CES 2016: WD annuncia un SSD 256GB a forma di pen drive USB 3.1

5 gennaio 2017 ore 22:05 | di | 8 commenti

SanDisk Extreme Pro

Al CES 2017 in svolgimento a Las Vegas, Western Digital ha annunciato una nuova unità flash SanDisk da 256 GB che offre una velocità di lettura di 420MB/s e 380MB/s in scrittura. La SanDisk Extreme Pro USB 3.1 è praticamente un SSD con il fattore di forma di una pen drive la velocità, la capacità e l’affidabilità di un SSD in comoda fattore di forma di un piccolo flash drive USB.

Grazie alla sua velocità senza precedenti, è possibile trasferire un film 4K  in meno di 15 secondi, e con la sua interfaccia USB 3.1, è possibile collegare rapidamente l’unità ad un Mac (o PC) per spostare i file senza aver bisogno di alcun cavo.

La nuova unità dispone anche di un design sofisticato con un involucro in alluminio resistente agli urti e di un connettore retrattile in modo da coniugare stile e massima affidabilità.

SanDisk Extreme Pro chiusa

La SanDisk Extreme Pro Solid State Flash Drive è disponibile con una capacità di archiviazione di 256 GB, quindi è in grado di soddisfare la maggior parte delle esigenze di utenti consumer e professionisti. Garantita a vita, la  SanDisk Extreme Pro USB 3.1 sarà disponibile alla fine di gennaio su Amazon a un prezzo di € 179,99.

Approfondimenti: , , , ,

Argomento: Mac

Commenti (8)

RSS commenti

  1. fabio bianchi ha detto:

    Ooops CES 2016 nel titolo

  2. Mi sono sempre chiesto il perché della enorme differenza di velocità tra i dischi ssd e le chiavette usb… è il controller interno? Sono le celle molto più lente?

  3. Vincy ha detto:

    Il prezzo al momento mi sembra molto eccessivo. Ci sono chiavette usb tipo la P20 che hanno velocità molto simili che costano molto meno anche se per 128GB.

    • Stefano Donadio ha detto:

      La pen drive a cui ti riferisci è proprio una pen drive, con una velocità inferiore di 1/3 rispetto a quest’altra, che a tutti gli effetti offre prestazione di un SSD. Sono due prodotti differenti per esigenze completamente diverse.

      • Vincy ha detto:

        Stefano in lettura 400 in scrittura 270. Non mi sembrano un terzo inferiori ma molto vicini. Sul fatto che in generale abbia un sistema di accesso ai file molto più efficiente questo lo capisco ma credo che a quel prezzo sia molto di nicchia come target di clientela. Io sulla P20 per lavoro faccio giarare Windows attraverso Parallels e va benissimo.

        • Stefano Donadio ha detto:

          La velocità di scrittura è quella più importante, ed è 380MB/s contro 270MB/s, e sono tutto tranne che molto vicini, anche perché permette alla nuova pen drive/SSD di trasferire un film 4K in 15 secondi. Poi la connessione USB 3.1 offre una serie di vantaggi rispetto all’USB 3.0, come una maggiore affidabilità nel trasferimento dati.

          Più che di nicchia, come suggerisce anche il nome, è una unità destinata ai professionisti che cercando le prestazioni di un SSD, ma anche la massima portabilità e praticità, quindi, sebbene abbia la forma di una pen drive, non è destinata a chi cerca una pen drive.

Aggiungi un commento