Il titolo AAPL tenta il rimbalzo

| 4 gennaio 2019 | 2 commenti

AAPL pre market 4 gennaio

Al termine delle contrattazioni al mercato borsistico del Nasdaq di New York di ieri, il titolo azionario Apple (AAPL) ha fatto registrare un pesante -9,96%, chiudendo a $142,19 per azione. Si è tratto della “normale conseguenza” del profit warning lanciato il 2 gennaio da Tim Cook, CEO di Cupertino, con il quale è stato rivisto al ribasso il fatturato relativo all’ultimo trimestre dell’anno scorso, che corrisponde al primo fiscale del nuovo (Q1 2019).

Per trovare una altro profit warning bisogna andare fino al 2002, e il Q1 2019 sarà ricordato per essere il primo da quando è stato lanciato l’iPhone nel 2007 ad aver fatto registrare un rilevante calo di vendite di smartphone, anche se limitatamente alla Cina.

Nell’after hours, AAPL non ha accentuato la flessione rimanendo sostanzialmente stabile, e nel pre-market ci sono segni di un tentativo di ribalzo: +1,44%.

In realtà, è abbastanza normale che dopo un calo così repentino ci sia un ribalzo, e probabilmente solo dopo la conferenza dei risultati finanziari del Q1 2019 prevista per il 29 gennaio ne sapremo di più, tuttavia sarà interessante vedere al termine della giornata di oggi che tipo di ribalzo avrà fatto AAPL.

Tag: , , , ,

Argomento: Notizie Apple

Commenti (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. wavemotion ha detto:

    Per ora niente di che. Bisogna ancora aspettare per comprare?

    • Stefano Donadio ha detto:

      Secondo me, il peggio è passato, il prezzo più di questo non dovrebbe scendere. In ogni caso si tratta di un investimento di medio-lungo periodo, quindi i soldi investiti non devono servire nell’immediato.

Aggiungi un commento