Apple aggiorna la linea di computer portatili ora più potenti, con True Tone e più economici, il MacBook scompare

| 9 luglio 2019 | 13 commenti

MacBook Pro 13 Tru Tone

Apple ha apportato alcune modifiche alla sua linea di computer portatili. Il display Retina del MacBook Air Retina guadagna la tecnologia True Tone, ma, forse ben più importante il prezzo del modello base adesso è di €1.279 (€100 in meno). La tastiera è quella di quarta generazione realizzata con nuovi materiali introdotta con i MacBook 15” a maggio. Il rumor su una nuova tastiera con meccanismo a forbice si è rivelato infondato.

Apple continua ad offrire una sola configurazione hardware, senza la possibilità di optare in fase d’ordine di un processore più potente, cosa che aveva fatto la fortuna del vecchio Air.

– € 1.279: Display Retina con True Tone Processore Intel Core i5 dual‑core di ottava generazione a 1,6GHz (Turbo Boost fino a 3,6GHz) 8GB di memoria LPDDR3 a 2133MHz Unità SSD da 128GB1 Intel UHD Graphics 617 Touch ID Trackpad Force Touch Due porte Thunderbolt 3

Se avete bisogno di più spazio d’archiviazione, il modello da € 1.529 offre un SSD da 256GB, come anticipato le specifiche hardware sono esattamente le stesse.

Novità anche per quanto riguarda il MacBook Pro 13″ (€1.549) entry level, ora due volte più potente del modello che sostituisce grazie ai processori quad-core di ottava generazione. Inoltre adesso è dotato di Touch Bar, Touch ID, display Retina con True Tone e chip Apple T2 Security (il modello senza Touch Bar esce definitivamente di scena).

– €1.549: Intel Core i5 quad‑core di ottava generazione a 1,4GHz Turbo Boost fino a 3,9GHz, scheda grafica Intel Iris Plus Graphics 645 8GB di memoria LPDDR3 a 2133MHz, SSD da 128GB, Display Retina con True Tone, Touch Bar e Touch ID, 2 porte Thunderbolt 3

Anche in questo caso, se  avete bisogno di più spazio d’archiviazione, il modello da €1.799 offre un SSD da 256GB (le specifiche hardware sono esattamente le stesse)

Il top di gamma con processore di ottava generazione aggiornato a maggio è sempre disponibile, naturalmente:

– € 2.099: Intel Core i5 quad‑core di ottava generazione a 2,4GHz, Turbo Boost fino a 4,1GHz, Intel Iris Plus Graphics 655, 8GB di memoria LPDDR3 a 2133MHz, SSD da 256GB, Display Retina con True Tone,Touch Bar e Touch ID, 4 porte Thunderbolt 3.

Con € 2.349 potete avere lo stesso portatile ma con SSD da 512GB.

Un po’ a sorpresa, il MacBook 12″ è stato rimosso dal sito Web di Apple. Amato da chi era disposto a qualche compromesso pur di avere un portatile leggerissimo e dall’ingombro ridotto, in tanti hanno criticato questo modello per la mancanza di più porte USB-C.

C’è sempre la possibilità che Apple possa progettare un altro computer portatile ultraleggero, naturalmente, soprattutto se la transizione ARM è dietro l’angolo come oramai sostengono in molti, ma per ora il MacBook Air è il portatile destinato all’utente consumer Mac.

Tag: , , ,

Argomento: Mac

Commenti (13)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Carlo ha detto:

    Tutti i modelli base hanno ancora solamente 128 GB di disco! Sono a dir poco fuori dal mondo, anacronistici, ridicoli! Non gli va proprio nella testa all’ufficio marketing o chicchessia in Apple a prendere queste stupide decisioni. Anche le persone più comuni sfogliano gli opuscoli delle varie catene di elettronica e vedono portatili con SSD da 256GB molto meno cari degli AIR, so che non c’è paragone per tutto il resto dell’hardware, la qualità costruttiva, i materiali, la miniaturizzazione e infatti queste cose se le fanno giustamente pagare, ma sta di fatto che ormai più nessuno propone dischi da 128GB nel 2019! Come se non bastasse per avere 256 (dimensione ormai appena sufficiente) chiedono 250€ in più! Un vero furto! Parlando del modello nello specifico, ora che (finalmente) hanno aggiornato lo schermo, per un peso inferiore di soli 120g e uno spessore addirittura maggiore rispetto ai nuovi PRO, gli AIR continuano ad avere: una scheda video imbarazzante, un processore sottodimensionato, la mancanza della touch bar ed anche due porte in meno, il tutto per una differenza di 270€. In sostanza gli AIR costano ancora troppo visto che, a differenza del dismesso MacBook, non sono abbastanza compatti per preferirli ai PRO. Penso che i nuovi AIR siano nati male, dovevano essere più compatti magari con uno schermo da 12″, e magari partire al di sotto della soglia dei 1000 massimo 1100€ e con un SSD da 256GB di serie. I PRO invece, visti i prezzi e visto che siamo nel 2019, dovrebbero partire da 512GB. Se i dischi non fossero saldati potevano anche partire con tagli inferiori, ma visto che così non è… Per finire, in tutti i modelli, dovrebbero reintrodurre il compianto Magsafe. A mio parere continueranno a far fatica a venderne sopratutto per colpa dei ridicoli 128GB di SSD saldati (e se lo meritano visto le politiche da raschiabarile che hanno imboccato).

