OS X Mavericks: creare una unità d’installazione avviabile con 1 riga di comando da Terminale

| 23 ottobre 2013 | 30 commenti

Terminale Mavericks

Come oramai saprete, al pari di Lion e Mountain Lion, OS X Mavericks è disponibile solo come download digitale dal Mac App Store. Tuttavia, creare una unità d’installazione avviabile può tornare utile per vari motivi, ad esempio in caso di gravi problemi del proprio Mac risolvibili sono reinstallando il sistema operativo. In questi casi, si può utilizzare la partizione di ripristino riavviando il Mac e tenendo premuti i pulsanti ⌘-R, e poi dalla schermata che appare scegliendo “Reinstalla OS X”. Ma, la procedura prevede il download di tutta l’applicazione-installer di Mavericks (5,29GB), e potrebbe capitare di non poter attendere o di non avare una connessione Internet veloce a disposizione. 

Ci sono almeno tre sistemi per creare una unità d’installazione avviabile di OS X 10.9: il più semplice è utilizzare l’utility gratuita Lion Diskmaker, poi si può adoperare Utility Disco di OS X (e solo un po’ lungo) oppure il Terminale.

Se siete amanti della riga di comando, seguite queste semplici passaggi:

1. Collegate l’hard disk o la memoria flash che desiderate trasformare e rinominatela Installer
 
2. Scaricate Mavericks dal Mac App Store (se non l’avete già fatto) e assicuratevi che l’applicazione “Installa OS X Maverick” si trovi nella cartella Applicazioni (è la sua posizione di default).
 
3. Aprite il Terminale (si trova in Applicazioni/Utility), copiate e incollate la stringa in rosso e premete Invio: 
1 sudo /Applications/Install\ OS\ X\ Mavericks.app/Contents/Resources/createinstallmedia --volume /Volumes/Installer --applicationpath /Applications/Install\ OS\ X\ Mavericks.app --nointeraction

Apparirà l’avviso evidenziato in blu e la richiesta di digitare la password amministratore del vostro Mac, che non verrà mostrata:
 
Os X Mavericks Installazione Terminale
 
Vi verrà chiesto di scrivere Y (sta Yes, e serve per confermare l’operazione), premete Invio e attendete fino a quando apparirà il nome del vostro Mac come da foto:
 
Installer avviabile OS X Mavericks Terminale
L’unità d’installazione avviabile verrà rinominata Install OS X Mavericks.
 
Non ce ne sarebbe bisogno, ma effettuate ugualmente questa verifica: collegate al Mac il disco avviabile creato, lanciate Preferenze di Sistema/Disco di Avvio, selezionate l’unità chiamata Install OS X Mavericks e premete Riavvia. Il computer si riavvierà dal disco di installazione avviabile creato seguendo questa procedura.
 
Mavericks avviabile
Grazie a Paolo Portaluri.

Tag: , , , , ,

Argomento: Mac

Commenti (30)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. alessiofxAlessio ha detto:

    A me questa procedura non funziona: sul terminale al primo passaggio mi da questa scritta:
    You must specify both the volume and install application path.

    • Stefano Donadio ha detto:

      supponendo che l’installer di Mavericks sia nella cartella applicazioni, apri il Terminale e scrivi:

      /Applications/Install\ OS\ X\ Mavericks.app/Contents/Resources/createinstallmedia --volume

      dai uno spazio

      prendi il disco che vuoi utilizzare con unità avviabile e trascinalo sulla finestra del Terminale

      premi spazio

      scrivi:

      --applicationpath

      premi spazio

      trascina l’applicazione dell’installer sulla finestra del Teminale

      premi invio

  2. Mb ha detto:

    tutto questo si può fare dopo aver aggiornato a Mavericks, no? prima di riusare allo scopo la pennetta con Mountain Lion vorrei essere sicuro che l’aggiornamento a Mavericks vada a buon fine

  3. Alfredo ha detto:

    A me non funziona, mi da un messaggio con cui mi chiede di inserire entrambi i volumi di non so cosa… (probabilmente perchè ho un volume Fusion Drive)

  4. Alfredo ha detto:

    … e in piu non funziona neanche Lion Diskmaker (la creazione va a buon fine, ma quando vado in Preferenze/disco di avvio non mi mostra il volume creato). Boh…

  5. Vincy ha detto:

    A me da questo errore: Sudo: can’t open /private/etc/sudoers: Permission denied
    Sudo: no valid sudoers sources found, quitting

    Come se non fossi amministratore..come mai?

