Guadagna €330mila facendo il reso dei pacchi Amazon che riempiva di terra

| 8 agosto 2019 | 4 commenti

Amazon estafa mallorca kjVC U31301525357130suF 656x492 Corriere Web Sezioni

C’è un punto debole nel processo dei resi dei pacchi di Amazon. In pratica il colosso dell’e-commerce non perde tempo ad aprire i pacchi che contengono i prodotti che i clienti rimandano indietro, semplicemente vengono pesati, e verificato che il peso coincide con quello misurato al momento della spedizione, viene effettuato il rimborso.

Di questa falla ne era a conoscenza James Gilbert Kwarteng, un 22enne di Palma di Maiorca, che acquistava su Amazon dispositivi elettronici di cui faceva immediatamente il reso, ma nella confezione metteva una quantitativo di terra sufficiente per raggiungere il peso del pacco. Una volta ottenuto il rimborso, vendeva senza la confezione originale i vari dispositivi a prezzi convenienti.

Ad accorgersi della semplice ma ingegnosa truffa è stata la sede logistica di Amazon a Barcellona, però troppo tardi, infatti è stato calcolato che Kwarteng ha acquistato e poi rivenuto merce per un valore di €330mila.

Con un sistema simile, una coppia dell’Indiana in America, era riuscita a rubare merce per $1milioni, ma la cosa più assurda è che in questo caso Amazon non si era accorta di niente fino a quando la Polizia ha arrestato i due, che sono finiti in prigione per sei anni.

Tag: , ,

Argomento: Notizie

Commenti (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. MelaRec ha detto:

    basta farli passare su un nastro come in aeroporto e vedere cosa c’è dentro, uno dietro l’altro tanto per dare un’occhiata, e comunque non si accorgono che uno fa 1000 ordini e restituisce 1000 ordini?

  2. Sauro ha detto:

    E poi dicono di noi italiani…..🤣🤣 mmmh ho un ali difettoso quasi quasi…ahahah figuriamoci se controllano il seriale hihihi

  3. Filippo ha detto:

    Stefano io scriverei ruba ; non si è trattato di un onesto guadagno e per quanto a scapito di una multinazionale che certo non fa beneficenza, sempre di furto si tratta.

Aggiungi un commento