Indispensabili: SyncTwoFolders sincronizza due cartelle in due click, forse meno

28 gennaio 2017 ore 13:33 | di | 17 commenti

SyncTwoFolders

Quando si lavora ad un progetto particolarmente importante, è una buona idea salvare una copia del proprio lavoro in più posti. Allo stesso tempo, se si sta lavorando su vari computer, ad esempio un iMac a casa e un MacBook quando si è fuori, avere accesso alla versione più recente di un documento è altrettanto importante.

SyncTwoFolders 3 5 (download diretto 6,5MB) è una piccola utility per macOS che consente di sincronizzare rapidamente due cartelle, di verificare che entrambe contengano la versione più recente di un file, e anche di rimuovere quelli che sono stati eliminati.

Interfaccia chiara e intuitiva

L’interfaccia utente di SyncTwoFolders è rappresentata da una singola finestra da cui è bisogna indicare il percorso della cartella di origine e quella di destinazione cliccando sui relativi pulsanti “Seleziona cartella”. Oltre ad un Mac condiviso in Rete o collegato via cavo, si può anche scegliere una cartella su un server remoto a patto che la sua immagine sia già stata montata sulla scrivania del Mac.

SyncTwoFolders003

Indicate le due cartelle, bisogna scegliere la modalità di sincronizzazione selezionando una delle opzioni a disposizione, ed è possibile visualizzare una spiegazione portando il cursore del mouse sopra il relativo pulsante (immagine in alto).

SyncTwoFolders002

Tre opzioni di sincronizzazione

SyncTwoFolders offre tre tipi di sincronizzazione: 1) Reciproco, 2) Origine integra Target (destinazione), 3) Origine sostituisce Target. Negli ultimi due casi si ha anche la possibilità di sostituire automaticamente i file più recenti spuntando l’opzione “Sovrascrivi i più recenti”.

SyncTwoFolders consente perfino di non sincronizzare alcuni tipi di file indicando nell’apposito riquadro i rispettivi prefissi, nomi o estensioni, e può sincronizzare anche le icone.

Un volta effettuate le proprie scelte, click sul pulsante “Simula”, che consente di eseguire una simulazione della sincronizzazione prima di effettuare effettivamente i trasferimenti. Se tutto è a posto, click sul pulsante Sincronizzazione in basso a sinistra e poi su quello immediatamente a destra “Sinc registro”.

SyncTwoFolders004

Ultimo ma non meno importante, SyncTwoFolders offre la possibilità di salvare le impostazioni correnti come modello: click sul pulsante più (+) a destra del menu a tendina “Ultime impostazioni”, attribuite un nome adeguato al tipo di impostazioni, che poi potrete selezionare rapidamente dallo stesso menu a tendina. 

SyncTwoFolders005

Considerazioni finali

SyncTwoFolders non sostituisce i tradizionali sistemi di backup e sincronizzazione come Time Machine o iCloud, DropBox e così via, ma è una opzione in più per creare una ulteriore copia di sicurezza di un progetto particolarmente importante.

L’utility offre strumenti semplici ed estremamente intuitivi per sincronizzare il contenuto di due cartelle diverse in pochissimo tempo. Inoltre, la funzionalità di simulazione integrata consente di visualizzare in anteprima i risultati prima di eseguire effettivamente le modifiche.

Nella speciale sezione del blog Indispensabili di Spider-Mac trovate le segnalazioni dei migliori software (e hardware) “low-cost” per Mac.

Approfondimenti: , , ,

Argomento: Indispensabili Mac

Commenti (17)

RSS commenti

  1. Luigi Cubeddu ha detto:

    Lo uso da tempo e spesso mi ha aiutato molto nel trovare file ripetuti più volte!

