macOS High Sierra: i 3 casi in cui conviene fare una installazione pulita

26 settembre 2017 ore 10:04 | di | 40 commenti

Installazione macOS High SierraIl processo di installazione di macOS ha fatto passi da giganti rispetto a quando era consigliato-necessario fare tabula rasa del disco d’avvio formattandolo, e non poteva essere diversamente perchè adesso Apple rilascia una nuova versione del sistema operativo ogni anno invece che con cadenza biennale o triennale.

È semplicissimo aggiornare al nuovo macOS High Sierra, occorrono esattamente 3 click, inclusa l’eventuale conversione al nuovo file system APFS, tuttavia ci sono almeno tre casi in cui è necessario impegnare qualche ora del proprio tempo per fare una installazione pulita, che come tale impone di NON utilizzare l’opzione ripristina dati dal backup di Time machine, perchè altrimenti si imputerebbero anche i problemi che sono proprio la causa dell’installazione pulita: 

1) Se avete installato la beta di High Sierra sul disco d’avvio e non su una partizione oppure su una unità esterna, allora siete “costretti” a fare una installazione pulita. Il consiglio non viene direttamente da me, ma addirittura da “mamma Apple”.

2) Se dopo aver installato High Sierra direttamente sul precedente sistema operativo (aggiornamento) continuate ad avere gli stessi problemi di prima, come applicazioni che si chiudono inaspettatamente, stranezze del Finder, disconnessioni “misteriose” di mouse e tastiera Bluetooth e così via.

3) A seguito di qualche “strano” partizionamento del disco di avvio del Mac può accadere che non sia stata creata la speciale partizione di ripristino. Per controllare, avviate il Mac tenendo premuti i tasti ⌘ – R.  Se accedete alla schermata “Utility macOS”, siete “salvi”. Diversamente, alla luce di quando sia utile la modalità di recupero di macOS, è necessario eseguire una installazione pulita.

Utility macOS High Sierra

Come effettuare una installazione pulita

Esci Install macOSUna volta terminato il download di macOS High Sierra dal Mac App Store, chiudete l’applicazione d’installazione dal Dock poi seguite queste istruzioni.

1. Assicuratevi di avere un backup aggiornato o un backup di Time Machine o un clone utilizzando un programma come SuperDuper o Carbon Copy Cloner del disco rigido del Mac (vi consiglio un clone). Verificate anche che il backup “funzioni”. Per testare un clone avviabile di backup o altro, utilizzare il pannello Disco di Avvio nelle Preferenze di Sistema per l’avvio dal disco di backup. Per verificare un backup di Time Machine o altro non avviabile di backup, ripristinare alcuni file per accertarvi che il processo funzioni.

2. Create un hard disk o memoria flash avviabile di High Sierra seguendo le istruzioni di quest’altro articolo macOS High Sierra: come creare una unità avviabile di installazione con la nuova procedura Apple

3. Avviate il Mac con l’unità d’installazione di macOS High Sierra avviabile creata al punto 2 selezionando Preferenze di Sistema/Disco di avvio dal menu , quindi click sul lucchetto in basso a sinistra ed autenticatevi. Ancora un click su Install macOS High Sierra macOS 10.13 e premete Riavvia.  Eseguito il boot (avvio), vi ritroverete la schermata “Utility macOS” di cui sopra.

5. Selezionare Utility Disco e fate click su Continua, quindi utilizzare Utility Disco per cancellare il disco interno del vostro Mac. Per farlo, selezionate l’hard disk nella colonna di sinistra, click su Inizializza nel riquadro di destra in alto, scegliere Mac OS X Extended (Journaled) dal menu a comparsa di Formato, e quindi click su Inizializza.

Attenzione: questa operazione cancella tutti i dati sul disco fisso del Mac, ed è per questo che avete bisogno di un backup!

6. Quando la procedura di inizializzazione è ultimata, uscite da Utility Disco per tornare alla schermata di Utility OS X.

