Adobe annuncia la Creative Cloud 2015 e Adobe Stock: tutte le novità

16 giugno 2015 ore 10:25 | di | 0 commenti

Adobe ha annunciato al Creative Cloud 2015 e contemporaneamente anche l’inedito Adobe Stock che consente agli abbonati di accedere direttamente dalle applicazioni che compongo la nuova suite a 40 milioni di risorse e royalty free.

Photoshop

La CC 2015 non introduce radicali miglioramenti per le applicazioni che la compongono, ma una serie di interessanti e utili miglioramenti. Ad esempio, il mostro sacro del fotoritocco Photoshop adesso utilizza il motore Mercury Graphics che rispetto alla versione CS6 rende fino a 120 più veloci gli strumenti “Pennello correttivo al volo”, “Toppa” e “Pennello correttivo”, e per quest’ultimo adesso si è in grado di visualizzare i risultati in tempo reale.

Photoshop CC 2015 pone fine agli effetti rasterizzati o con le pile di gruppi di livelli, infatti ora è possibile aggiungerei fino a 10 istanze di determinati stili livello, come ombra esterna, sovrapposizione sfumatura, sovrapposizione colore, ombra interna e tratto, a un livello o a un gruppo di livelli e rielabora qualsiasi stile in qualsiasi momento. 

A volte, dopo l’applicazione di un effetto Galleria sfocatura, l’area sfocata assume un aspetto poco naturale. È ora possibile ripristinare disturbo o granulosità per ottenere un aspetto più realistico.

V2 blur gallery restore noise 1433248723891

Adesso c’è un maggiore controllo nello spostamento e nell’estensione degli oggetti grazie a nuove opzioni di spostamento ed estensione in base al contenuto. Ad esempio: l’opzione “Trasforma al rilascio” consente di posizionare con precisione il un  oggetto in base alle proporzioni e alla posizione dell’immagine a cui si sta lavorando.

Glyph panel 1433248723846

Molto simile ai pannelli Glifi di Illustrator CC e InDesign CC, il nuovo pannello Glifi di Photoshop CC consente di sfogliare tutti i glifi disponibili in un font, di vedere le alternative per i glifi attualmente selezionati e di accedere ai glifi più utilizzati. 

Ora è possibile collegare le risorse in Creative Cloud Libraries: quando una risorsa viene modificata, l’utente e i membri del team con il quale si collabora al progetto possono stabilire se aggiornarla in tutti i progetti Photoshop, Illustrator o InDesign in cui è utilizzata.

Anche l’esportazione delle immagini è stata migliorata rendendola se possibile ancora più semplice e veloce consentendo di estrarre un singolo livello, una tavola da disegno o un intero documento con opzioni per la compressione e l’anteprima avanzata, come la possibilità di ridimensionare l’area di lavoro e una migliore estrazione delle risorse. 

Da segnalare il comportamento migliorato nello spostamento dei livelli; fino all’80% di consumo energetico in meno nei tempi morti; prezzi aggiornati per i fornitori di servizi di stampa 3D e molto altro ancora.

Illustrator

Miglioramenti in termini di prestazioni anche per Illustrator, infatti stando ai dati forniti da Adobe funzioni come zoom, panning e scorrimento adesso sono 10 volte più veloci grazie sempre all’adozione del motore Mercury. in più, per creare e modificare con una maggiore precisione è possibile effettuare con un livello di zoom fino al 64000% (a partire dal 6400%).

Illustrator 2015

Adobe ha anche aggiunto un sistema di sicurezza che permette di non perdere il proprio lavoro in caso di crash improvviso a causa di un font corrotto, ad esempio, anche se si è dimenticati di salvare, infatti  basterà riavviare per ripristinare il file sul quale si era al lavoro. E l’applicazione è perfino in grado di individuare la causa della chiusura inaspettata in modo da poter intervenire. 

La funzione CreativeSync permette di tenere aggiornate e avere a portata di mano tutte le risorse su desktop, web e app mobile. È possibile sincronizzare automaticamente file, font, foto, materiali di progettazione, impostazioni, metadati, risorse Adobe Stock e altro. Sfruttando CreativeSync è in pratica possibile avviare un progetto in qualsiasi app o su qualsiasi dispositivo, e riprendere il lavoro da dove l’abbiano lasciato e terminarlo dove vogliamo. Adobe Preview CC è un’app nativa iOS complementare che consente di collegare i dispositivi a Photoshop tramite USB o Wi-Fi per visualizzare i progetti mentre si lavora.

