Moof! Amazon Fire TV Stick, farò il reso

11 novembre 2017 ore 12:36 | di | 28 commenti

Amazon Fire stick

Per rendere “intelligente” una vecchia TV al plasma da 40” destinata ad essere il secondo televisore per la camera da letto, e non volendo spendere €160 per l’Apple TV 4 ho deciso di comprare l’Amazon Fire TV Stick | Basic Edition che costa €60, e per gli iscritti al servizio Prime solo €40.

Per la configurazione bisognerebbe fare una standing ovation ad Amazon, addirittura Apple dovrebbe prendere esempio: solo per il fatto di averla acquistata dal mio account Prime, è stato sufficiente confermare che volevo utilizzarla a mio nome, collegarmi alla rete Wi-Fi ed era già pronta per l’uso. E le buone notizie finiscono qui.

Il mio obiettivo era poter vedere a letto le serie TV di Netflix e Now TV (quando mi stufo del primo mi abbono al secondo e viceversa), i vari canali di Rai Play, e qualche partita con Premium Plus. Ebbene, a parte Netflix non esistono le app per gli altri servizi di streaming, e non è dato sapere se arriveranno.

Poi, qualcuno dovrebbe domandare a Jeff Bezos come si fa a progettare una interfaccia utente senza la funzione cerca. Probabilmente il carismatico e ironico fondatore di Amazon risponderebbe che non serve, vista l’esiguità dei contenuti a disposizione ci vogliono una manciata di secondi per rendersi conto che quello che si sta cercando non esiste. E avrebbe ragione.

Fire TV Stick Italia

Per quanto riguarda Prime video, il servizio di streaming per vedere serie TV e film al quale si può accedere con la Fire TV stick, il fatto che sia incluso nell’abbonamento Prime (€20 all’anno), che principalmente si sottoscrive per evitare di pagare le spese di spedizione su Amazon, lascia intuire la qualità del catalogo, inferiore perfino a quello di Premium Play e Infinity.

C’è un sistema per smanettoni per poter installare sulla Fire TV stick il Google Play, che a differenza del negozio di app di Amazon offre Now TV & C, ma tanto vale comprare il Chromecast di Google a €40, spese di spedizione incluse. Certo, l’interfaccia del Chromecast sembra essere stata progettata in collaborazione con una ditta farmaceutica che produce medicinali per il mal di testa, e a differenza della Fire TV stick non prevede un telecomando (bisogna utilizzare un dispositivo iOS, smartphone o tablet del lato oscuro), ma almeno il negozio di Google ha un catalogo di app e giochi che realmente può rendere smart la propria vecchia TV HD. 

Le recensioni d’oltreoceano dell’Amazon Fire TV stick sono tutte positive, ma l’offerta di app per il mercato americano per vedere in streaming serie TV, film e perfino lo sport è più che adeguata, a differenza di quella italiana.

Come anticipato nel titolo, farò il reso.

Moof! è una rubrica di Spider-Mac in cui trovate brevi pensieri, URL cui andare per documentarvi meglio, un software da scaricare, insomma tante piccole cose che hanno sempre a che fare con il mondo Apple, ma raccontate in un articolo “leggero” che può essere uno spunto di riflessione o di polemica, una provocazione.

Approfondimenti: ,

Argomento: Varie dalla Rete

Commenti (28)

RSS commenti

  1. mirko ha detto:

    Ciao Stefano, ma quindi l’elenco delle app riportato qui è completamente errato? link

  2. Ilfolle ha detto:

    Scusa stefano,ma una Apple TV 3 o 4 generazione ricondizionata?

    😜😜😜

  3. Mario ha detto:

    Fire TV Stick è stata per me una piccola delusione, però non farò il reso. Spero in un aggiornamento per avere la funzione di ricerca (è davvero strano che non ci sia).

  4. ppcaric ha detto:

    Io ho una Apple TV 4 e anche con quella, alla fine… C’è Netflix (quello c’era addirittura sulla versione 2) ok, ma poi? NowTV non c’è, Premium neanche, Prime nemmeno, TIMVision non ne parliamo. Ah, sì, c’è RaiPlay.
    Per dire, anche sul WebOS della TV LG che ho ci sono molte più app per lo streaming (Netflix e Prime, entrambe con supporto 4K, Premium, RaiPlay e TIMVision in HD, manca solo NowTV)

  5. Mario ha detto:

    In effetti anche io appena visto che Rai play non è disponibile volevo renderla indietro ma, complice il fatto che l’avevo presa a 30 euro sfruttando oltre alla promo prime anche i 10 euro di sconto per festeggiare non ricordò già più cosa, ho provato a cercare qualche tutorial per caricare raiplay e alla fine si è rilevato molto più facile,del previsto. Tolta protezione scarico da siti esterni installato Antoine scaricato raiplay..fatto!