7. Selezionare Reinstalla macOS e click su Continua per avviare l’installazione di High Sierra.

Come recuperare selettivamente i file da un altro backup di Time Machine

Dopo il riavvio del Mac, e terminata l’installazione, si passa alla procedura per il trasferimento dei dati dal backup di Time Machine. Ci sono almeno due sistemi per copiare manualmente i file che vi interessano

1. Sfoglia altri dischi di backup

Sfoglia altri dischi backup

Il primo passo è collegare l’hard disk del backup di Time Macine al Mac, quindi premete e tenete premuto il tasto Opzione (alt), cliccate sull’icona di Time Machine nella barra dei menu del Finder (se non c’è, andate in menu /Preferenze di Sistema/Time Machine e mettete il segno di spunta all’opzione “Mostra Time Machine nella barra dei menu”) e selezionate l’opzione “Sfoglia altri dischi di backup” come da foto a destra.

Dalla successiva finestra di dialogo bisogna scegliere l’hard disk precedentemente collegato al computer, quindi si entrerà nella consueta schermata di Time Machine, con la “linea del tempo” sulla destra. Selezionando una cartella si potrà ripristinare il documento o libreria desiderata, ed eventualmente  “tornare indietro” con le date per recuperare un file modificato in una certo momento.

Recuperare selettivamente documenti Time Machine

2. Navigando dal Finder

Collegato l’hard disk di backup al Mac, bisogna aprire una finestra del Finder e selezionare il disco dalla colonna laterale. All’interno dell’hard disk di Time Machine c’è una cartella chiamata Backups.backupdb, apritela e ne troverete un’altra con il nome del vostro computer. All’interno di quest’ultima ci sono una infinità di cartelle contrassegnate da date, premete la combinazione ⌘-2 per disporre la cartella in modalità vista elenco, cercate e aprite la cartella che si chiama Latest che include l’ultimo backup effettuato.

Backup Time Machine

Entrambi i sistemi sono validi, ma il primo è più pratico perché permette di scorrere velocemente la varie versioni di un file con la linea del tempo laterale, mentre per fare la stessa cosa con il secondo sistema bisogna ogni volta aprire la cartella del backup con la data precedente. Ad esempio, nella foto in basso ho cercato un file nella cartella del backup effettuato il 2013-11-09, e non trovandolo ho aperto anche quella del 2014-01-27.

Ripristino Back up Time Machine Manuale

Quali documenti si possono copiare

Applicazioni

Le applicazioni vanno installate manualmente, quelle comprate dal Mac App Store si possono scaricare dalla sezione Acquistati, per tutte le altre bisogna fare riferimento al sito dello sviluppatore. Prima di procedere con l’installazione pulita, annotavi da qualche parte i seriali dei software.

Documenti Home

Per le cartelle che si trovano nella Home (la cartella con il vostro nome utente che ha l’icona di una casetta) dovete copiare i file che si trovano nella cartella e non direttamente la cartella perché ha dei pressi differenti. In pratica, se desiderate recuperare tutti i contenuti che si trovano in Documenti, dovete aprite la cartella, e selezionate i documenti che vi interessano.

Librerie

La libreria di Foto si trova in Home/Immagini

La libreria di iTunes si trova in Home/Musica (bisogna copiare l’intera cartella iTunes).

Approfondimenti: , , , ,

Argomento: Mac

Commenti (40)

RSS commenti

  1. Giorgio ha detto:

    Ho una domanda per chi è erudito sull’installazione pulita su un server che fa le bizze. Se azzero tutto, installo High sierra poi gli dico di recuperare tutto dal backup di time machine ottengo un sistema lindo e un server che ha recuperato tutte le informazioni degli utenti?

  2. Sauro ha detto:

    Dopo aver fatto una installazione pulita, da Time Machine si può sempre fare “Migrazione Utente” per non avere troppe complicazioni o no?

  3. Roberto ha detto:

    Scusami Stefano, e per Mail? Come si può procedere al recupero di tutta la posta?

    • Stefano Donadio ha detto:

      Dipende, se hai account IMAP, tutta la posta è sul server, quindi configurando l’account ti ritrovi tutto come prima.

      Se usi account POP, devi recuperare manualmente dal backup di Time Machine queste cartelle e file:
      – cartella Mail che si trova in Inizio/Libreria

      – file com.apple.mail.plist e com.apple.mail-shared.plist -> Inizio/Libreria/Preferences

      La Libreria di Inizio è invisibile, per visualizzala click qui

  4. sauro ha detto:

    Una domanda Spide-Mac; ho scelto di fare installazione pulitissima e nella Inizializazione disco ho oltre alla buona e oramai vecchia HFS+ la nuova APFS ( che ho usato) altre scelte tipo ” Minuscolo-Maiuscolo criptato o no. Cosa intendono con Maiuscolo, Minuscolo ? grazie 🙂

    • Stefano Donadio ha detto:

      Sono formattazioni speciali che riconoscono solo file e cartelle con nomi maiuscoli o minuscoli.