  6. Al ha detto:

    le opzioni non sono con un solo meno ma con due quindi ad esempiio –applicationpath

    E’ solo un errore dovuto alla trascrizione. Copiate il comando come risulta dallo screeshot della finestra del terminale.

  7. mauro ha detto:

    Nel terminale a volta bisogna scrivere delle path abbastanza complicate e che si possono sbagliare facilmente.

    Possiamo però utilizzare un trucco per non sbagliare. Basta semplicemente trascinare un file nel terminale per copiarne l’intera path.

  8. dino ha detto:

    Dei tre metodi ho scelto quello apparentemente più difficile, il terminale, invece l’installazione è stata semplicissima! Basta seguire bene le istruzioni. Ora ho 10.9 installer su una scheda SD, farò in un secondo tempo l’installazione.
    Un paio di cose a proposito di Terminale: non mi ha avvertito dei rischi legati all’uso di sudo, non mi ha scritto “to procede enter…” e non mi ha chiesto y per continuare.
    Ho fatto la verifica suggerita da Stefano ma il Mac si è impallato: prima schermate grigie, poi la schermata del login, com mouse e tastiera inattivi.
    Allora ho fatto un riavvia con tasto alt e l’installazione è partita.
    Ad ogni modo grazie a Stefano e Paolo

  9. AdiMercury ha detto:

    Ciao Stefano, a me al primo comando, dopo aver inserito la password, dà l’errore che non riesce a cancellare la pendrive, dici che bisogna prima formattare la chiavetta con partizione GUID?

  10. Luca ha detto:

    Perfetto, visualizzato anche come disco di avvio. L’unica cosa… non mi ha chiesto di confermare dopo la password (Y).
    E poi un po’ d’ansia per me che non sono pratico: mentre copia l’installer non c’è niente che indichi lo stato di avanzamento, oppure qualcosa che faccia capire che sta lavorando, nemmeno “monitoraggio attività” mostrava che Terminale stava usando la CPU.

    • Stefano Donadio ha detto:

      Una volta avviata un comando con il Terminale, l’unico segnale che è terminato è la ricomparsa del nome del proprio computer seguito dal prompt (il cursore) che indica che è pronto a ricevere il successivo comando 😉

  11. Luca R ha detto:

    Ciao, dopo aver seguito la procedura scritta in un commento da te, mi dà questo messaggio “You must specify both” come posso risolvere?

  12. Renè ha detto:

    Salve ho installato mavericks e mi chiede una password, dell’amministratore ma io non ho nessuna password….come devo fare?

  13. claudio ha detto:

    buonasera, vorrei chiedere una cosa che nn ho capito molto bene riguardo quello che dovrei fare io…mi spiego:
    ho un mac pro 2008, SO 10.6.
    Ho acquistato un ssd samsung da 250gb (al momento non ancora montato NE FORMATTATO), su cui vorrei installare Mavericks e i 4 programmi che mi servono x lavorare. Pensavo di prepararmi il mio ssd con S.O e programmi collegandolo alla mia docking station e, una volta pronto, aprire il mio mac e sostituire l’hd. E’ corretto? come devo fare?qualcuno si prende la briga di spiegarmi? ringrazio tutti anticipatamente.

    klo

    • Stefano Donadio ha detto:

      Crea una unità avviabile di Mavericks con spiegato nell’articolo. Poi installa l’SSD, collega l’unità avviabile di Mavericks al Mac e accendi il Mac tenendo premuto Opzione (alt), seleziona l’unità avviabile e installa Mavericks.

  14. Gabriele ha detto:

    Ciao! Se voglio creare l’unità avviabile su una partizione di un hard disk esterno, la procedura da Terminale mi formatta solo quella o tutto l’hard disk interamente? E’ una mia curiosità per capire se funziona in modo diverso da Disk Maker… Grazie!

Aggiungi un commento