Apple rilascia macOS Mojave beta pubblica: come installare senza correre rischi (aggiornato 2)

26 giugno 2018 ore 19:25 | di | 17 commenti

MacOS Mojave Public beta

Come da tradizione, subito dopo il rilascio della seconda beta di un nuovo sistema operativo per gli sviluppatori, Apple ha reso disponibile anche la Beta Pubblica destinata ai non-sviluppatori che partecipano al Beta Software Program, in questo caso si tratta della beta pubblica di macOS Mojave che si può scaricare dal Mac App Store. Tuttavia, sappiate che essendo una beta è altamente sconsigliato utilizzare Mojave come primo sistema operativo, e quindi è una buona idea creare una partizione di almeno 32GB sull’hard disk d’avvio dove installarlo.

Il primo passo da compiere, è eseguire il backup dei dati presenti sul disco di avvio su un hard disk esterno. La procedura per creare la partizione non cancellerà i dati, ma per precauzione è bene avere una copia dei propri documenti in caso di problemi.

Come scaricare macOS Mojave Public Beta

Collegatevi con il vostro Mac al sito Apple Beta Program effettuate il login con il vostro ID Apple, accettate i termini e condizioni del servizio, quindi nella successiva pagina cercate la sezione “Get Started” e cliccate sul link “enroll your Mac”. Nella nuova pagina accertatevi che il tab macOS sia selezionato, e al punto numero 2 click sul pulsante Redeem Code, si aprirà il Mac App Store, seguite le istruzioni che compaio e inizierà il download della beta pubblica.

I Mac compatibili con macOS High Sierra sono:

– Mac mini fine 2012 e seguenti

– iMac fine 2012 e successivi

– Mac Pro dal 2010 in poi

– MacBook Air metà 2012 e più recenti

– MacBook 12” inizio 2015 e successivi

– MacBook Pro metà 2012 in poi

Come partizionare il disco d’avvio del Mac

1. Quando si lancia Utility Disco (si trova nella cartella Applicazioni/Utility), l’unità di avvio appare nella colonna di sinistra. Selezionatela con un click, e quindi ancora un click sul pulsante Partiziona  in alto.

Utility Disco El Capitan

2. Nella successiva finestra di dialogo, click sul pulsante Aggiungi (+). Utility Disco dividerà il volume in due, lasciando i dati in un volume e creando un nuovo volume vuoto. Se lo spazio della partizione supera di gran lunga i 32GB, potete ridimensionarli digitando manualmente il numero nella casella “Dimensioni” oppure utilizzando le maniglie del grafico a torta. Nel capo “Partizione” inserite un nome adeguato, ad esempio macOS beta. Controllate anche che in Formato sia selezionato “OS X esteso (journaled)”

Utility Disco partizione High Sierra

3. Click sul pulsante Applica, e quando Utility Disco ha finito di cerare la partizione, premete su Fine. In questa fase è meglio lasciare che il vostro Mac e Disk Utility portino a termine il loro lavoro da soli. Non fate nient’altro sul vostro Mac, come controllare le e-mail o visitare un sito web. Ci vorrà qualche minuto per partizionare il disco.

Se non desiderate partizionare il disco di avvio, potete installare la beta pubblica di macOS Sierra su un hard disk e utilizzare questa guida per eventualmente partizionarlo (naturalmente al punto 1 dovrete evidenziare il disco esterno nella colonna laterale).

Se non è possibile creare la partizione

Lanciando Utility Disco e seguendo le istruzioni riportate sopra, potreste scoprire che non è possibile partizionare l’hard disk d’avvio, probabilmente la causa è la partizione di Boot Camp o FileVault o il Fusion Drive. In questi casi, la soluzione migliore è ricorrere ad un hard disk esterno o anche ad una pendrive, come questa SanDisk Cruzer Fit Unità Flash USB 2.0 da 32 GB (€14 spedizione inclusa).

Come Installare macOS Mojave Beta

La procedura d’installazione della Beta di Sierra non è diversa da quella degli altri sistemi operativi. Una volta completato il download dell’installer la procedura partirà immediatamente (oppure lanciatelo manualmente, si trova nella cartella Applicazioni), accettate le condizioni d’uso, e ad un certo punto vi verrà chiesto quale disco desiderate utilizzare per l’installazione. Fate click sul pulsante “Mostra tutti i dischi” e selezionare la nuova partizione creata o l’hard disk esterno o pendrive collegati al Mac, e il programma di installazione farà il resto.

Install macOS Mojave Beta002

Aggiornamento: Apple ha ritirato la beta pubblica.

Aggiornamento del 26 giugno: Apple ha reso di nuovo disponibile la beta pubblica.

Approfondimenti: , ,

Argomento: Mac

Commenti (17)

RSS commenti

  1. Gianluca ha detto:

    Mi sono iscitto al Beta Software Program, ma c’è scritto “macOS Mojave Public Beta Coming Soon”

  2. Davide Serio ha detto:

    all’inizio sembrava anche a me che ci fosse solo High Sierra, ma mi ha installato Mojave…per ora tutto bene 🙂

  3. dbrentan ha detto:

    e per far partire un sistema rispetto all’altro? Grazie

  4. Franco ha detto:

    Ciao, come gira Mojave? hai riscontrato qualche bug importante? (sto valutando se installarlo o meno)

  5. davide ha detto:

    se uno ha installato la beta, senza fare backup e volesse tornare a high sierra, si può? se si, come? può fare un backup da Mojave? grazie

    • Stefano Donadio ha detto:

      Si, puoi effettuare il downgrade, ma senza Time Machine è un po’ più complicato.

      Come prima cosa, devi fare un backup con Time Machine, poi devi procedere come se volessi fare una installazione pulita, che comporta la creazione di una chiavetta USB avviabile di installazione di High Sierra, con la quale dovrai formattare il disco d’avvio del Mac. Trovi tutto spiegato dettagliatamente in quest’altro articolo click qui.

      Un ultima difficoltà: High Sierra non lo puoi scaricare dal Mac con installato Mojave, devi usarne un altro.

  6. Simone ha detto:

    Installata ieri sera, al momento funziona tutto egregiamente. Ho un MacBook Pro 2017

  7. Vincenzo ha detto:

    L’ho installata ieri su un MacBook 12 che non uso come sistema primario di lavoro. Funziona tutto abbastanza bene comunque. Mi piace molto la funzione di organizzazione della scrivania.

  8. Duilio ha detto:

    L’ho installata senza partizione e ora la uso come sistema primario su iMac late 2013 e per ora funziona anche se ho notato una lentezza all’avvio. L’icona della mela con la linea progressiva appariva una sola volta, ora a metà si spegne per riapparire una seconda volta per caricare.

Aggiungi un commento