Base AirPort Extreme, che la CIA non è riuscita ad hackerare, a €181 (-17%)

| 31 marzo 2017 | 2 commenti

Base Extreme AC

Ci sono almeno tre buoni motivi per comprare una Base AirPort Extreme AC, il primo è il costo: €181 spedizione inclusa su Amazon Italia invece di €219 del prezzo dell’Apple Store, quindi un risparmiano pari al 17%.

Il secondo è la possibilità di collegare alla porta USB un hard disk per il backup con Time Machine, in pratica si può creare una sorta di Time Capsule, anche se questa possibilità non è ufficialmente menzionata da Apple.

Per quanto riguarda l’hard disk da collegare alla Extreme, il migliore per rapporto qualità/prezzo è il Toshiba Basic USB 3.0 da 1TB che costa €56,90, incluse spese di spedizione, ed essendo autoalimentato non c’è bisogno dell’alimentatore esterno. In alternativa, per chi desidera avere maggiore spazio d’archiviazione, l’ideale è il Toshiba Canvio Basics da 3TB (€101, costo spedizione incluso), anche questo è autoalimentato e quindi non ha c’è bisogno di un alimentatore esterno.

Infine, l’ultimo motivo probabilmente il più importante è che, a differenza degli altri router wireless, la CIA americana non è riuscita ad hackerare (violare) le Basi AirPort di Apple, inclusa la Extreme, naturalmente (per approfondimenti leggere: Basi AirPort inviolabili: la CIA non è riuscita ad hackerarle).

Tag: , ,

Argomento: Mac

Commenti (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. aleandrogreete ha detto:

    Ma secondo voi la CIA sarebbe così fessa da dichiarare di non essere riuscita ad hackerare qualcosa?
    Sveglia!

    • Stefano Donadio ha detto:

      LA CIA non ha “dichiarato” nulla. Un suo ex-dipendente ha rubato una serie di documenti interni e li ha consegnati a Wikileaks. Da questi file è emerso che stavano cercando di hackerare le basi AirPort, ma non ci solo riusciti.

Aggiungi un commento