Apple sfida Qualcomm in Tribunale: ne potrebbe rimanere uno solo

15 aprile 2019 ore 18:29 | di | 0 commenti

La battaglia legale del secolo tra Apple e Qualcomm è iniziata, e dal momento che è uno scontro tra due titani tecnologici, anche la posta in gioco è enorme.

Il risarcimento danni chiesto da Apple e da altre quattro aziende supera di gran lunga qualsiasi indennizzo precedente o caso antitrust: $30 miliardi. Dal momento che Qualcomm ha generato profitti per “solo” 4,86 miliardi di dollari nel 2018, la ricaduta potrebbe essere devastante.

Apple, Foxconn, Pegatron e altri produttori chiedono a Qualcomm un rimborso per un totale di 27 miliardi di dollari perchè hanno pagato royalty in eccesso. Naturalmente, Qualcomm nega ogni circostanza, e a sua volta chiede 7 miliardi di dollari per pagamenti non corrisposti da Apple & C. oltre ad una cifra come risarcimento danni da quantificare.

Secondo Apple, Qualcomm per ogni iPhone dovrebbe incassare il 5% sul prezzo di $30 per ogni modem, e cioè 1,5 dollari, mentre Qualcomm fino ad ora ha preteso $7,50. 

Il problema è che Qualcomm adotta una strategia di licenze che corre sul limite del regolamento antitrust, infatti chiede una royalty fissa per utilizzare tutti i suoi brevetti, e poi un’altra da calcolare in base al modem e le tecnologie utilizzate. Invece, le altre aziende detentrici di brevetti chiedono una royalty per l’uso di uno o più brevetti. Questo atteggiamento di Qualcomm limita la concorrenza e lo sviluppo di altre tecnologie, secondo Apple e le altre aziende.

Però, Qualcomm ha un asso nella manica: la tecnologia 5G, che ha già fatto sapere non fornirà per i futuri iPhone (Intel è in forte ritardo su 5G e l’offerta di Huawei non sembra percorribile viste le tensioni tra USA e Cina), ma le cose potrebbero cambiare se Apple dovesse vincere la causa.

Approfondimenti: , ,

Argomento: iOS, Notizie Apple

Aggiungi un commento