SPIDER-LABS: iMac metà 2017, i benchmark del Fusion Drive 1TB e 2TB

14 giugno 2017 ore 14:04 | di | 8 commenti

IMac meta 2017

Nel 2012, Apple ha introdotto per la prima volta il Fusion Drive, il magico disco che fonde il meglio di due mondi, la velocità di una unità a stato solido (SSD) e la grande capacità di archiviazione dei dischi tradizionali a piatti rotanti. La differenza con i dischi ibridi è che il Fusion Drive sposta in tempo reale e non copia i file, e tutte le operazioni di scrittura vengono effettuate sull’SSD. In pratica è come avere un enorme SSD.

Inizialmente Apple ha offerto come opzione a pagamento in fase di configurazione degli iMac, il Fusion Drive da 1TB  a €250, e da 3TB per €400. In entrambi i casi, il Fusion Drive era costituito da un SSD da 120GB, più naturalmente il disco tradizionale da 1TB o 3TB.

IMac 2017

Poi Apple ha deciso di rendere più economica questa opzione a pagamento creando un Fusion Drive da 1TB (+ €120) composto da un SSD di soli 27GB e destinato all’utenza consumer, ed un Fusion Drive da 2TB (+ €240) per gli utenti “pro”  con un SSD da 120GB.

Sui nuovi iMac metà 2012, il Fusion Drive è di serie per i tre modelli da 27”, ma solo il top di gamma ha il Fusion Drive “professionale” da 2TB. Per quanto riguarda l’iMac 21”, unicamente il top di gamma ha di serie il Fusion Drive “consumer” da 1TB. Per gli iMac 21” il Fusion Drive da 2TB non è disponibile neppure come opzione a pagamento.  

Che il Fusion Drive da 2TB sia destinato ad una utenza professionale lo spiega Apple stessa in una nota “Per performance ottimali, se il tuo iMac ha 32GB di memoria dovresti scegliere un’unità Fusion Drive da almeno 2TB o l’archiviazione flash.” Infatti, 32GB è un quantitativo di RAM necessario i professionisti che si occupano di grafica e video, che hanno a che fare con file di enormi dimensioni.

IMac 27 2017 info

Per confrontare le prestazioni tra il Fusion Drive “consumer” e quello “professionale” lo SPIDER-LABS ha eseguito una serie di test sui nuovissimi ’iMac 21” 4K Intel Core i5 quad-core 3,4GHz con Fusion Drive 1TB e l’iMac 5K Intel Core i5 quad-core 3,8GHz con Fusion Drive da 2TB. 

IMac 21 2017

Benchmark

Il “Finder Test” è costituito da tre prove. La prima consiste nella duplicazione di 2GB di file, il secondo prevede la compressione (Zip) di una cartella con 6GB di documenti, e l’ultima prova la decompressione (unZip) dell’archivio della cartella di 6GB.

I test di duplicazione e di decompressione permettono di valutare la velocità della memoria interna del sistema. Naturalmente, i Mac dotati di memoria flash, sono molto più prestanti rispetto a quelli con hard disk tradizionali. La compressione di una cartella sforza più la CPU rispetto alla velocità del disco.

IMac 2017 Test Finder

Preliminarmente vale la pena notare che il Fusion Drive da 2TB garantisce prestazioni del tutto simili rispetto ad un Mac con SSD “puro”. Infatti, l’iMac 27” con Fusion Drive “pro” impiega 6 secondi nel test della duplicazione, e 21 secondi in quello della compressione, mentre il mio MacBook Pro 15”  Touch Bar fine 2016 ha impiegato 5 secondi, e 25 secondi, rispettivamente. Quindi si tratta di differenze difficilmente percepibili.

Per quanto riguarda il confronto  tra i due Fusion Drive, quello “pro” nei test della duplicazione e della compressione risulta essere più veloce del 79% e 84%, rispetto al Fusion Driver consumer, e mediamente del 51,9%.

Da notare che nel test “unzip”, il nuovo iMac 21” con Fusion Drive da 1TB risulta addirittura più lento dell’iMac 27” con hard disk tradizionale. Questo perché dei 27GB disponibili dell’SSD, quasi 20GB sono occupati dal sistema operativo, quindi al momento di effettuare la decompressione, il file da 6GB è rimasto sull’hard disk per mancanza di spazio sull’SSD.

Il Fusion Drive “consumer” nei test della copia e della compressione è risultato più veloce del 33% e del 21%, rispetto all’iMac 21” con hard disk, e considerando le tre prove, mediamente solo del 12%. Questo perché nel test della compressione dove conta la velocità del processore, il nuovo Intel Kaby Lake è risultato più lento rispetto al chip Sky Lake in dotazione con la precedente generazione di iMac.

IMac meta 2017 foto

Il secondo gruppo di benchmark prevede tre tipi di test dove la velocità del disco, e quella del processore sono fondamentali:

Photoshop Creative Cloud: il test consiste nell’eseguire una serie di script e azioni con varie fotografie che in totale pesano 100 MB. La velocità dei processori, della RAM, e dell’ hard disk entrano in gioco in questo test.

Lightroom: il test di Lightroom prevede l’importazione 200 foto RAW, che poi vengono processate. La prova serve per verificare la velocità dell disco rigido e quella del processore.

Foto: comporta l’importazione di 500 foto in formato JPEG. Questa prova mette sotto stress la velocità del disco e quella del processore.

Dal momento che questo gruppo di test comporta l’utilizzo di file di dimensioni nettamente più piccole rispetto alla prove del Finder, tutti i file utilizzati hanno trovato sempre spazio sull’SSD da 27GB del Fusion Drive da 1TB. Così, il Fusion Drive da 2TB “pro” è risultato più veloce appena del 14,6% rispetto al Fusion Drive 1TB “consumer”.

Infine, l’iMac 21” con Fusion Drive consumer è risultato in media più veloce del 20% rispetto all’iMac 27” con hard disk, e del 29% se confrontato con il’iMac 21” del 2015, dotato sempre con un disco rigido tradizionale.

Considerazioni finali

Il Fusion Drive da 1TB svolge egregiamente il lavoro per cui è stato progettato, ed è chiaramente indirizzato ad una utenza consumer che per studio o lavoro ha a che fare con file di piccole dimensioni.

Il Fusion Drive da 2TB è in grado di gestire file di grandi dimensioni con praticamente la stessa velocità di un Mac con SSD puro.

Approfondimenti: , , , ,

Argomento: Mac

Commenti (8)

RSS commenti

  1. Emperor Zurg ha detto:

    Interessante. Non capisco perchè Apple non offre la possibilità di avere il fusion Drive 2TB “pro” anche sull’iMac 21″…

  2. AB Norme ha detto:

    Sono tentato dall’acquistare iMac 21″ con SSD da 256GB e aggiungere un disco esterno: hai consigli su un disco con buone performance (eventualmente anche da 3,5″ con annesso alimentatore) ma dal prezzo contenuto? Non sono un professionista, ma mi diletto amatorialmente… Grazie!

  3. babyrevolution80 ha detto:

    Buongiorno, una curiosità! Quindi se supero i 120 gb di ssd poi mi si rallenta tutto?

    • Stefano Donadio ha detto:

      Con l’SSD da 120GB non è possibile che accada perché solo le applicazioni e i file più importanti o quelli che si stanno utilizzando si trovano sull’SSD, e il sistema operativo lascia sempre una riserva di GB liberi.

      Con l’SSD da 27GB, circa 20GB sono occupati da macOS, quindi c’è poco spazio di riserva per gestire file di enormi che si aprono, e che non si trovano già sull’SSD.

Aggiungi un commento