      • maxi ha detto:

        domanda, forse, un po’ ot.
        Ho air “late 2010” e ho installato High sierra. Ho notato che le ventole, che prima non giravano quasi mai, adesso sono in funzione quasi sempre.
        Che fare, faccio un downgrade ad un altro osx (el capitain, ad esempio) più confacente alle caratteristiche del mio mac o provo a reinstallare ex novo? Thanks!

  5. Giuseppe ha detto:

    Ciao ragazzi. Ho un IMac fine 2009 con un ssd crucial mx300 275gb e il vecchio HD (una volta principale) che uso come secondario.
    Sull’Ssd avevo Sierra; ho provato ad installare High Sierra senza formattare l’ssd e si è bloccato durante l’installazione con sfondo bianco, mela grigia e 1 cm dalla fine sulla barra di caricamento. Ho pensato quindi di procedere ad un’installazione “pulita” e invece non è cambiato nulla. È da più di 6 ore fermo con sfondo bianco mela grigia a 1 cm dalla fine.
    C’è qualcosa che possa fare?
    Grazie per l’aiuto

    • Stefano Donadio ha detto:

      Dalla descrizione, sembra un problema di trasmissione dei dati. Da quel che scrivi, mi pare di capire che hai installato l’SSD al posto del SuperDrive, potrebbe essere questo il problema perchè la connessione dell’unità ottica non è SATA II. Prova ad installare High Sierra sull’hard disk meccanico. Se ci riesci, allora devi spostare l’SSD al posto dell’hard disk meccanico.

      • Giuseppe ha detto:

        Esatto! È al posto del super drive. Proverò ad installarlo sull’hd meccanico. E sull’ssd rimetto sierra. Adesso quando lo formatterò, considerando che è in APFS, avrò problemi ad installare il vecchio sierra?

        • Giuseppe ha detto:

          Adesso ho un’altro problema. Non riesco ad utilizzare il tasto “Alt” all’accenzione del
          Mac perché la tastiera non è “allineata” con l’imac. E di conseguenza si avvia in automatico l’ssd senza darmi la possibilità di selezionare l’hd meccanico! Che casino!

  6. Massimo ha detto:

    Ciao Stefano, ormai ti seguo da molto tempo ma non ho mai commentato niente.
    Volevo chiederti se era possibile inserire il certificato, del sito della polizia di stato per registrare gli ospiti l, di alloggiati.web.
    Grazie anticipate della risposta anche se negativa
    Massimo

  7. Jive ha detto:

    Mi è successo questo, day one installazione bloccata di High Sierra su iMac 27 3tb Fusion Drive 16 ram con Sierra, impallata da troppo tempo (riavvio sapendo di far na c…) mi si risveglia in riavvio continuo entro in Utility Recovery (OS non cè più, il disco si) ripristino da backup di time machine.
    Tutto torna ok, in giorno dopo riprovo l’installazione e si riblocca allo stesso punto, lo lascio 15 ore acceso sperando ma non avanza, riavvio stessa storia si riavvia continuamente.
    Faccio una usb con High Sierra con diskmaker x su un’altro Mac, provo ad avviare da usb mi vede i tre dischi Recovery, Hd, Installazione di HSierra, tento l’istallazione diretta ma non parte, (forse dovevo formattare da recovery) preferisco ripristinare da backup.
    Aspetto un paio di aggiornamenti di High Sierra futuri sperando si installi senza problemi.
    Spider-mac cosa mi consigli per far l’aggiornamento più complicato della mia vita 😉

  8. ruggero ha detto:

    Ciao Uomo Ragno, ho un iMac metà 2011 con un fusion drive creato da me, va come una scheggia, nessun problema. Se volessi fare comunque una installazione pulita, e poi importare da un backup, migliorerebbero le prestazioni nel senso di avere un OS più ordinato, oppure sarebbe tempo sprecato? Da una tua vecchia guida sulla creazione di un disco fusion, leggo che si può importare un clone di CCC, ma in questo caso non mi ritroverei ad installare anche il vecchio OS?
    Saluti

    • Stefano Donadio ha detto:

      1) Per fare una installazione pulita devi copiare manualmente solo i documenti dal backup di Time Machine, e installare tutte le applicazioni, altrimenti non serve a nulla.

