Utilizzare il Dock o la barra laterale per il drag-and-drop

14 gennaio 2019 ore 08:15 | di | 0 commenti

Dock drag and drop

ll Mac gestisce intelligentemente il rapporto tra documenti e applicazioni. Se si fa doppio click su un’icona di documento di Word, per esempio, Word si apre automaticamente e mostra il documento.

Ma, di tanto in tanto potrebbe essere utile o necessario aprire un file utilizzando un programma diverso da quello che lo ha creato. Forse, come spesso accade con un documento scaricato da Internet, non si ha il programma che lo ha creato oppure non si sa quale è stato utilizzato.

In questi casi, il Dock è la soluzione più pratica: basta trascinare il “documento misterioso” su una delle applicazioni nel Dock. In questo modo viene forzato il programma ad aprire il documento, se possibile. E funziona altrettanto bene trascinare il file sull’icona di una applicazione nella barra laterale o anche la barra degli strumenti del Finder.

Questa tecnica è utile se si desidera aprire un file readme con un word processor, come Word, invece del solito TextEdit.

In generale, solo le icone del Dock delle applicazioni che possono aprire il file “reagiscono” evidenziandosi in grigetto quando si passa il file sopra, con le altre semplicemente non accade nulla.

Infine, se non si riesce proprio a trovare una applicazione in grado di aprire il file, cliccandoci sopra due volte apparirà una finestra di dialogo che permette di cercare sul Mac App Store un programma compatibile con quel formato di file.

Cerca in App Store

Approfondimenti: , ,

Argomento: Mac

Aggiungi un commento