Disponibile LibreOffice 6.0 per Mac, l’alternativa gratis ad Office ora supporta più formati

1 febbraio 2018 ore 11:26 | di | 8 commenti

LibreOffice 6.0, è l’ultima major release (aggiornamento importante) della suite per l’ufficio multipiattaforma open-source e gratuita, la vera e unica alternativa a Microsoft Office.

Più formati file supportati

Dal momento che la compatibilità con il maggior numero possibile di formati dei file è fondamentale per la diffusione della suite, non può che essere salutato con entusiasmo l’aggiunta del supporto per l’esportazione o importazione dei popolarissimi EPUB3 (solo esportazione), AbiWord, Microsoft Publisher, PageMaker, e documenti QuarkXPress (solo importazione). 

Notebookbar (Ribbon)

Per quanto riguarda le altre novità, anche se ancora in via sperimentale, la Notebookbar (l’alter ego del righello o ribbon di Micorosft Office), è stata arricchita con due nuove varianti: Barra Raggruppata Completa per Writer, Calc e Impress, e Barra a Schede Compatta per Writer.

LibreOffice002

La finestra di dialogo Caratteri Speciali è stata modificata, con l’aggiunta di una lista per i caratteri Recenti e Favoriti, e una funzione di ricerca. Anche la finestra di dialogo Personalizza è stata modificata, e oggi è più moderna e intuitiva.

Fa il suo debutto l’Help Online (solo in lingua inglese), basato su pagine web che possono essere visualizzate anche sugli dispositivi mobili. In generale, l’Help di LibreOffice è stato aggiornato sia in termini di contenuti che di codice, e altri miglioramenti verranno apportati nei successivi update.

I dizionari utente gestiscono le parole composte e tutto il controllo ortografico è stato ottimizzato, per la felicità egli  utenti di Writer (Word). Invece di gestire manualmente le diverse forme di una nuova parola in una lingua morfologicamente ricca o le parole composte, il correttore ortografico Hunspell può riconoscere automaticamente una nuova parola con le apposizioni o i termini composti, sulla base di un modello grammaticale.

Sicurezza e Interoperabilità

Si possono utilizzare le chiavi OpenPGP con il supporto sperimentale per la crittografia basata su OpenPGP. Per utilizzare questa funzionalità, è necessario installare il software GPG (GNU Privacy Guard) per Mac.

Inoltre, è stata migliorata la classificazione dei documenti, che permette anche di adottare più policy (che possono essere esportate verso i file OOXML). Writer supporta la marcatura e la firma a livello di paragrafo.

L’interoperabilità con OOXML è stata migliorata in diverse aree: l’importazione delle SmartArt e l’importazione/esportazione dei controlli ActiveX, il supporto dei documenti di testo e dei fogli elettronici embedded, l’esportazione dei video embedded nei file PPTX, l’esportazione dei riferimenti incrociati nei file DOCX, l’esportazione dei campi di Stampa in Serie nei file DOCX, e una serie di miglioramenti ai filtri PPTX per impedire la creazione di file corrotti.

Approfondimenti: , ,

Argomento: Mac

Commenti (8)

RSS commenti

  1. Nicola ha detto:

    Come si attiva il Notebookbar (Ribbon) come si vede nella foto dell’articolo?

  2. iDonuts ha detto:

    C’è in italiano?

    • Stefano Donadio ha detto:

      C’è un pacchetto con la localizzazione da installare, ma quella per la versione 6.0 al momento non è stata ancora rilasciata, lo sarà a breve. Vi avviso con un articolo apposito 😉

      • Marco ha detto:

        Io l’ho scaricata stamattina alle 8:00 circa…. Il sito la suggerisce in automatico dopo che è stato avviato il download di libreoffice

  3. Gabriele ha detto:

    Quelle volte che non uso la suite di iWork, mi servo di OpenOffice. C’è molta differenza tra questo e LibreOffice?

  4. Lele ha detto:

    Mi accollo alla domanda di Gabriele dato che mi comporto esattamente come lui..

Aggiungi un commento