Moof! In ricordo dell’icona “Happy Mac”

14 giugno 2018 ore 12:58 | di | 0 commenti

Happy mac primary

Nell’ufficio in cui lavoravo agli inizi degli anni ’90 c’erano solo PC, e accendendoli appariva il prompt dei comandi DOS. Quando cambiai attività, ho acquistato anche il mio primo Macintosh, un PowerPC Performa 5400, un bel all-in-one per l’epoca, antesignano dell’iMac G3, e alla prima accensione ricordo che rimasi colpito dall’icona del Mac sorridente “Happy Mac” che appariva. La trovai familiare, divertente, e soprattutto rassicurante.

Per la prima volta, lo strano, enigmatico e spesso conflittuale rapporto che avevo con il computer si trasformò in qualcosa di piacevole.

L’icona dell’Happy Mac era stata disegnata da Susan Kare, la designer che Steve Jobs chiamò per realizzare le icone dell’interfaccia utente del primo Macintosh.

Con l’arrivo di Mac OS X 10.2 Jaguar, che per molti versi ha segnato la maturazione del sistema operativo Macintosh, la tranquillizzante icona sorridente del Mac è stata sostituita con il logo grigio di Apple che vediamo oggi.

Come vi ho raccontato in precedenza, in questi mesi ho impresso una accelerazione al progetto dello Spider-Mac Museum acquistano alcuni dei 30 Mac che Apple ha indicato come i migliori anno per anno a partire dal lancio del primo Macintosh 128K nel 1984, museo che sarà visitabile una volta l’anno durante una manifestazione, una sorta di “Mac Day”.

L’altro giorno il corriere mi ha consegnato una altro pezzo dei “30 migliori Mac” del costituendo museo, il Powerook 1400c del 1996. Mi sono seduto al tavolo, e quando l’ho acceso, nel rivedere l’Happy Mac mi si deve essere illuminato il volto perchè la persona che sedeva accanto a me mi ha chiesto “Cosa hai visto di così divertente?”

Non credo che accendendo un PC-Windows degli anni ’90, nel vedere la schermata iniziale di Windows ’95 qualcuno sorriderebbe.

Moof! è una rubrica di Spider-Mac in cui trovate brevi pensieri, URL cui andare per documentarvi meglio, un software da scaricare, insomma tante piccole cose che hanno sempre a che fare con il mondo Apple, ma raccontate in un articolo “leggero” che può essere uno spunto di riflessione o di polemica, una provocazione.

Approfondimenti: ,

Argomento: Moof!

Aggiungi un commento