La potenza dell’iPhone X ridicolizza il mondo Android

14 settembre 2017 ore 10:06 | di | 5 commenti

Benchmark A11 Bionic

Uno dei vanti degli utenti del lato oscuro dell’informatica mobile sono le impressionati specifiche hardware dei loro smartphone Android. A leggerle, sembrano quelle di un potente computer, prendete ad esempio il Samsung Galaxy S8+ che ha un processore Octa-Core a 2.3GHz e 4GB di RAM.

Nonostante le importanti specifiche hardware dei dispositivi Android, stando ad alcuni benchmark apparsi in Rete, il nuovo iPhone X con processore  A11 Bionic con “solo” 6 core e “appena” 3GB di RAM ha letteralmente lasciato nella polvere gli smartphone top di gamma del lato oscuro, incluso proprio il Samsung Galaxy S8+ e il Google Pixel.

Apple, che è una delle poche aziende licenziatarie  ARM, e quindi può produrre processori propri, con l’A11 ha messo appunto un chip “rivoluzionario”, perché ognuno dei core funziona indipendentemente dagli altri. Due core “Mistral” sono destinati a compiti che richiedono una notevole capacità di calcolo, mentre gli altri quattro core “Monsoon”, che hanno un impatto minore sulla batteria, servono per task “leggeri” come l’ascolto della musica, la lettura delle email e così via.

Approfondimenti: , , , ,

Argomento: iOS

Commenti (5)

RSS commenti

  1. Sergio Zaccardelli ha detto:

    Direi che ridicolizza tutto, anche gli altri iPhone

  2. Lord Klaus ha detto:

    “La potenza dell’iPhone X ridicolizza il mondo Android” : nulla di nuovo qui, si chiama ottimizzazione, sfruttare fino all’ultimo grammo di potenza di un hardware creato appositamente. E’ uno dei tanti aspetti che amo di Apple, legata a questa filosofia “del passato” quando occorreva lavorare come matti per trarre ogni possibile beneficio dall’hardware, spremendolo fino all’osso, evitando di fare come fa la concorrenza androidiana che per avere prestazioni decenti, deve adottare hardware sovradimensionato in modo ridicolo (che poi è parte del gioco a “chi ce l’ha più grosso” degli utenti android, che si beano dei loro deca core con 128 Gb di ram, utilizzati per andare a scrivere su facebook quanto sia figo il loro plastofonino coreano con dieci core e 128 Gb di ram e schermo al plutonio)

  3. Michele ha detto:

    L’effetto Waaoo che esigeva Steve

  4. Edoardo ha detto:

    X secondo me sta per Mutazione….hanno fatto un lavoro da supereroi …😂

  5. savick ha detto:

    Però nei MacPro tutta questa potenza non la trovo, è ridicolo solo il fatto che al giorno d’oggi si possano installare solo 2 schede grafiche…

Aggiungi un commento