Rilasciato Polarr 5 per Mac e iOS, il piccolo Photoshop cresce

16 maggio 2018 ore 08:57 | di | 1 commento

Pollar MacGli appassionati di fotografia adesso hanno a disposizione un’ulteriore e più potente scelta per cimentarsi nel fotoritocco: Polarr 5

Si tratta di un editor di foto multipiattaforma disponibile per Mac, iOS, via Web e anche per il lato oscuro dell’informatica (Android, ChromeOS e Windows). La nuova versione 5, come si dice in questi casi, è un “major update”, che porta in dote inediti e potenti strumenti e anche un nuovo sistema di licenze.

Sovrapposizioni

Per quanto riguarda i nuovi strumenti per il fotoritocco, il più importante è sicuramente “Sovrapposizioni”, che come suggerisce il nome permette di aggiungere uno o più livelli all’immagine, sovrapporre una foto una sull’altra e fonderle o applicare effetti. L’unione può essere controllata mediante diverse modalità di blending, e anche una maschera può essere trasformata in livello.

Polarr Photo Editor Sovrapposizioni 001

Nella sezione Sovrapposizioni sono stati aggiunti numerose preimpostazioni per l’editing creativo delle foto, come Flares, Gradients, Sky, Dust & Scratches, Duotone, Clouds e altri. La modalità Personalizza permette di sovrapporre le proprie immagini a quella aperta. Polarr 5 ora consente di creare maschere di regolazioni basate sui dati di profondità offerti dai nuovi iPhone che supportano la modalità Ritratto. Da segnalare nuova maschera luminanza. L’app è inoltre ora in grado di aprire file 3D LUT.

Polarr Photo Editor001

Licenze

Polarr 5 si può scaricare gratuitamente, ma alcune opzione più avanzate sono disponibili soltanto sottoscrivendo un abbonamento mensile (€2,49) o annuale (1,95/mese, €23,49/anno). Questa scelta, che non può piacere a tutti, è stata motivata dallo sviluppatore perché permette di rendere sostenibile lo sviluppo e la manutenzione del software. L’abbonamento permette di usare l’applicazione su cinque dispositivi di qualsiasi piattaforma.

Polarr Photo Editor licenze

Approfondimenti: , , ,

Argomento: Fotografia, iOS, Mac

Commenti (1)

RSS commenti

  1. fra ha detto:

    … sembrerebbe interessante, peccato non apra i file .arw di Sony 😉

Aggiungi un commento