    • Mario ha detto:

      Il software da installare è Aptoide no Antoine e per la guida basta digitare “installare raiplay su firestick”, a me come primo risultato compare un video YouTube che pur un po’ divagante fornisce tutte le indicazioni necessarie

      • Piero ha detto:

        Evitatelo come la peste aptoide, gli apk sono infestatissimi: prova a passare a VirusTotal proprio l’apk di raiplay scaricato da lì… Ci sono canali (almeno sulla carta) decisamente più sicuri, per reperire l’apk di Raiplay e installarla su fire stick (versione per android tv, perché quella per smartphone) non funziona. Si può anche evitare del tutto di installare l’app, installarsi Kodi (dal sito ufficiale, l’apk a 32 bit funziona perfettamente su Fire), e aggiungere il plugin “Rai on demand” che funziona più che decentemente… Insomma, tutto ma aptoide no!

  6. Mario Mantero ha detto:

    Attenzione! Prime Video su Apple TV, anche la terza generazione!

  7. Alessio Scapolla ha detto:

    Bah Non è vero. Io ho la tv stick e ho installato tutto quello che volevo senza smanettare niente. Basta avere uno smartphone o tablet e installare app2fire. Quanta gente ignorante al mondo. E cmq ho pure la chromecast ed è ultra limitata a confronto della fire. Certo per chi non sa manco cone si infila forse è meglio la chromecast o forse meglio guardare la tv e basta

  8. Simone ha detto:

    Ciao, io invece sono molto soddisfatto dell’acquisto, eccezion fatta per la mancanza di rai play. Sono utente Netflix e la compatibilità è assolutamente totale. Prime Video sta pian piano migliorando e aggiungono nuovi titoli, ma soprattutto mi piace molto l’interfaccia utente. Certo, la mancanza del tasto cerca è qualcosa di assurdo, concordo!
    Però posso caricare le app direttamente dal pc dall’account amazon, e posso usare la duplicazione schermo per mostrare lo schermo del pc o del cell android, usa Miracast quindi gli unici non compatibili sono mac e l’iphone, ma va???

    Possedendo già il chromecast e anche l’apple tv, posso dire che la stupidaggine più grande l’ho fatta comprando proprio apple tv. Ogni volta che la guardo vorrei ridurla in pezzi, il rapporto qualità prezzo in Italia è da piangere. Non la vendo perché voglio che mi rimanga come monito!
    Comunque poi ognuno basa le proprie opinioni in base a cosa deve farci, no?

  9. Deathote75 ha detto:

    Se non sai usarla, fai bene a restituirla…. io viceversa, sono un acquirente molto soddisfatto…. ho skygo, mediaset premium, tim vision, netflix, posso avviare tutti i file che voglio con vlc da usb (con cavo usb Y) ecc.

  10. Francesco ha detto:

    Timvision funziona benissimo, basta usare l’apk corretta: https://tinyurl.com/y6ur73o6
    Netflix funziona molto meglio su Fire Stick.
    Chromecast l’ho staccato perché non regge minimamente il confronto

    • Davide ha detto:

      Se questa versione non richiede google play services mi hai appena svoltato la giornata

    • Michela71 ha detto:

      Grazie mille! Sono riuscita ad installare qs apk direttamente su fire Stick e funziona! Grazie mille!
      Per caso siete riusciti a fare lo stesso anche per RAIVIDEO e DPLAY?
      Sarebbe fantastico poter avere 1 unico dispositivo x tutto. Potrei spostare il mio chromecast altrove!!!!!

  11. Roberto ha detto:

    Dall’articolo si capisce che gli sforzi per installare le app sono stati praticamente nulli, col risultato di avere una recensione fuorviante e non veritiera del prodotto.
    Per vedere i canali Rai e Mediaset basta installare Kodi e cercare nell’elenco degli add-on.
    E con gli opportuni magheggi reperibili facilmente online si possono vedere anche Sky e Premium…ma con i rischi legali che ne derivano

Aggiungi un commento