Accadde oggi: Apple presenta il Macintosh Plus, il primo senza Steve Jobs

| 21 gennaio 2019 | 1 commento

Macintosh Plus

16 gennaio 1986 Apple presenta il Macintosh Plus, il terzo modello di Mac, il primo ad essere commercializzato dopo che Steve Jobs era stato costretto a lasciare l’azienda l’anno precedente.

l Mac Plus è anche il primo Macintosh ad includere una porta SCSI, una tecnologia per collegare periferiche e accessori esterni che con una incredibile coincidenza verrà abbandonata solo quando, al ritorno in Apple dopo 10 anni di esilio, Steve Jobs presenterà l’iMac G3 “Bondi Blue” nel 1998. Il Mac vantava anche un 1 MB di RAM espandibile e un floppy disco a doppia faccia da 800KB.

Il Macintosh Plus è arrivato due anni dopo il primo e leggendario Macintosh 128K. In un certo senso, è stato il primo vero sequel del Mac dal momento che il Macintosh 512K – il modello intermedio – era praticamente identico a quello originale, con l’eccezione della memoria.

Il Mac Plus introduceva alcune innovazioni interessanti che lo hanno reso il migliore dell’epoca. La più importante è stata sicuramente la possibilità di aggiornare il computer da parte dell’utente, qualcosa che Apple ha riproposto solo alla fine degli anni ’80 e all’inizio del 1990. Questa possibilità è ancora più rilevante se si considera che Steve Jobs fece in modo che per accedere all’interno del Macintosh 128K occorressero speciali utensili non facilmente reperibili, proprio per evitare che l’utente potesse “personalizzarlo”.

Anche se il computer è stato fornito con un 1MB di RAM (il primo Mac aveva solo 128 Kb, gli utenti potevano espandere facilmente la memoria del Mac Plus fino a 4 MB utilizzando schede RAM socketed.

Questa nuova filosofia di progettazione, insieme alla possibilità di aggiungere fino a sette periferiche (dischi rigidi, scanner, ecc), ha reso il Macintosh Plus una macchina decisamente migliore rispetto ai suoi predecessori.

Il Mac Plus supportava anche alcuni software incredibilmente utili, al di là dei soliti MacPaint e MacWrite, come l’eccellente HyperCard e MultiFinder che grazie al multitasking permetteva di utilizzare più applicazioni contemporaneamente per la prima volta. Inoltre, all’epoca Microsoft Excel e Adobe PageMaker erano programmi esclusivi  per il MacPlus (il primo era una esclusiva solo a causa di un terribile accordo tra Apple e Microsoft)

Il Macintosh Plus è stato superato dal Macintosh SE e dal Macintosh II lanciati entrambi l’anno successivo, tuttavia continuò a riscuotere un buon successo di vendite, tanto da essere uno dei Macintosh più redditizi per Apple.

Nel 1987 è stato commercializzato un modello di Macintosh Plus con un case di colore Platinum (invece di beige) per adattarsi al nuovo corso stilistico Snow White design language di Apple. IL Macintosh Plus è stato commercializzato fino ad ottobre 1990, un ciclo di vita enorme nell’ambito dei computer. 

Tag: , ,

Argomento: Accadde oggi

Commenti (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. StefanoCube ha detto:

    Gran bel computer, fa bella mostra di se nella mia libreria e funziona ancora, incredibile.

Aggiungi un commento