Il mercato degli iPhone di seconda mano mette in crisi gli Android economici

14 marzo 2018 ore 13:19 | di | 0 commenti

IPhone seconda mano

Stando ad una indagine di mercato svolta da CounterPoint Research, il mercato dei telefoni ricondizionati (di seconda mano) sta crescendo ad un ritmo molto veloce, ed Apple è l’azienda che sta traendo i maggiori benefici.

Gli iPhone sono in genere considerati molto costosi, e non tutti sono disposti ad acquistarli a prezzo pieno, ma quelli di seconda mano oltre ad offrire quasi la stessa qualità, vengono venduti a molto meno. E questo è uno dei motivi per cui il mercato dei telefoni usati ha registrato una crescita del 13% nel 2017, che equivale a ben 140 milioni di unità, dato che contrasta con la crescita di appena il 3% degli smartphone nuovi, segno evidente che i prezzi dei telefoni top di gamma, come l’iPhone X, hanno spinto più persone a far ricorso al mercato dell’usato

Stando sempre ai dati raccolti da CounterPoint Research, solo il 25% dei telefoni usati sono stati rivenduti, e questo dimostra le immense potenzialità che ha il mercato degli smartphone di seconda mano.

Al momento, i telefoni usati rappresentano circa il 10% di tutto il mercato della telefonia mobile, e la maggior parte dei clienti hanno optato per un iPhone.

Il motivo di questo grande successo degli iPhone usati si spiega con la loro maggiore longevità, infatti Apple offre in genere fino a quattro o cinque anni di supporto per i suoi modelli rispetto a solo due o tre anni nel caso di dispositivi Android.

Apple e Samsung rappresentano quasi tre quarti del mercato degli smartphone usati, ma secondo CounterPoint Research “Apple conduce con un margine significativo.”

Naturalmente, il mercato degli iPhone usati sta danneggiando i produttori di smartphone Android di fascia medio-bassa, quasi sempre aziende cinesi: “Il mercato di fascia medio-bassa dei nuovi smartphone viene cannibalizzato dail telefoni usati di fascia alta, per lo più iPhone di Apple e, in misura minore, smartphone Samsung Galaxy,” ha spiegato Tom Kang di CounterPoint.

Approfondimenti: , ,

Argomento: iOS

Aggiungi un commento