      2) Si, ma il suggerimento di utilizzare CCC è per chi crea il Fusion Drive e vuole avere subito il Mac come prima, e non per chi deve fare una installazione pulita in occasione del rilascio di una nuova versione di macOS.

      • ruggero ha detto:

        Grazie Maurizio, è sufficiente un upgrade. A proposito, nell App Store ho in primo piano High Sierra, mentre tra gli aggiornamenti mi viene proposto “versione beta pubblica dell’aggiornamento di sicurezza 10.12.6 di Sierra”…che roba è? debbo scaricarlo prima di High Sierra?

  9. Andrea ha detto:

    Ciao Stefano, arrivo da un MacBook Pro del 2010, sul quale ho sempre installato le nuove versioni di OSX in maniera “pulita”.
    Ieri ho acquistato un nuovo MacBook Pro, il quale ha preinstallato Sierra.
    Siccome la macchina è nuova (non l’ho ancora accesa e non avrò necessità di trasferire alcun file da backup di TimeMachine) suggerisci di aggiornarlo ad High Sierra in maniera pulita oppure basta aggiornare?
    Grazie!

  10. Angelfury ha detto:

    Se ogni volta che esce un nuovo OS Apple, ormai 1 all’anno, bisogna fare l’installazione pulita…

    • Stefano Donadio ha detto:

      Veramente i casi in cui bisogna fare l’installazione pulita sono solo 3, e tutti causati da precedenti problemi irrisolti.

      • SilverHealer ha detto:

        Ciao Stefano, in effetti io però sto riscontrando problemi che con Sierra non ho mai avuto e a suo tempo feci installazione pulita. Il mio Air 2014 ha il processore che lavora e scalda facendo partire le ventole qualsiasi cosa faccia. Al di là del fatto che è un po’ più lento in fase di avvio, ho anche provato ad eliminare il file del Finder come da tuo articolo a riguardo ma continuo ad avere un riscaldamento anomalo che prima non avevo mai. Considera che ho installato HighSierra stamattina scaricando e aggiornando direttamente dall’app Store come sempre.

  11. Valentino ha detto:

    Salve…
    ho un macbook pro 15 retina late 2013 con ssd e quindi ho deciso di non fare un’installazione pulita. Purtroppo riscontro un certo rallentamento della macchina (aprire e chiudere cartelle …ecc. ecc. sembra tutto … rallentato).
    Ho provato a lanciare monitoraggio attività per vedere se il finder era “corrotto” ma niente.
    Ho però notato che un processo chiamato mds e anche mds_store in alcune occasioni succhia tantissima cpu. Altre volte no.
    Qualcuno può dirmi cosa sono?
    Potrebbe essere quello uno dei problemi?
    Altre ipotesi?

    Grazie.
    Valentino

  12. ruggero ha detto:

    Grazie Maurizio, è sufficiente un upgrade. A proposito, nell App Store ho in primo piano High Sierra, mentre tra gli aggiornamenti mi viene proposto “versione beta pubblica dell’aggiornamento di sicurezza 10.12.6 di Sierra”…che roba è? debbo scaricarlo prima di High Sierra?

  13. Alexander de Large ha detto:

    Una catastrofe! Aggiorno il mio MacBook Air 2011 con Sierra, l’installazione non va a buon fine e si riavvia fermandosi alla schermata grigia con le note del problema (tipo Kernel Panic). Riavvio con cmd-r e provo a ripristinare da OS X base System. Risultato: Macintosh Hd sparito,il computer non si avvia e non fa scrivere sulla partizione base System (e neanche mi fa partizionare il disco). Per fortuna ho una penna con 10.8,con la quale riesco a formattare il disco e ora sto procedendo alla reinstallazione (da internet) di Lion. Poi spero di poter scaricare High Sierra e riprovare. I dati sono andati (non ho mai fatto TM perché non è il computer primario). Spero fili tutto liscio… però mai capitato (dono utente dal 2005) una cosa simile. Era la prima volta cui avrei dovuto usufruire del Recovery ma non ha funzionato…

  14. Alexander de Large ha detto:

    Ci sono riuscito. Da 10.7 passando per 10.8 ho messo diretto 10.13. Per ora sembra tutto ok. Buonanotte…
    Ps. Mi rimane da capire cosa diavolo sia successo…

  15. MatSlat ha detto:

    Sentite, secondo voi un iMac fine 2009 con 12 MB RAM e HD normale (non flash drive) lo regge decentemente HighSierra?

