei software.
                    tanto per intenderci la foto che hai postato nella prima screenshot (quella del centometrista) a che risoluzione è nativamente? visto che la visualizzi al 100% con photoshop cosi capisco anche a livello numerico come funziona.

                  • Daniele Cogo ha detto:

                    Se la visualizzo al 100% dei pixel, la vedo grande la metà rispetto a come la vedevo prima sull’iMac normale. Photoshop ti fa vedere le immagini sfruttando ogni singolo pixel del monitor.
                    Infatti faccio una fatica bestia a capire quanto è grande un’immagine se la metto al 100% perché in questi anni mi sono fatto l’occhio e adesso anche immagini ad alta risoluzione le vedo piccole (ma le vedo molto molto bene).

                    Potrei risolvere semplicemente visualizzando le immagini al 200% anziché al 100%, sarebbero sul monitor grandi esattamente come ero abituato a vederle prima.

                  • nicola ha detto:

                    praticamente se apro dentro photoshop un immagine a 3840×2160 px. la vedrò direttamente al 100% senza nessuna barra?

                  • nicola ha detto:

                    questo è semplicemente esagerato e spettacolare.
                    allora mi sa che si comincia a vendere tutto qui e prendo questa bestiolina.

  23. Diego ha detto:

    Aggiungo il mio parere. Ho confrontato iMac retina e non retina e concordo con chi scrive che nella nitidezza dei testi (dunque nella maggior parte degli utilizzi comuni) e probabilmente nel disegno, soprattutto vettoriale, la differenza è importante. Vale certamente la spesa. L’unica cosa che mi ha suscitato non poco disappunto è l’impossibilità di utilizzare l’iMac 5K come semplice monitor, cosa che ne avrebbe esteso la longevità.

    • Daniele Cogo ha detto:

      La differenza è importante sia sul vettoriale, sia sulle immagini fotografiche.
      La cosa negativa è il gamut che non è esteso ma poco più ampio dell’argb (cosa identica comunque anche sull’iMac vecchi). Questo significa che i blu scuri non vengono visualizzati correttamente e se un’immagine ha un cielo blu sfumato si vede pieno zeppo di artefatti.

  24. marco ha detto:

    salve, io ho appena restituito un imac 27 retina, il motivo è che, forse a causa di una errata migrazione dati dal vecchio imac è andato tutto nel pallone, ma non nascondo il fatto che sono stato parecchio deluso dallo schermo. Le mie aspettative erano alte, e verificare che tutto sto pòpò di schermo era uguale a quello del imac 27″ normale mi ha davvero deluso.
    Leggo nei commenti che la differenza tra i due non sarebbe solo nello schermo, e ci sarebbero solo circa 200 euro di differenza, qualcuno mi spiega questa affermazione…perchè io , effettuando il paragone sull ‘Apple Store leggo:

    iMac 27″ “normale”: 2033 €

    27″: 3,4GHz
    Specifiche
    Intel Core i5 quad-core a 3,4GHz
    Turbo Boost fino a 3,8GHz
    8GB di memoria (2 da 4GB)
    Disco rigido da 1TB1
    NVIDIA GeForce GTX 775M con 2GB di memoria video

    aggiungendo il Fusion Drive da 1TB sono altri 150 € la scheda video AMD non si può aggiungere.

    imac 27″ Retina: 2629 €

    Intel Core i5 quad-core a 3,5GHz
    Turbo Boost fino a 3,9GHz
    8GB di memoria (2 x 4GB)
    Fusion Drive da 1TB1
    AMD Radeon R9 M290X con 2GB di memoria video

    Ora mi domando se per un utente medio come me, potrebbe essere meglio (non sto parlando di economicità o di risparmio !!) configurare un 27″ normale al massimo delle sue capacità piuttosto che optare per il 27 ” visto che le differenze sarebbero irrilevanti…

    • Daniele Cogo ha detto:

      Non è possibile non vedere la differenza se si lavora nel campo grafico/fotografico/video.
      Se invece si usa il Mac per Word, anche un 27 pollici è sprecato…

      • marco ha detto:

        Grazie per il commento, ma , per me, che non basta nemmeno una tv da 55″, i 27 pollici non sono affatto sprecati, anzi, non comprerei mai un imac più piccolo..

        • Daniele Cogo ha detto:

          Si ma per farci cosa? Non ho capito in che categoria di utenti rientri?
          Perché per quanto mi riguarda la differenza del monitor è abissale.

