Luminar 2018, l’antagonista di Lightroom, migliora prestazioni e gestione RAW

18 aprile 2018 ore 12:59 | di | 3 commenti

Luminar 2018001

Luminar 2018 1.2.0 (€65) è l’ultima versione del software di post produzione fotografica da molti considerato una valida alternativa a Lightroom di Adobe.

Lo sviluppatore Skylum (ex Macphun) ha concentrato i suoi sforzi su due aspetti molto importanti per una applicazione di editing di foto professionale: le prestazioni generali e la gestione dei file RAW migliorando la tecnologia alla base del filtro Raw Develop.

Già al primo lancio si nota una maggiore reattività generale rispetto alla versione precedente, inoltre è stata ottimizzata l’interfaccia utente e l’ambiente di lavoro, con gli slider che rispondono più rapidamente.

Per quanto riguarda l’aspetto più importante, la conversione RAW, è stato migliorato il calcolo dell’esposizione, così come la procedura di demosaicizzazione per ottenere transizioni uniformi e immagini più pulite.

Anche l’opzione Defringe ha beneficiato di un aggiornamento rendendo più semplice e efficace gestire le zone retroilluminate o con forte contrasto. È stato ampliato il supporto nativo per più formati RAW delle recenti Fujifilm X-H1, Olympus PEN E-PL9 e
Panasonic Lumix DMC-TZ61. I fotografi hanno ora a disposizione una nuova opzione per la rimozione automatica delle aberrazioni cromatiche.

In più, il filtro RAW Develop analizza l’immagine e i suoi metadati per calcolare la correzione automatica della distorsione dell’obiettivo, che può poi essere applicata con un solo e semplice click. Luminar 2018 consente ora inoltre di usare i file DNG Camera Profile (DCP) per l’accuratezza dei colori. 

Approfondimenti:

Argomento: Fotografia, Mac

Commenti (3)

RSS commenti

  1. Mirco ha detto:

    Ciao Stefano , ci sono differenze fra la versione venduta su AppStore e quella del sito di Skylum, prezzo a parte ?

    • Stefano Donadio ha detto:

      Ciao Mirco, non riesco a capire la differenza, ho guardato anche sul blog di Skylum. E la versione che si scarica dal sito We dello sviluppatore include l’estensione per Foto. Mistero.

  2. Mirco ha detto:

    Grazie Stefano.

Aggiungi un commento