AirPod salvato da una morte orrenda grazie ad una scopa appiccicosa

| 11 luglio 2019 | 4 commenti

Airpod metro

Un giovane AirPod era destinato ad una fine orribile: “morire” tre le rotaie di una metropolitana. Tuttavia, la sua proprietaria Ashley Mayer non si è persa d’animo e con un po’ di perizia e arguzia è riuscita a salvarlo.

“L’AirPod è caduto dal mio orecchio ad alcuni metri di distanza dal bordo della piattaforma della metropolitana”, ha twittato Mayer, cosa che rendeva il recupero incredibilmente pericoloso.

Metro AirPod

Mayer ha chiesto al personale della metropolitana di salvare il suo AirPod, ma la procedura di recupero richiedeva oltre due ore. Non potendo attendere, si è recata presso un supermercato che si trovava nelle vicinanze, dove ha comprato una scopa e del nastro adesivo. 

AirPods metro scopa

Quando Mayer è tornata alla metropolitana, ha avvolto un po’ di nastro adesivo sull’estremità della scopa, quindi dopo aver atteso il passaggio di un treno, con un po’ di fortuna è riuscita a recuperare l’AirPod, che funziona perfettamente nonostante la brutta caduta.

Mayer

Gli AirPods sono stati progettati per adattatarsi alla maggior parte delle orecchie, ma se avete paura di perderli potete acquistare delle piccole cinghie che si avvolgono intorno al collo per impedirne la caduta.

In alternativa, potreste acquistare i nuovi Powerbeats Pro di Apple, sono progettati per lo sport, così hanno dei ganci li tengono ben attaccati all’orecchio.

Tag:

Argomento: iOS

Commenti (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Christian ha detto:

    La signora in foto è a capo di un ufficio di relazioni pubbliche. Si fa pagare per parlare dei prodotti.

    • Stefano Donadio ha detto:

      È la responsabile delle relazioni pubbliche di Glossier, una azienda di cosmetici. Non si fa pagare per parlare di prodotti terzi. L’account twitter è “normale”.

      • Christian ha detto:

        Sono stato superficiale, chiedo scusa, ma se serve a far parlare di se stessi si fa anche gratis.

        • MelaVt ha detto:

          proprio così, si si, non c’è miglior pubblicità di uno scopettone e un airpod sporco, ma sopratutto la pubblicità migliore per se stessa è ammettere la “figuraccia” (accade) di aver perso un auricolare come se fosse un’imbranata (anche se non lo è, ma nell’immaginario imprenditoriale lo sarebbe e lo è)

Aggiungi un commento