Samsung ha avuto un’idea geniale: riconoscimento facciale 3D per il Galaxy S9

16 novembre 2017 ore 07:13 | di | 5 commenti

Rumors 250 pixelStando al tam tam della rete, il colosso dell’informatica coreano Samsung, che si vanta di avere i migliori ingegneri e di spendere miliardi in sviluppo e ricerca, rivoluzionerà il mercato degli smartphone introducendo un innovativo sistema di riconoscimento del volto basato su fotocamere 3D per sbloccare il prossimo Galaxy S9.

Al momento, Samsung propone già un sistema di sblocco facciale sul suo Galaxy S8, tuttavia come dimostrato varie volte da alcuni esperti di sicurezza, si può facilmente ingannare con una banale foto del proprietario, al punto che l’azienda consiglia per una maggiore sicurezza di utilizzare gli altri sistemi di sblocco in dotazione con lo smartphone, impronta digitale, riconoscimento dell’iride oppure il tradizionale codice. Inoltre, Samsung non ha ritenuto opportuno proporre il riconoscimento facciale dell’S8 sul suo ultimo smartphone top di gamma Note 8 proprio per via della scarsa sicurezza del sistema.

Sempre secondo i rumor, Samsung avrebbe intenzione di anticipare il lancio del Galaxy 9 perché preoccupata dell’enorme successo che sta riscuotendo l’iPhone X di Apple. 

Approfondimenti: , ,

Argomento: Rumor

Commenti (5)

RSS commenti

  1. Ambacione ha detto:

    No comment!

  2. Alessandro ha detto:

    Eh ma poi fanno le pubblicità per mostrare tutte le carenze degli iPhone negli anni rispetto ai loro prodotti, tanto che alla fine si passa tutti a Samsung… che simpaticoni!

  3. Carlo 57 ha detto:

    L’azienda per cui lavoro è tedesca, alla filiale italiana hanno imposto ai dipendenti come cellulari gli iPhone…per questioni di sicurezzaa, ed hanno preteso di far rottamare gli S7 Samsung ! D’altronde cosa si ci può aspettare da Samsung con sistema emortoid.. ops Android..

  4. LucaS ha detto:

    Samsung verlocizzerà a tutti i costi l’S9 con riconoscimento facciale, verrà fornito un iphoneX ad ogni acquirente di S9.

  5. Giamba ha detto:

    Io spero che in Corea non esista la “vergogna”

Aggiungi un commento