Moof! Il primo prodotto di Jobs e Wozniak

12 marzo 2018 ore 11:30 | di | 0 commenti

New Blue Box at The Henry Ford

Recentemente, The Henry Ford Museum ha aggiunto alla sua immensa collezione di cimeli dell’informatica un “pezzo” molto particolare: una Blue Box realizzata da Steve Wozniak, e venduta direttamente da Steve Jobs.

Per chi non lo sapesse, la Blu Box era dispositivo in grado di “ingannare” le centrali telefoniche degli anni ’60 e ’70, permettendo di telefonare gratuitamente. Non si tratta di una invenzione di Woz, ma quelle che costruì il futuro co-fondatore di Apple, avevano un circuito digitale e non analogico, che ne migliorava l’affidabilità, ed anche la tastiera era migliore.

Wozniak creò la Blu Box per gli amici, ma Steve Jobs come era nel suo stile, la trasformò subito in un prodotto commerciale, e così i due Steve iniziarono a produrre “scatole blue”. Il successo fu immediato, e addirittura Jobs assunse un paio di persone per soddisfare gli ordini. Assemblare una Blu Box costava circa $40, e Steve Jobs la vendeva fino a $150. Woz sostiene che ne furono realizzate 40, ma Jobs una volta raccontò di averne vendute un centinaio.

Naturalmente, le Blu Box erano illegali, e l’FBI già nel 1973 iniziò ad indagare per trovare i responsabili, ma i due Steve non furono mai scoperti e arrestati. Secondo una leggenda, un giorno Steve e Woz rimasero in panne con l’auto, e una macchina della Polizia si accostò per sapere se avessero bisogno d’aiuto. Uno dei poliziotti notò la scatola blu sul sedile e chiese che cosa fosse, ma i due Steve con incredibile prontezza risposero che era un sintetizzatore di musica elettronica.

È interessante notare che le Blu Box di Wozniak e Jobs risalgono al 1972, quindi molto prima dell’Apple I (aprile 1976).

Moof! è una rubrica di Spider-Mac in cui trovate brevi pensieri, URL cui andare per documentarvi meglio, un software da scaricare, insomma tante piccole cose che hanno sempre a che fare con il mondo Apple, ma raccontate in un articolo “leggero” che può essere uno spunto di riflessione o di polemica, una provocazione. 

Approfondimenti: , , ,

Argomento: Moof!

Aggiungi un commento