10 anni di iPhone, io, e il no ad Android

9 gennaio 2017 ore 20:50 | di | 3 commenti

Steve Jobs iPhone 3 dispositiviu

Dieci anni fa, oggi, nel corso dello storico Keynote del Macworld post Epifania, uno sfavillante Steve Jobs presentava l’iPhone meravigliando il mondo intero. Pochi dispositivi hanno cambiato così radicalmente la vita di tutti noi.

Anche se una volta Jobs disse che “La gente non sa quello che vuole finché non glielo si mostra”, a grandi linee l’iPhone era esattamente il dispositivo che desideravo. Infatti, avevo bisogno di una agenda in cui segnare gli appuntamenti e prendere note, di una macchina fotografica, e di un telefono, e ogni giorno portavo come me distribuendoli nelle varie tasche un Palm Tungsten T “retrattile”, una Nikon Coolpix S6, e un Motorola Razr, cioè quanto di più piccolo e trasportabile c’era in giro all’epoca per ogni rispettiva categoria di dispositivi.

SteveJobsUnveilsiPhone

Con l’iPhone, acquistato in America ad ottobre del 2007, avevo risolto tutti i miei “problemi esistenziali”: un solo dispositivo multifunzione in tasca. Certo, la fotocamera non era all’altezza delle compatte di quegli anni, ma, si sa, la migliore macchina fotografica è quella che si ha in tasca.

In questi dieci anni, ogni nuovo iPhone è stato migliore del precedente. Non è così scontato che accada, forse nessun altro smartphone può vantare un successo dopo l’altro come il telefono di Apple.

Dopo qualche anno è arrivato Android, un po’ come dopo il Macintosh arrivò Windows.

Samsung galaxy s iPhone 1

Come oramai saprete, non utilizzo dispositivi del robottino verde, non si tratta di una guerra di religione, ma di una “scelta ambientale”.

Non mi piace l’ambiente che gravita attorno ad Android. Prima Google ha piazzato una “spia” all’interno del Consiglio d’Amministrazione di Apple (il suo CEO, Eric Schmidt) che con la scusa di ottimizzare l’integrazione tra Maps e iPhone ha carpito importanti informazioni per lo sviluppo di Android.

Poi, è arrivato il colosso Samsung, che ha letteralmente copiato l’iPhone. Ricordo quasi incredulo il famoso manuale dei coreani destinato ai suoi ingegneri dove nella pagina di sinistra c’era descritto l’iPhone, e in quella di destra il Galaxy, e le indicazioni su cosa copiare dell’iPhone.

Approfondimenti: ,

Argomento: iOS

Commenti (3)

RSS commenti

  1. Saverio scrive:

    La vera killer feature dell’iPhone è la potentissima integrazione hardware e software. Putroppo Android non ha questo vantaggio. C’è da dire però, e credo tu debba ammetterlo, che molti telefoni Android sono costruiti veramente bene. Il Samsung S7 a mio parere fa foto decisamente migliori anche di iPhone 7 e 7Plus. Putroppo monta il sistema operativo sbagliato.
    Aggiungo che mi dispiace tantissimo che Microsoft abbia abbandonato la telefonia mobile. Aveva idee molto interessanti (vedi Continuum o come diavolo si chiama) ma un software con una interfaccia che definire orribile è farle un complimento. Un vero peccato, io avevo cominciato a crederci un pochino..

    • Tonino scrive:

      Samsung fa foto migliori? Si, ne ho viste diverse e sembrano buone solo se le guardi da lontano. Se le guardi da vicino, sembrano irreali, finte. Probabilmente avrò visto il Samsung sbagliato. Comunque, con questo articolo, si vuole ricordare il primo l’iPhone, dispositivo “esclusivo” di Apple, al quale poi tutti si sono ispirati (copiato), facendo meglio o peggio (cos’è meglio o peggio è soggettivo) ma questo è un altro discorso.

  2. Kalimer scrive:

    Diamo a Cesare quel che è di Cesare: Jobs pronunciò la famosa frase citando Ford che disse che se avesse chiesto alle persone che cosa vogliono prima di produrre autovetture, avrebbe ricevuto come risposta “carrozze con più cavalli” per il semplice fatto che non sapevano cosa fosse un’auto.

Aggiungi un commento