Recensione: iStat Menus 3.10

| 1 ottobre 2010 | 0 commenti

iStat Menus di Bjango è stata un’applicazione che ho installato su ogni Mac che ho posseduto nel corso degli ultimi anni. L’applicazione fornisce una serie di indicazioni (personalizzabili) direttamente dalla barra dei menu del Finder, come l’utilizzo della CPU e della RAM, lo spazio libero su disco, l’attività network, la velocità delle ventole, la temperatura del disco rigido e molto altro ancora. Lo sviluppatore ha recentemente effettuato un restyling importante di iStat Menus, che include molte nuove caratteristiche, e per la prima volta è richiesto il pagamento di una licenza che costa $16. Anche se questo è un grande salto rispetto alle precedenti versioni freeware, penso che iStat Menus valga il prezzo richiesto.

iStat Menus 3 è un’applicazione vera e propria, e non più un pannello delle Preferenze di Sistema. Se si esegue l’aggiornamento da una versione precedente, la versione 3 rimuove automaticamente il pannello delle preferenze iStat Menus al primo avvio. Questo processo avviene senza soluzione di continuità, senza la necessità di un programma di installazione.

iStat Menus002.jpg

I vantaggi di migrare a una applicazione sono evidenti immediatamente: non si è più vincolati dai limiti di un pannello delle preferenze, iStatMenu ha una sua interfaccia utente che permette di gestire le varie funzioni con facilità. Prendendo in prestito molto dall’interfaccia utente dell’iPhone, l’aspetto generale di iStat menu appare molto più moderno ed esteticamente piacevole. Per fortuna, non si è costretti a tenere un’altra icona nel Dock. Infatti, una volta configurato iStat Menu, chiudendo l’applicazione, automaticamente la sua icona scompare dal Dock, ma le varie indicazioni nella barra dei menu del Finder rimangono attive.

iStat Menus Batteria

iStat Menus permette di monitorare CPU, disco rigido, attività di rete, ha una serie di sensori hardware, e include un sofisticato pannello per la data e l’ora, tutte cose presenti anche nella versione precedente gratuita. Ma, a partire dalla release 3.0, è stato aggiunto un pannello extra per monitorare la batteria del portatile, della Tastiera Apple Wireless 4.gif, del Magic Mouse 3.5.gif e del Magic Trackpad 4.gif. Tutti gli indicatori che compaiono nella barra dei menu del Finder possono essere modificati come se si trattasse di un menu extra di Mac OS X tenendo premuto il tasto Comando (⌘) mentre si fa click e poi trascinare un elemento a sinistra o a destra. La disattivazione di un menu extra è semplice: bisogna trascinarlo fuori dalla barra dei menu.

Basta fare click su uno qualsiasi dei menu per visualizzare le relative informazioni sui vari componenti di sistema. Le opzioni di configurazione per ciascuna voce sono numerose, e l’ottima interfaccia utente permette di avere a portata di click tutte le opzioni e le informazioni che servono.

Oltre al nuovo elemento di stato della batteria, iStat Menu 3 aggiunge alcuni miglioramenti ai moduli già esistenti, come l’elemento Network che indica la velocità di upload e download con dei grafici posizionati l’uno sopra l’altro, invece di sovrapporli l’uno all’altro; in Sensor è stata aggiunta un’opzione per la velocità delle ventole; il vostro indirizzo IP pubblico adesso appare nella sezione Network, e le informazioni sulle fasi del Sole e della Luna in Date & Time.

In più, chi ha un monitor di piccole dimensioni può guadagnare un po’ di spazio grazie alla nuova modalità di visualizzazione Combined, che può riunire tutte le icone in un solo elemento mostrando le relative opzioni sotto un unico menu a discesa (Dropdown Items), invece di avere icone separate per ciascun componente che si desidera monitorare.

iStat Menus Combined.jpg

iStat Menus è rapido e reattivo, il sovraccarico dei suoi strumenti di monitoraggio che aggiunge al processore è praticamente impercettibile, e fino adesso non si è mai verificato un crash o l’ombrellino colorato durante l’utilizzo.

Considerazioni finali

iStat Menus è una preziosa utility che fa perfettamente quello che promette di fare. Da un punto di vista pratico, se si sta già utilizzando una versione precedente, si può anche non effettuare l’upgrade a pagamento. Eppure, per tutte le funzionalità che offre, ed il suo grado di accuratezza e finitura, iStat Menus è un vero affare, anche a pagamento. Lo raccomando vivamente.

Punteggio (da 1 a 5): 4.5.gif
Pro: fa perfettamente quello che promette di fare; interfaccia utente intuitiva e moderna; menu altamente personalizzabili.
Contro: localizzazione in italiano parziale.
Compatibilità: Mac OS X 10.5 o versione successiva.  
Prezzo: $16 (è possibile scaricare una versione di prova che funziona per due settimane).
Produttore: Bjango.

Nella sezione Indispensabili di SPIDER-MAC vengono archiviati gli articoli relativi ai migliori software e hardware “low-cost”, cioè che si distinguono per l’ottima qualità a fronte di un prezzo contenuto.

Tag: , ,

Argomento: Senza categoria

Aggiungi un commento