Apple rilascia di nuovo iOS 11.2 per correggere il bug del Face ID

4 dicembre 2017 ore 19:34 | di | 13 commenti

Ios 11 2 bis

Apple ha reso disponibile una nuova versione di iOS 11.2 contrassegnata dal numero build 15C113 (quella rilasciata sabato era la build 15C114). Le note di rilascio non spiegano il motivo di questo secondo aggiornamento, ma è probabile che sia dovuto al bug che impediva ad alcuni utenti di iPhone X di utilizzare il riconoscimento facciale Face ID.

Come di consueto, l’update si può scaricare direttamente dal dispositivo Over The Air oppure via iTunes collegando l’iPhone al Mac.

Approfondimenti: , ,

Argomento: iOS

Commenti (13)

RSS commenti

  1. dave70 ha detto:

    2.2GB?

  2. Carlo 57 ha detto:

    Ciao Stefano, consigli di fare un’installazione pulita..?? Aggiornamento su aggiornamento, non vorrei che peggiorasse ancora di più la durata della batteria..

  3. Marco ha detto:

    In realtà io ho installato la 5C114 ma non mi fa aggiornamenti. Come mai?

  4. Pippo ha detto:

    Anche io ho la 5C114 su iPhone X ma non mi fa fare aggiornamenti… !?

  5. vic ha detto:

    Idem, come sopra. (leggi David e Pippo).. ergo?

  6. Emanuele ha detto:

    Secondo me è anche possibile che la Build base dell’aggiornamento,inizialmente fosse affetta da qualche altro pesante bug: l’altro giorno ho provato ad aggiornare ad IOS 11.2(provenendo direttamente dalla versione precedente) tramite iTunes ed il file ipsw . Al termine dell’aggiornamento, poco prima che la classica barra di completamento bianca arrivasse al 100%, l’iPhone si è riavviato in Modalità Ripristino,restituendomi un “errore hardware sconosciuto” su iTunes, di fatto impedendomi di aggiornare o ripristinare(proprio perché, anche automaticamente, continuava a scaricare dai server la medesima e logicamente ultima versione di sistema affetta dal problema). Risultato: ho parcheggiato il telefono per un paio di giorni, riprovando successivamente il ripristino totale e automatico con iTunes, scaricando per l’ennesima volta tutto. Questa volta però con esito positivo. Il che mi ha fatto riflettere e credetemi, ho tentato minimo cinque volte, anche con computer diversi e cavi lightning immacolati…non è stato un caso.

    E in questi casi, oltre tutto, è assurda la politica di formattazione obbligata del terminale da parte di Apple, costringendo a distruggere inerme i tuoi stessi dati quando la partizione di sistema potrebbe essere tranquillamente formattata senza toccare il resto.

Aggiungi un commento