Accadde oggi: Steve Jobs presenta un computer “cinque anni in anticipo sui tempi”, ma non è un Mac

12 ottobre 2018 ore 09:39 | di | 3 commenti


12 ottobre 1988 Annunciato da Steve Jobs come un computer “cinque anni in anticipo sui tempi”, NeXT Inc. introduce il primo computer NeXT. Per via della sua forma a cubo, il computer è stato spesso chiamato “The Cube” o “The Next Cube”, e il modello successivo fu ufficialmente commercializzato con il nome di “NeXTcube”.

Jobs aveva più di un motivo per dire che il nuovo computer era 5 anni avanti rispetto agli altri personal computer dell’epoca, incluso i Macintosh. Infatti il “The Cube” aveva un disco di archiviazione ottica, un processore di segnale digitale per il riconoscimento vocale, e un ambiente di sviluppo orientato agli oggetti (object-oriented) che era veramente anni luce in anticipo sui tempi.

NexT Computer

Pur non essendo un successo commerciale, il NeXT Computer e la tecnologia sviluppata per esso hanno una importanza fondamentale nella storia dell’informatica.

Tim Berners-Lee ha sviluppato il primo server web e web browser su un computer NeXT, elogiando gli strumenti di sviluppo NeXT per avergli permesso di sviluppare rapidamente il sistema di Internet ormai onnipresente.

Dopo che Apple ha acquistato NeXT nel 1997, fu usato il sistema operativo dei computer NeXT come base di partenza per Mac OS X. Perfino iOS di iPhone e iPad, è a sua volta basato su Mac OS X e quindi trae la sua origine da NeXT.

Infine, l’ambiente di sviluppo orientato agli oggetti che Berners-Lee ha utilizzato per creare il World Wide Web è il precursore dell’ambiente di sviluppo che i programmatori di oggi usano per sviluppare le app di iPhone e iPad. Se non fosse stato per il NeXT Computer del 1988, non avremo molte delle cose che quotidianamente utilizziamo.

Approfondimenti: , , , ,

Argomento: Accadde oggi

Commenti (3)

RSS commenti

  1. ppcaric ha detto:

    Grandissimo computer (anche se non premiato dalle vendite) e grandissimo sistema operativo. NextStep era anni e anni avanti a qualsiasi altro sistema dell’epoca, tant’è che è ancora alla base di tante librerie di classi di iOS e MacOS. Anche se con swift hanno fatto un ulteriore passo da giganti in avanti, le varie classi NS* alla basi di Cocoa discendono direttamente da quei tempi (NS sta per NextStep).

  2. bear72 ha detto:

    era 1988!! nel ’98 eravamo in pieno fermento per gli iMac G3!!!

Aggiungi un commento