Accadde oggi: Steve Wozniak lascia Apple

8 febbraio 2019 ore 13:09 | di | 4 commenti

Steve Wozniak 19836 febbraio 1985 Steve Wozniak co-fondatore di Apple, lascia l’azienda. Per uno strano destino il 12 settembre dello stesso anno Steve Jobs viene licenziato e così Apple diventa orfana di tutti i suoi fondatori.

Il motivo che spinge Steve Wozniak a lasciare Apple è per come la divisione dell’Apple II viene trattata dall’azienda, e anche dal desiderio di avviare una nuova attività con una piccola società, circondato da un gruppo ristretto di ingeneri suoi amici.

Con il lancio del Macintosh 128K all’inizio del 1984, i vertici di Cupertino ritengono l’Apple II superato sebbene l’Apple IIc avesse venduto 52.000 unità nell’arco di 24 ore, contro i 50.000 Macintosh 128K spediti nei primi tre mesi di commercializzazione. Nonostante questi ottimi volumi di vendita, l’Apple II doveva essere gradualmente eliminato nel corso del tempo (invece, a testimonianza delle sua longevità, alcuni modelli dell’Apple II continuarono ad essere prodotti addirittura fino al 1990).

A minare l’umore di “Woz” aveva contribuito anche il clamoroso flop dell’Apple III, gestito direttamente da Steve Jobs, che aveva letteralmente snobbato tutte le indicazioni ed idee degli ingegneri che partecipavano al progetto, e preteso che il nuovo computer fosse privo di ventole (per fare concorrenza ai rumorosissimi PC-IBM). Così l’Apple III denotò subito la tendenza a surriscaldarsi enormemente, anche per via del case molto piccolo voluto sempre da Jobs, e ben presto tutti i modelli commercializzati si guastarono.

Inoltre, Woz era abituato a lavorare in squadre composte da 1-2 ingegneri, ma Steve Jobs, che era riuscito a trovare importanti finanziatori e ingenti prestiti bancari, aveva trasformato Apple in colosso tecnologico, e così le squadre che si occupavano dei progetti dei vari computer erano composte da decine di ricercatori e ingegneri.

Apple ii

Indignato da come la sua creatura, l’Apple II, veniva snobbata da Apple, Woz insieme al suo amico ingegnere Joe Ennis decise di fondare una nuova e piccola società chiamata CL9 (l’acronimo di Cloud nine), che nel 1987 rilascerà il CL 9 CORE, il primo telecomando universale programmabile. Tuttavia, nello stesso anno CL9 cessò ogni attività, e chiuse.

In più, dopo aver lasciato Apple, Woz si iscrisse all’Università della California di Berkeley per completare la sua laurea interrotta quando nel 1975 fu assunto da HP. Dal momento che il suo nome “Steve Wozniak” era ben noto nei circoli tecnologici, Woz si iscrisse con il nome di Rocky Raccoon Clark, riuscendo a laurearsi in informatica e in ingegneria elettrica nel 1982.

A metà degli anni ‘90, Woz fu richiamato insieme a Jobs come consulente quando Gil Amelio divenne CEO.

Nonostante abbia lasciato Apple, Woz è rimasto azionista ed ha continuato a ricevere uno stipendio come semplice impiegato (un beneficio voluto da Steve Jobs in persona). A riguardo, recentemente, nel corso di una tavola rotonda presso il Computer History Museum a Mountain View, California, Wozniak  ha detto: “Io sono l’unica persona che è sul libro paga [di Apple – n.d.r] fin dal primo giorno.”

Approfondimenti: , ,

Argomento: Accadde oggi

Commenti (4)

RSS commenti

  1. Kernel Panic ha detto:

    C’è una cosa che non ho capito, Woz percepisce uno stipendio da impiegato pur non lavorando in Apple?

Aggiungi un commento