Le pubblicità di Fastweb, TIM, Vodafone e Wind sono scorrette (ancora una volta)

| 6 agosto 2019 | 0 commenti

AGCM

Alcune pubblicità di Fastweb, TIM, Vodafone e Wind sono ingannevoli, a stabilirlo è stata l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), che ha sancito sanzioni fino a 350 mila Euro. Non è la prima volta che accade, infatti propio ad agosto dello scorso anno Wind 3, TIM e Vodafone avevano pagato €3,2 milioni complessivi sempre per “pratiche commerciali scorrette”.

Wind (provvedimento n. 27864) dovrà pagare la multa più alta di €350 mila per via delle pubblicità di Wind Fibra 1000 a €24,99 al mese perché non era specificato in modo chiaro il costo aggiuntivo di €5/mese per 48 rate per il  modem. Analogamente, la campagna promozionale per l’offerta Fibra 1000 in FTTH è stata considerata ingannevole perché era specificato con un font troppo piccolo che “l’offerta è disponibile nelle città con copertura FTTH” e non era evidenziato correttamente il costo relativo al modem.

TIM (27863) e Vodafone (27866) dovranno pagare €200 mila ciascuno per le offerte TIM Connect Fibra, e IperFibra Vodafone, Giga Wi-Fi e Internet Unlimited perché per tutte non era specificato che dopo 12 mesi il costo dell’abbonamento sarebbe aumentato di €5/mese per raggiungere le prestazioni FIBRA.

Infine, Fastweb (27865) dovrà pagare una multa di €125 mila per la pubblicità relativa all’offerta Ultrafibra con Fastweb mobile in cui non era sufficientemente specificato che si trattava di una promozione valida unicamente in abbinamento al servizio mobile, e solo se si era coperti da tecnologia VULA e bitstream e unicamente per 12 mesi

Tag: , , , , ,

Argomento: Notizie

Aggiungi un commento