Recensione: Gestimer, ingegnosa utility per gestire gli eventi a breve scadenza

23 luglio 2015 ore 09:16 | di | 10 commenti

Gestimer mac icon

Nel corso della giornata, quando si è al computer può capitare di doversi ricordare di un evento a breve scadenza, una telefonata da fare, la pizza nel forno da togliere, il caffè sul fuoco ecc.

Utilizzare l’applicazione Calendario per creare un evento ad hoc non è la cosa più rapida: bisogna lanciare l’applicazione, fare doppio click nel giorno e all’orario desiderato, scrivere un piccolo appunto, eventualmente correggere l’ora e scegliere l’avviso più appropriato dal menu a tendina di Avvisi.

Gestimer (€2,99) non solo risolve brillantemente questo problema, ma lo fa in maniera veramente speciale. Si tratta di una piccola applicazione che si installa discretamente nella barra dei menu del Finder, non è sicuramente una novità, infatti nel Mac App Store è possibile trovare un elenco pressoché infinito di programmi di questo genere, ma quello che mi ha lasciato letteralmente meravigliato è la semplicità d’uso, e il sistema “one-click” a dir poco geniale per impostare le varie attività da gestire nell’arco della giornata.

Quando si fa click sull’icona di Gestimer per la prima volta, appare una piccola finestra che vi dirà che non ci sono impegni, e vedrete un pulsante delle Impostazioni (ha l’icona di un ingranaggio) e un simbolo più (+). Cliccando quest’ultimo, non comparirà un pannello per aggiungere un evento, ma un tutorial animato che spiega come usare Gestimer. 

Gestimer

Per impostare un evento è sufficiente cliccare sull’icona di Gestimer tenendo premuto il tasto del mouse o il dito sul trackpad, e trascinare verso il basso. Quando si inizia a trascinare, accanto al puntatore del mouse appare una piccola finestra di dialogo che mostra un timer e l’orario, e più si trascina verso il basso, più il tempo del conto alla rovescia aumenta. È possibile impostare un certo numero di minuti/ore oppure l’orario esatto in cui far suonare l’avviso. Rilasciando il mouse o sollevando il dito dal trackpad, il timer si attiva e inizia il conto alla rovescia.

Gestimer timer

Non è possibile modificare un timer dopo che è stato creato o mettere in pausa una volta avviato, e l’icona della barra del menu non fa differenza tra un timer in esecuzione e uno stand-by. Inoltre, non si può riavviare un timer concluso o renderlo ricorrente, tutto quello che si può fare è aggiungere una descrizione, un picco appunto collegato all’impegno. Infine, non è facilissimo impostare un timer sotto i cinque minuti, infatti bisogna prima trascinare verso il basso, è poi lentamente ritornare in alto.

Considerazioni finali 

Le utility che preferisco sono proprio quelle che si installano nella barre dei menu del Finder, perché consentono di avere sempre in bella vista e a portata di click alcune funzioni specifiche e controlli che altrimenti bisognerebbe andare a cercare nei menu delle applicazioni. C’è addirittura una sezione speciale del blog Utility barra menu dove sono elencate tutte quelle che ho trovato in questi anni.

Gestimer Timer avviso

Il raffinato e semplice meccanismo di Gestimer è più che sufficiente per compensare la sua totale mancanza di funzionalità. Fino ad ora, non ho mai utilizzato un utility per la barra di menu del Finder che mi abbia permesso di interagire in maniera così diretta.

Punteggio (da 1 a 5): 4 0
Pro: ingegnosa interfaccia utente; permette di gestire gli eventi a breve scadenza.
Contro: difficile impostare un conto alla rovescia inferiore a 5 minuti
Compatibilità: OS X 10.10 Yosemite o versioni successive.
Prezzo: 2,99 €, disponibile su Mac App Store.
Produttore: Tuan Anh Nguyen.

Nella speciale sezione del blog Indispensabili di Spider-Mac trovate le segnalazioni dei migliori software (e hardware) “low-cost” per Mac.

Approfondimenti: ,

Argomento: Indispensabili Mac, Mac

Commenti (10)

RSS commenti

  1. Kernel Panic ha detto:

    È veramente utility questa utility… veramente geniale e pratica.

  2. Il Guardiano del Faro Rotto ha detto:

    Con qualche opzione in più sarebbe perfetta, ma va ben anche così. Grazie per la segnalazione.

  3. Giuseppe ha detto:

    Modalità ironia e sarcasmo ON

    …e perché non mettere come requisito minimo OS X 10.24???

    Da quando avere un Mac è diventato chic, si abbonda con software tarato per l’ultima release del sistema operativo.

    Modalità ironia e sarcasmo OFF

    • Fedux ha detto:

      Mah… A me sembra un programmino ridondante. Fra Calendario e Promemoria è davvero una questione di 2 click farlo nativamente. Se poi l’impegno ci arriva da terzi ed è contenuto nel testo di un messaggio basta cliccare sul rettangolino tratteggiato che appare col riconoscimento automatico e l’evento si crea da se…
      Ognuno poi ha le sue abitudini…
      De gustibus…

      • Maria ha detto:

        Due clic… insomma. Con Promemoria:

        1) lanciare Promemoria
        2) clic su un elenco già disponibile o crearne uno nuovo
        3) clic sul pulsante + in alto a destra per aggiungere un nuovo promemoria
        4) digitare un nome per il promemoria
        4) clic sul pulsante a destra del nome per accedere alla schermata Info
        5) mettere il segno di spunta all’opzione “Ricordamelo in un giorno”
        6) clic sull’orario per impostare la scadenza

        Come spiegato nell’articolo, nettamente meglio Gestimer per gli eventi a breve scadenza della giornata

        • Fedux ha detto:

          Tutte e 6 le operazioni che hai indicato forse richiedono 5 secondi…! Comunque non discuto, assolutamente una questione di gusti secondo me.
          Ad esempio io trovo impagabile il fatto che poi gli impegni siano sincronizzati su tutti i miei dispositivi; non lavorando in ufficio ma in mobilità, la sinergia che si crea davvero eccellente.

          • Nacuc ha detto:

            Quoto tutto quello scritto da Fedux.

          • Felix The Cat ha detto:

            Secondo me ti sfugge il motivo per cui è stata creata questa utility, per altro spiegato molto bene nell’articolo: oltre ad essere complicato, non serve a nulla aggiungere un evento al Calendario che si sincronizza con tutti gli altri Mac e dispositivi se l’evento è che bisogna togliere la pizza dal forno entro 10 minuti, richiamare un numero di telefono occupato tra 5 minuti, ricordarsi che bisogna portare il cane fuori entro 30 minuti e così via.

            Chiaramente, se devi aggiungere un avviso che la settimana prossima devi andare dal dentista, devi usare per forza l’app Calendario anche perché questa utility consente di impostare un conto alla rovescia solo per qualche minuto/ora.

            Io la trovo veramente utile e affatto “ridondante”.

            • Fedux ha detto:

              Mi riferivo infatti a “Promemoria” e non a “Calendario”. Sono diversi proprio per i motivi che hai esposto tu.

              • Stefano Donadio ha detto:

                Premesso che è sempre una questione di gusti e abitudini personali, però Promemoria è più adatto per i “todo”, come l’elenco di cose da mettere in valigia, la spesa al supermercato, i regali da fare a Natale, con le varie voci che si spuntano via via che si completano.

Aggiungi un commento