Moof! Intrigo internazionale alla Alfred Hitchcock di Apple

1 agosto 2017 ore 12:47 | di | 4 commenti

Time2002 540x682Non so voi, ma io rimpiango la magia dei Keynote dei Macworld (gli attuali Apple Special Event), quando non si sapeva nulla dei nuovi prodotti fino a quando Steve Jobs non li presentava.

Le fughe di notizie, come la copertina del Time con la foto dell’iMac del 2002 pubblicata il giorno prima dell’evento, è stata la classica eccezione che ha confermato la regola dell’assoluta segretezza che ha sempre circondato il lancio di un nuovo prodotto di Cupertino, almeno fino a quando la produzione non è stata spostata in estremo oriente.

Gli stabilimenti asiatici dove si assemblano gli iPhone si sono dimostrati un vero e proprio colabrodo in quanto a segretezza, e le fughe di notizie non solo hanno guastato l’effetto sorpresa degli Special Event, ma probabilmente hanno creato non pochi problemi ad Apple, perché la concorrenza è riuscita a sapere le novità dei nuovi iPhone in anticipo, e ad aggiungerle ai propri smartphone.

Design iPhone 8A tutto questo si sommano anche alcune “sviste” di Apple, come quella dei riferimenti sul prossimo iPhone all’interno del firmware dell’HomePod rilasciato agli sviluppatori la settimana scorsa.

Non si tratta della prima volta che accade una cosa del genere, ma francamente gli “indizi” sulle caratteristiche dell’iPhone 8 inclusi nel firmware dell’HomePod sono fin troppi, a partire dall’icona del telefono che ne ha svelato il design, eppure sarebbe bastato una immagine anonima da aggiornare dopo il lancio dei nuovi smartphone, visto che l’HomePod arriverà solo a dicembre.

Le possibilità sono due. La prima è che qualcuno a Cupertino adesso sta passando un brutto quarto d’ora per queste ingenuità. L’altra, ben più affascinante, è che Apple in occasione del decimo anniversario dell’iPhone abbia deciso di preparare un lancio in grande stile, e per stupire il mondo ancora una volta l’effetto sorpresa è fondamentale, così ha deciso di attuare un depistaggio, inserendo false informazioni nel firmware dell’HomePod perché sapeva che qualche sviluppatore infedele le avrebbe rivelate.

Intrigo internazionaleDel resto, lo sviluppatore che ha individuato i vari riferimenti all’iPhone 8, non è stato espulso dal programma a pagamento Apple Developer, che prevede una rigidissima clausola di riservatezza che impedisce perfino di discutere con altri sviluppatori delle novità hardware e software di prodotti non ancora annunciati.

In più, se avete seguito i rumor dei mesi scorsi ribattuti dalla maggior parte dei siti e blog stranieri e  italiani, le notizie sull’iPhone 8 sono state al limite del paradossale, infatti un giorno veniva annunciata una novità, e quello seguente la stessa veniva negata, come la presenza o meno del Touch ID.

Insomma, una intricata trama degna di quella piena di colpi di scena del celebre film Intrigo internazionale (North by Northwest) di Alfred Hitchcock.

Approfondimenti: ,

Argomento: Moof!

Commenti (4)

RSS commenti

  1. ilfolle ha detto:

    …ed infatti questa cosa un pò scoccia.
    vedere una presentazione apple con un nuovo prodotto era come scartare il regalo di natale,adesso sappiamo praticamente tutto già mesi prima.
    ma perchè apple non trova una soluzione?
    ormai è una pratica che da anni va avanti e di cui molti fans (e credo anche all’interno della stessa apple) si lamentano….insomma non piace molto, a meno che non sia calcolato tutto.
    visto che sei fan dell’alfa,ti tircordi alla presentazione della giulia la segretezza che c’era?
    solo una foto rubata usci il giorno prima della presentazione,ed era pure sfuocata e fatta male.
    in quel caso l’azienda ha agito alla grande.

  2. Juri ha detto:

    L’ultima volta il telefono di un concorrente per anticipare i tempi ha preso fuoco, magari si voglio divertire un pò con la stampa e con i rivali…

  3. Mauro ha detto:

    Sarebbe fantastico se fosse davvero così, sai le risate! 😂

  4. 42 ha detto:

    Anch’io ho pensato che quest’anno fosse in atto una clamorosa azione di depistaggio. In particolare per le affermazioni molto anzitempo e “precise” di un Mark Gurman che è notoriamente fra i meglio introdotti a Cupertino.
    Personalmente ho dubitato e dubito dell’esistenza di 3 modelli … e mi sbaglierò ma continuo a ritenere questa l’informazione “tarocca” alla base di informazioni commerciali particolarmente fasulle su nomi, numeri e date di rilascio. Io mi aspetto al solito 2 modelli (magari 3 con una riedizione “intelligente” dell’SE) alle solite date da metà settembre in avanti … e magari senza più alcun tipo di numero ma solo l’anno per caratterizzarli.
    Aggiungo che spero vivamente che l’adozione di display OLED non significhi un’appiattimento sugli sAMOLED PenTile i cui dati tecnici sono da sempre talmente bidoni da gridare vendetta al cielo …

Aggiungi un commento