Crucial SSD BX300 da 120GB, 240GB, e 480GB in sconto su Amazon

20 marzo 2018 ore 11:50 | di | 0 commenti

Crucial SSD BX300 480GB

Su Amazon Italia la linea di SSD Crucial BX300 è al momento in offerta con sconti che arrivano fino al 17%:

– BX300 da 120GB €53,89 invece di €62,90 (-14%)

BX300 da 240GB €79,98 invece di €94,90 (-16%)

BX300 da 480GB €130,27 invece di €157,90 (-17%)

La serie BX300 di Crucial sono unità a stato solido destinate a chi desidera sostituire il tradizionale e lento hard disk meccanico, infatti rispetto a quest’ultimo i BX300 sono fino a 13 volte più veloci e 40 volte più efficienti. L’unità utilizza il controller Silicon Motion SM2258.

Rispetto alla linea consumer EVO, che utilizza le TLC, e alla stessa serie precedente Crucial BX 200, l’BX300 adotta le migliori 3D NAND MLC. Senza dilungarsi in spiegazioni tecniche, l’importante è sapere che un SSD MLC garantisce una migliore durata e soprattutto affidabilità rispetto ad un SSD TLC.

Crucial dichiara prestazioni in lettura e scrittura sequenziale fino a 555 e 510 MB/s. Non si tratta sicuramente dell’SSD più veloce disponibile sul mercato, ma è compatibile al 100% con TRIM, a differenza del Samsung SSD 850 EVO, il suo concorrente diretto.

Rispetto agli SSD MX300, che mediamente costano un 10% in più, la serie BX300 non ha il sistema di crittografia dei dati e di risparmio energetico, ma è irrilevante sui Mac perché c’è FileVault e OS X include una serie di funzionalità equipollenti per ottimizzare il consumo energetico.

Per quanto riguarda la “vita”  del BX 300, Crucial garantisce 160TB di riscritture.

L’importanza di TRIM

TRIM è importante perché consente a OS X di indicare i blocchi che non sono più in uso in un’unità a stato solido, come ad esempio i blocchi liberati dopo l’eliminazione di uno o più file. Generalmente, l’operazione di cancellazione di OS significa che i blocchi data vengono contrassegnati come non in uso. TRIM permette al sistema operativo di passare questa informazione al controllore dell’SSD, il quale altrimenti non sarebbe in grado di sapere quali blocchi eliminare. Senza TRIM, un drive SSD può diventare progressivamente più lento nel tempo, e più lento a scrivere i nuovi dati.

A partire da OS X 10.10.4 Yosemite, Apple ha aggiunto il supporto TRIM anche per le unità a stato solido di terze parti, che però deve essere abilitato manualmente seguendo una facile procedura che trovate in quest’altro articolo click qui.

Tuttavia, c’è un bug in alcuni SSD di una manciata di produttori che possono causare la perdita di dati se TRIM è abilitato, e nell’elenco figura tutta la serie Samsung SSD 8*, incluso anche l’EVO 850.

Gli svantaggi di Garbage Collector

La maggior parte dei produttori di SSD, come Samsung, utilizza una tecnologia equipollente chiamata Garbage Collection, che aiuta a mantenere prestazioni ottimali liberando settori di memoria che non sono più in uso. Garbage Collection fa parte integrante del firmware dell’SSD, quindi il suo funzionamento non dipende dal sistema operativo del computer.

L’unica “seccatura” di Garbage Collector è che non solo bisogna disabilitare lo Stop del Mac perché questa tecnologia funziona solo quando l’SSD è inattivo, ma per portare a termine il lavoro di “pulizia” sono necessarie 6-8 ore, e in molti lasciano il computer accesso di notte per questo motivo. Per questo motivo è decisamente più pratico ed efficace abilitare TRIM.

Tutorial per sostituire l’hard disk

Per sostituire l’hard disk del vostro Mac potete seguire le istruzioni del famoso sito americano iFixIt, che ha pubblicato dei tutorial fotografici facili da seguire per la maggior parte dei computer Apple.

Approfondimenti: , , ,

Argomento: Mac

Aggiungi un commento