  16. Salvatore ha detto:

    Ciao Stefano, posseggo un macbook pro metà 2012, 8 gb di ram e HD da 750 gb, processore 2.9 Intel Core i7, un modello tra i compatibili col nuovo sistema operativo, idealmente. Sono fermo a OS 10.8.5, immagino di necessitare di installazione pulita ma la mia domanda è riguardo alla mia configurazione hardware: potrei aver bisogno di un upgrade SSD per non incorrere in problemi di varia tipologia? Grazie!

    • Stefano Donadio ha detto:

      Previo backup con Time Machine, ti conviene fare un semplice aggiornamento (installi High Sierra su Mountain Lion), poi, se riscontri problemi puoi sempre afre una installazione pulita.

      Per quanto riguarda l’SSD, il miglioramento è tale che installandolo avrai un altro computer proprio. 😉

      • Salvatore ha detto:

        Grazie per la risposta! Immaginavo che a prescindere dal discorso OS, un upgrade SSD può solo fare bene! Una ultima cosa, nel caso di installazione su un disco totalmente nuovo, il procedimento da usb resta invariato, giusto?
        Ancora grazie!

  17. Raul ha detto:

    Caro Stefano, complimenti per le risposte che ho letto. Ti sottopongo il mio problema.
    Dopo l’aggiornamento a High Sierra mi succede una cosa strana: esportando su chiavetta USB le cartelle con i file musicali creati con iTunes, e poi inserendo la chiavetta in un dispositivo di ascolto (autoradio, impianto Hifi…), i brani vengono riprodotti senza seguire il giusto ordine.
    La cosa è stranissima e molto seccante, perché non solo su iTunes appaiono ordinati, ma anche se visualizzo il contenuto delle cartelle e delle chiavette stesse sul Mac non vedo niente di anomalo. Eppure il fenomeno si è ripetuto sempre da quando ho aggiornato, e l’ho verificato su diversi dispositivi di ascolto; naturalmente ho anche eliminato la variabile chiavetta facendo prove con tre modelli diversi, e ho anche usato per caricare le chiavette porte diverse del Mac (MacBook Air).
    Non sembra nemmeno che sia un problema di come la versione aggiornata di iTunes codifica i file musicali, perché mi succede la stessa cosa trasferendo su chiavetta file che ho importato in iTunes vari mesi fa, PRIMA dell’aggiornamento a High Sierra!
    Sembra proprio che succeda qualcosa nel passaggio dal sistema operativo alla memoria USB.
    Non so se altri hanno riscontrato questa anomalia. Hai un’idea di cosa si può trattare e di come si possa risolvere?
    Grazie in anticipo!

    • Stefano Donadio ha detto:

      Vedi se questo articolo può esserti d’aiuto in qualche modo click qui

      Nota per la prossima volta: per motivi facilmente intuibili, non è possibile pubblicare commenti non attinenti al contenuto dell’articolo. Però, per qualsiasi domanda relativa al mondo Apple, è possibile far ricorso al gruppo di discussione ufficialmente riconosciuto da Apple Spider-Mac Apple User Group (l’iscrizione è gratuita e non comporta alcun obbligo).

      • Raul ha detto:

        Grazie, Stefano! In effetti la mia domanda partiva dal tema trattato (problemi creati dall’installazione di High Sierra) ma finiva troppo lontano.
        Buon proseguimento.

  18. Luigi ha detto:

    Ciao Stefano ho eseguito la procedura per creare l’usb di installazione ma quando vado nella scelta di disco di avvio non la vede? cosa può essere successo.
    Altra questione vorrei fare un installazione pulita su SSD esterno, tanto essendo un iMac late 2014 mi va bene che l’OS sia su disco esterno, quindi domanda, esiste un modo per installare direttamente High Sierra su SSD esterno senza usare l’installar?

    Grazie, confido in una tua risposta, ciao

Aggiungi un commento