Cifratura Wi-Fi violata, ma forse Mac, iPhone e iPad sono già sicuri (aggiornato)

| 16 ottobre 2017 | 0 commenti

Wi Fi retinaProbabilmente, avrete già letto numerosi articoli sulla notizia del giorno della vulnerabilità, soprannominata KRACK, individuata nel protocollo Wi-Fi Protected Access (WPA), lo schema di crittografia utilizzato per proteggere le reti wireless. 

La falla riguarda potenzialmente qualsiasi piattaforma, anche Mac e iOS, però c’è il ragionevole sospetto che Apple abbia già chiuso la vulnerabilità perché a differenza di Microsoft, e Google non ha ancora ufficialmente confermato che le versioni più recenti dei suoi sistemi operativi  sono a rischio.

Gli aggiornamenti di sicurezza dei vari sistemi operativi è tuttavia solo parte del problema, infatti molti router wireless e access point avranno bisogno anche loro di security update.

Non è la prima volta che la sicurezza Wi-Fi viene violata. Il protocollo precedente, WEP, è stato ufficialmente deprecato nel 2004, dopo la scoperta di gravi vulnerabilità, anche se rimane disponibile su molti router anche oggi.

La gravità della falla KRACK è ancora più significativa in quanto oggi sono nettamente più diffusi dispositivi e reti Wi-Fi rispetto al 2004.

Aggiornamento: da oltreoceano giunge la conferma che Apple ha già risolto la vulnerabilità “KRACK”

Tag: , ,

Argomento: iOS, Mac

Aggiungi un commento