  2. Jive ha detto:

    Come consigli di sincronizzare solo la cartella musica di iTunes su un disco esterno per poterla tenere sempre aggiornata? Grazie Stefano

  3. mmmmm io preferisco chronosync

  4. Betta ha detto:

    Io uso Resilio Sync, ottimo per sincronizzare i dati anche come cloud personale e per trasferire file fra Mac e iPad/iPhone

  5. GekoRepoz ha detto:

    Pessimo… avviato sincronizzazione della cartella iTunes Media… crash…

  6. Lorenzo Capitani ha detto:

    la uso anc’io da tempo, ma a volte si “frizza” durante la sincronizzazione soprattutto cone grandi moli di dati. A volte basta solo un po’ di pazienza, altre si blocca proprio. Un’alternativa (affidabile, gratis e opensource) è FreeFileSync (www.freefilesync.org).

  7. Roberto ha detto:

    Ciao Stefano, io ho un problema nell’uso professionale del mio iMac e del MacBook Pro che forse questo prodotto potrebbe risolvere e per il quale ti chiedo consiglio.
    Sui miei due Mac uso Mail e ho creato diverse sottocartelle dove salvo (grazie alle regole) diverse email che successivamente decido se mantenere o meno. Il problema – per me davvero pesante visto che sono comunicazioni di lavoro – è che se elimino o sposto alcune email archiviate nel iMac, poi devo fare manualmente la stessa operazione sul MacBook Pro o viceversa. In pratica una follia da gestire! Uso per tutti gli altri file con grande soddisfazione Sugarsync, ma questo programma non può gestire i file di sistema…
    Per cortesia, sai dirmi se esiste una soluzione affidabile al mio problema?
    Ti ringrazio moltissimo.
    Roberto

    • Stefano Donadio ha detto:

      Ciao Roberto,
      nel tuo caso non ti serve alcuna utility di sincronizzazione. Devi creare le regole non sul Mac, ma direttamente sul server (devi fare il login del tuo account email via Web), e l’account di posta deve essere IMAP. In questo modo, indipendentemente dal Mac che utilizzi, troverai tutte le email “deviate” nella cartelle senza dover far nulla.

      Se usi Gmail, devi creare un filtro e poi assegnare una “Etichetta” (che corrisponde alla cartella di Mail).

      P.S.
      Dopo che hai creato le regole sul server, ricordati di eliminare/disabilitare quelle di Mail:

      • Roberto ha detto:

        Ciao Stefano e intanto grazie di cuore della tua rapidissima e ottima risposta.
        Tra l’altro evitare le regole sul Mac alleggerirebbe credo il lavoro di Mail.
        Siccome le mia capacità informatiche non sono… troppo elevate, sai dirmi se posso trovare un tutorial da qualche parte, non vorrei combinare dei guai.
        Peraltro uso già il formato IMAP legato alle caselle del mio sito professionale. Comunque se ho capito esatto una volta fatto l’accesso creo sull’account (e non più su Mail) le singole sottocartelle con gli stessi nomi di quelle attuali, poi imposto delle regole per indirizzare “a monte” le email nelle relative cartelle. Dovrei quindi trovarmi sul Mac le sottocartelle. Devo cancellare quelle attuali?
        Perdonami se ti disturbo ancora, ma se mi riesci aiutare, mi risolverai un problema enorme!

        • Stefano Donadio ha detto:

          Tutto esatto, ma oltre a creare un filtro sul server, sempre sul server devi creare anche la cartella collegata al filtro. Poi sul Mac elimini filtri e cartelle locali.

          Se usi un account @cloud, segui le istruzioni di quest’altro articolo click qui

          Se usi Gmail: click qui

          • Roberto ha detto:

            Ottimo, appena ho un attimo provo e poi ti aggiorno. Nella tua risposta manca solo il link alla soluzione per Gmail, potresti aggiungerlo solo con comodo?
            Grazie ancora di cuore!

            • Stefano Donadio ha detto:

              Ecco il link

              Dal momento che siamo finiti fuori argomento, per ulteriori domande usa questo modulo click qui

              • Roberto ha detto:

                Scusami Stefano, scrivo solo per ringraziarti per il tuo preziosissimo aiuto che mi ha permesso di risolvere il problema. 😀😀😀
                In realtà ho creato le prime cartelle sul server e poi sia le sottocartelle che le relative regole direttamente da Mail (molto più semplice e diretto).
                Complimenti perché credo davvero che il tuo sito sia il migliore per il mondo Apple in Italia! 👍

Aggiungi un commento