    • Stefano Cube ha detto:

      Per quanto riguarda il MagSafe non ne vale la pena perché è una porta che serve solo per ricaricare, in più non ci sta per dimensioni.

    • MelaVah ha detto:

      128gb sono ottimi, anche perché non è un qualunque ssd, sarebbe come lamentarsi del serbatoio di un’auto anziché dei consumi, delle prestazioni, della qualità e via scorrendo. se mi dessi 512gb di Dell XPS io ti direi “puoi tenertelo, è un disco lento” io stesso ho anche un mac con quasi 1 TB di fusion drive riempito, ma sai quanti sono i file utili che uso e che dovrei tenere nel mio mac? circa 90-100gb e molti file probabilmente non mi servono più nemmeno per sicurezza. Stiamo parlando di un portatile consumer, qualche programma, qualche file e basta. Anzi mi pento del tera che ho, penso che il prossimo mac desktop sarà con l’ssd più piccolo possibile proprio come il portatile, perché a parte i file più usati e più utili, per il resto, tutte le vaccate le metterò in qualche esterno, perché i file sul computer sono ormai ingestibili, non trovo più nulla, è un vero caos. Poi non cambierei la velocità con niente, nemmeno se allo stesso prezzo ci fosse 3 tera. C’è chi compra automobili biposto e con bagagliaio da citycar e chi auto familiari da sette posti con bagagliaio da 700 litri, ognuno ha le proprie esigenze.

      Sai cosa nel 2019 è anacronistico avere? (nei pc windows in vendita) ssd solo più veloci di un hdd e non al top, avere un trackpad piccolo, inutilizzabile e con il click asimmetrico, plastiche in ogni dove in prodotti da oltre 1000€, batterie da 3 ore da nuova, windows stesso (che rallenta tutto come se fosse un mac di 10 anni prima), assistenza pessima, schermi di qualità inferiore.

      Si vede che non hai mai usato davvero un mac, ci sono frasi che palesano ciò.

      • Carlo ha detto:

        Veramente è dal 91 che uso personalmente solo Mac, e prima ancora li usavo come disegnatore in uno studio di architettura. Ho perso il conto di quanti ne ho avuti ma direi almeno 20, ora ne ho 3 in utilizzo e decine di modelli retrò per collezionismo. Forse ti sorprenderò tuttora comprerei solo Mac sopratutto per merito del sistema operativo e condivido anche tutti gli altri fattori favorevoli che hai aggiunto, ma per quel che riguarda lo spazio di archiviazione (a meno che col computer ci navighi e ci scrive solamente), non sono assolutamente d’accordo con te, per fare un esempio solo per i filmati di famiglia (in HD, non in 4K) che sto montando nei ritagli di tempo su iMovie ho 180GB occupati, per non parlare delle foto (63GB), della musica (66GB) che tengo solo in altissima qualità riversata direttamente dai CD originali ecc…. A mio parere il problema è che ora Apple è amministrata da un esperto contabile al quale in fondo importa sopratutto quanto riesce a spremere i clienti quanto più possibile. Sta facendo perdere la faccia un pezzetto alla volta a un marchio al quale sono legato da decenni e che anche solo per la sua storia ed importanza non merita di vedere infangato il suo nome con trucchetti contabili quali memorie saldate nei computer, tagli di memora nei telefoni che passano dagli inaccettabili 64GB direttamente agli esagerati (anche economicamente) 256GB ecc…. La morale è che fino alla generazione precedente (quella con Magsafe) avevo ancora la sensazione di aver fatto un’ottimo affare, avevo speso di più ma ero sicuro di avere un prodotto svariate spanne sopra la concorrenza sotto OGNI singolo punto di vista, ora la sensazione è quella di non avere altra scelta sia per Windows sia perché il resto fa ancora più schifo (tranne solo che per la capacità dei dischi in dotazione).

        • MelaVah ha detto:

          quindi semplicemente la versione 128gb non è la tua versione adatta, tutto qui, perché però parli anche per conto di altri? Anzi ti metti addirittura in mezzo alla contabilità Apple giudicando, forse se non sei stato assunto tu ma un’altra persona un motivo ci sarà. 32gb sugli smartphone sono ancora attualissimi, fino a un annetto fa non li ho mai superati e adesso sono obbligato ad avere 64gb che sono per più della metà inutilmente liberi.

          Siccome nessuno regala nulla, un 128gb costa meno su un mac, così come un notebook pc anche se costa meno totalmente con 256gb, costerebbe ancora meno se avesse 128gb e per chi non serve è meglio spendere meno che sprecare soldi su una memoria inutilizzata.

          ps. uno che scrive: “continuano ad avere, una scheda video imbarazzante, un processore sottodimensionato, la mancanza della touch bar ed anche due porte in meno, il tutto per una differenza di 270€.” significa che non sai come funzionano e vanno i mac fin dal 91, e non sai nemmeno come si fanno i prodotti.