          • marco ha detto:

            perchè mi piace lo schermo grande……mi piace aprire pannelli diversi contemporaneamente sul desktop, non ho un particolare motivo….se poi mi dici che la differenza del monitor è grande, anche se io non la vedo, mi fido….compro un computer ogni 4 5 anni, prenso il massimo disponibile al momento dell’acquisto.

            • Daniele Cogo ha detto:

              Non hai capito la mia domanda.
              Per cosa lo usi il computer? Grafica? Videogiocarci? Office? Altrimenti non comprendo…

            • Lore ha detto:

              io non capisco davvero come non si faccia a vedere la differenza fra i due schermi? come fra ipad retina e non retina dipende dalla distanza di lavoro. comunque ciò premesso imac retina i7 da 4,4 vuoi dirmi che è paragonabile al “normale”??? perché se mi dici di si allora finisce la conversazione. perché la scheda video? fusion costa 200€ e per avere una scheda video decente devi mettere altri 150€ quindi arrivi a quasi 2400€ per quello si dice che per 200€ non vale la pena ma ti ripeto per te forse è inutile se non ti serve potente prendi il 27 base e risparmi. Mi sembra 1800€

  25. nicola ha detto:

    Puoi postare la stessa screenshot che hai fatto alla schermata della risoluzione ma impostandolo sullicona più a destra ovvero quella che recita “più spazio”??
    Grazie nicola

  26. Giovanni ha detto:

    Giovanni, Io dovrei usare per programmi disegni CAD in 3d, vale la pena il 5k

  27. Giovanni ha detto:

    Ho veramente tanti dubbi , non so se comprare il modello precedente o il 5k, ho bisogno di un aiuto, grazie

  28. fabiovilla ha detto:

    io credo che alla fine aspetterò ancora un paio di mesi e prenderò il retina con ssd scheda video da 4 gb e 32 gb di ram…

  29. Giancarlo ha detto:

    Salve,
    io vorrei passare al mondo Mac prendendo un Imac ma non avendone mai avuto uno fisicamente di fronte mi spaventano quelle critiche che ho letto sul web sul vetro glossy e i riflessi che si vedono. Come si comporta in tal senso il nuovo imac retina?
    Grazie

    • Daniele Cogo ha detto:

      Ciao, il vetro lucido è molto problematico se hai alle tue spalle una fonte di luce come una finestra. Se non c’è una fonte di luce alle tue spalle vai tranquillo che lo schermo è ottimo.

    • Lore ha detto:

      ottimo migliore di tutti gli schermi che ho provato!

    • Luca ha detto:

      Avevo questo timore anch’io, lo uso per ritocco e grafica, devo ammettere che il glossy del retina non costituisce un problema. Se avessi una fonte non controllabile di luce dietro le spalle sarebbe un problema pure con un Eizo…

  30. Paolo ha detto:

    Ciao a tutti, per caso qualcuno è al corrente se sono previsti, entro la fine dell’ anno, degli aggiornamenti relativi all’ iMac ?

    grazie :/

  31. Nives ha detto:

    bell’analisi. Se non supportano questi megaschermi con cpu e gpu migliori, continuo a tenermi il mio iMac non retina 😀

    • Daniele Cogo ha detto:

      Eh? Per cosa ti servirebbero CPU (?) e GPU (?) migliori?
      Se devi video giocare prenditi un PC che è meglio, per tutti il resto uno schermo Retina non ha paragoni. Se non te ne rendi conto non ne hai mai visto uno.

      • Nives ha detto:

        forse non hai capito il tenore del mio post. Non ho parlato di giocare. Ho detto che questi Retina sono praticamente uguali in termini di prestazioni a quelli non-Retina di qualche anno fa. Ergo, fintanto che Apple non dimostra di avere ancora interesse verso il mercato desktop computer, mi tengo stretto il mio iMac vecchio di qualche anno, perché tanto – a parte lo schermo, non cambia altro e le prestazioni sono pressoché uguali

  32. gian ha detto:

    Salve,
    Ci si può collegare la box di Sky online?

  33. Angelo Salerno ha detto:

    Salve a tutti, L’IMAC 27″ 5K monta un processore skylake con ram DDR3L, secondo voi posso sostituire le DDR3L con le DDR4????.

  34. tanto col mac non si potra mai usare a piena risoluzione senza vedere i font di sistema alti mezzo millimetro! assurdo.

Aggiungi un commento