Ritrova Apple Watch disperso in mare per 6 mesi, e funziona ancora!

| 25 aprile 2019 | 10 commenti

Robert Bainter

Robert Bainter un surfista di Huntington Beach, in California, ha avuto la grande sfortuna di perde il suo Apple Watch mentre cavalcava un’onda. Dopo aver perlustrato infruttuosamente per oltre un’ora la spiaggia, decide di attivare il Trova il mio iPhone (Apple Watch), che permette di bloccare il dispositivo, e di far apparire un messaggio con il proprio numero di telefono nella speranza che qualche buon samaritano ritrovandolo lo restituisca. Ma niente da fare, l’Apple Watch sembrava scomparso per sempre inghiottito nelle onde dell’Oceano Pacifico.

Apple Watch 6 mesi mare

Poi, sei mesi dopo, arriva una telefonata di un uomo che informa Bainter di aver ritrovato il suo Apple Watch in mezzo a delle conchiglie a circa cinque chilometri di distanza rispetto a dove fa surf. Incredibilmente, l’orologio dopo un po’ di tempo che era stato messo sotto carica, si era acceso mostrando così il messaggio di Bainter con il numero di telefono. Nell’intervista rilasciata alla televisione locale KTLA5, il surfista ha esibito orgogliosamente il suo orologio perfettamente funzionante, solo il display è apparso un po’ opacizzato per via della salsedine.

Robert Bainter ha dichiarato di essere un grande fan di Apple, e che nel frattempo aveva già acquistato un altro  Watch che utilizza per avere informazioni relative a luogo, data, ora, meteo, numero di onde, distanza percorsa e tempo trascorso surfando tra le onde.

Tag:

Argomento: Apple Watch

Commenti (10)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Emperor Zurg ha detto:

    Ma da quando l’Apple Watch monitora anche il surf?

  2. Xopotl ha detto:

    Ma non è tutto solo pubblicità per Apple. Uno che fa lo surf, perde l’orologio facendo questo sport. Non può succedere.

  3. MelaV ha detto:

    Ultima notizia: “si sveglia e trova Galaxy Fold sul comodino, non funziona più”

  4. Antonio ha detto:

    Comunque l’Apple Watch è più cazzuto di quello che si pensa, io lo tengo al polso quando vado a fare le immersioni subacquee e l’ho già portato a 56 metri di profondità senza alcuna conseguenza, peccato non abbia un profondimetro e una bella App per le immersioni, potrebbe facilmente sostituire il computer subacqueo

  5. Simone Richelmy ha detto:

    Notizia dell’ultima ora: “Scoperte prove dell’esistenza di Babbo Natale, dello Yeti e del mostro del lago di Lockness”!!!!!!

    Come si fa a credere ad una notizia così: 1) impossibile ritrovare qualcosa disperso in mare; 2) che dopo 6 mesi funzioni ancora!

    • Emperor Zurg ha detto:

      Veramente in mare si ritrovano navi affondate da anni… Ambrogio Fogar è stato ritrovato dopo 74 giorni… solo per fare qualche esempio banale.

    • MelaV ha detto:

      l’ha trovato un sub a circa 5km dalla costa, poi sicuramente caricato e acceso quindi il proprietario ha ricevuto la localizzazione tramite il collegamento con il proprio account. Puoi trovare anche persone scomparse sappilo se hanno con se un dispositivo.

      Ci sono canali youtube dove trovano oggetti, fra cui iphone e rintracciano i proprietari per restituirglieli.

    • thomas turbato ha detto:

      ma a te che te ne frega?

Aggiungi un commento