          • Carlo ha detto:

            Guarda che sei tu che pensi di rappresentare l’utente tipo universale al quale tutti devono fare riferimento per la scelta dell’hardware più consono alle proprie esigenze.
            Continua pure a vivere felice nel 2019 con i tuoi 128GB e accetta supinamente ogni prodotto che ti viene propinato ma sappi che il resto del mondo informatico sta sfottendo Apple per queste tecniche commerciali assurdamente suicide e questa cosa mi fa arrabbiare perché il resto dell’hardware, salvo GPU e CPU degli AIR, è allo stato dell’arte (anche la GPU del nuovo Mac mini fa pena).
            Penso che tu sia l’unico che giustifica un esborso di 250€ solamente per 128GB in più o 270 € in meno per avere un computer prestazionalmente (specialmente lato video) nettamente inferiore rispetto alla gamma PRO (che ha peso e dimensioni praticamente identiche).
            Il vecchio AIR ha prestazioni similari o migliori di questi “nuovi” modelli!
            Se non ci credi vatti a vedere i test fatti da Spider Mac su questo stesso sito.
            Apple è da ormai un anno che fa ribassi col contagocce, campagne promozionali, rimborsi, svendite su Amazon e nonostante tutto hanno molti computer e telefoni invenduti! Ora deve pure pagare a Samsung una penale di 600.000.000 di € perché non riesce a rispettare gli ordini di schermi pattuiti? Secondo te è perché i loro prodotti fanno schifo o è perché adottano espedienti commerciali che li stanno rendendo ridicoli se non addirittura odiosi?
            Se continua così il reparto marketing metterà Apple in una grossa crisi di immagine e la cosa è sempre più manifesta.
            Jobs non avrebbe mai accettato queste tecniche commerciali perché amava i suoi prodotti e ci teneva che tutti i suoi clienti facessero lo stesso.
            Ora chi sceglie Apple lo fa sopratutto per i suoi sistemi operativi (ed anche il suo supporto software) ma per tutto il resto non è un caso che gli hackintosh stiano prendendo sempre più piede.
            Ma tu dall’alto della tua esperienza sai come si fanno i prodotti vero?
            Sappi che io i loro prodotti li riparo e so come sono fatti dentro, hanno moltissima cura persino in posti che nessuno vedrà mai e mi dispiace moltissimo vederli umiliati da scelte commerciali suicide.

          • Davide ha detto:

            Io farei meno il fanboy, perché a volte si rasenta il ridicolo. L’utilizzatore sopra, ha detto la sua, ed è un pensiero di molti. Stessa cosa per iPhone che partono da 64 gb con un prezzo da 1200 euro. Non gli costava nulla ad Apple a partire da 128, ma siccome è una azienda che DEVE far soldi e non beneficenza, sotto l’aspetto economico nulla da dire, anzi…

            • Claudio ha detto:

              Finchè c’è gente convinta che Apple sappia meglio dell’utente ciò che serve all’utente stesso…. e si vanta di questo….
              Se domani uscisse un iPhone con 32 Gb di memoria ci sarebbe comunque qualcuno pronto ad esaltarne la scelta.
              Bisognerebbe cambiare lo storico “Think different” in “Don’t Think! It’s different….”.
              Pazienza.

          • Raffaele ha detto:

            No, un Mac è un PC come lo è windows e come lo è un linux.
            Una foto, un video o qualsiasi altro documento ha le stesse dimensioni più o meno in tutti i sistemi. Il MAC lo pago di più per l’ottimizzazione e va bene, nulla da dire.
            La capacità dell’HD invece è ridicola.
            Un AIR è leggero fintanto non ci fai nulla, ma appena ti devi portare tutte le periferiche necessarie per utilizzarlo seriamente, diventa più ingombrante e pesante di un altro pc.

            Come ho già ribadito, Apple è interessata a fare soldi e non gli interessa assolutamente le necessità dell’utente finale. Se queste due cose coincidono buon per noi. Ha gioco facile perchè il resto del mercato vorrebbe fare come lei ma non è in grado, tutto qui.

            Personalmente ho comprato un mac quando le prestazioni e il prezzo erano decenti. Ho anche degli iPhone ma perché sono aziendali. Ma non comprerei mai un iPhone a questi prezzi. Ci sono ottimi android a meno della metà del prezzo del iPhone 8. Sicurezza? mi vien da ridere.

            Poi io posso elogiare il MAC quanto volete, non ho nessun problema. L’ho comprato e lo ricomprerei, ma certe scelte sono irritanti.

  2. 128GB è una offesa all’intelligenza del consumatore

  3. ilfolle ha detto:

    è sparito l’air del 2017.
    grande macchina

    Luca

  4. Carlo 59 ha detto:

    128 da braccine corte per quanto se lo fanno pagare, proprio per la filosofia cookkiana non ho nessuna intenzione di cambiare il mio glorioso mbpro 15 late 2009 aggiornato è rinato con un ssd crucial e ram grazie ai consigli di Stefano! Finché regge andrò avanti così

Aggiungi un commento