Altre novità interessanti sono rappresentate dalla nuova modalità di unione/sottrazione a mano libera per lo strumento Crea forme, lo strumento Curvatura è stato ottimizzato per garantire una maggiore flessibilità nel disegno, vari miglioramenti all’area di lavoro Tocco e molto altro. 

InDesign

L’applicazione leader dell’impaginazione professionale è stata migliorata, ora è due volte più velocemente con lo zoom in e out, scorrendo con la rotella del mouse o usando i comandi Pagina su e giù in documenti complessi. Inoltre, potete ridisegnare le miniature di una pagina ancora più velocemente durante la modifica. 

Nuove funzioni che permettono di aggiungere immagini e grafici direttamente nelle tabelle, anche trascinandole dal Finder. È possibile inserire bordi e ombreggiature ai paragrafi senza complicate operazioni manuali ed è possibile sfruttare nuove opzioni della finestra di dialogo Esporta in PDF per definire le impostazioni di visualizzazione predefinite.

Premiere Pro

Adesso si è in grado regolare luce e colore con gli strumenti integrati che combinano le tecnologie SpeedGrade CC e Lightroom CC, e creare progetti Premiere Clip ancora più elaborati, convertendoli e aprendoli nell’app mobile Premiere Clip. Tutti i montaggi, i cue musicali e gli effetti Look applicati appaiono direttamente nella timeline di Premiere Pro.

Il nuovo Premiere pro consente la regolazione automatica della durata del video in base a specifici requisiti di consegna. L’opzione Regolazione tempo del programma Adobe Media Encoder incluso aggiunge o rimuove automaticamente fotogrammi in corrispondenza dei cambi di scena, durante passaggi audio tranquilli e in sezioni con fermi immagine o scarsa attività visiva.

Adobe ha aggiunto anche il supporto di altri formati nativi, come Canon XF-AVC e Panasonic 4K_HS, sfruttare funzioni per regolare la durata del video.

Per i flussi audio sono presenti funzioni per la mappatura dei canali audio, nuove funzioni per l’esportazione multicanale ed ora è possibile inviare video in Audition CC tramite Dynamic Link.

Infine, c’è anche una nuova anteprima composita accessibile durante il taglio; scelte rapide da tastiera intuitive, come la possibilità di aumentare o diminuire i valori del testo di attivazione (hot text) con i tasti freccia su e giù; fa il suo debutto un nuovo mixdown di video AAF; ed è stato notevole migliorata l’esportazione in AAF. 

Adobe Stock

Come anticipato, è un nuovo servizio per la vendita di milioni di foto, illustrazioni e grafica di alta qualità esenti da royalty. Si possono effettuare ricerche direttamente da Photoshop e dalle altre applicazioni della suite selezionando File/Cerca in Adobe Stock.

Il nuovo servizio di Adobe è anche strettamente integrato con Creative Cloud Libraries. È ora possibile aggiungere un’immagine con filigrana a qualsiasi libreria direttamente dal sito Web di Adobe Stock, e usare l’immagine con filigrana nei documenti Photoshop come se fosse un oggetto avanzato collegato a una libreria. Al momento di comprare la licenza per poter utilizzare l’immagine, direttamente dall’interno del pannello Librerie, tutte le istanze della risorsa con filigrana vengono aggiornate con la versione ad alta risoluzione dell’immagine.

Prezzi

I costi della Creative Cloud partono da €12,19 al mese per il piano “fotografia” (versione più recente di Photoshop e Lightroom). Altri piani sono “app singola” (si può scegliere tra Photoshop, InDesign, illustrator, Premiere, ecc.) da €24,39/mese, e “pacchetto completo” per €60,99 mensili. Il pacchetto completo con Adobe Stock costa €97,98al mese comprensivo di 10 immagini ogni 30 giorni (cumulabili fino a 120 immagini). Sono come sempre disponibili piani specifici per piccole e medie imprese, studenti e docenti, Università.

Costi CC 2015

Approfondimenti: , , , , ,

Argomento: Mac

Aggiungi un commento