Gli iPhone diventano professionali con l’iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max

| 10 settembre 2019 | 28 commenti

Iphone2019 1938

Nel corso dello Special Event “By innovation only” che si è svolto oggi presso lo Steve Jobs Theatre, Tim Cook & C. hanno presentato i tanto attesi successori degli iPhone XS e iPhone XS Max.

La prima novità riguarda il nome, entrambi i modelli guadagnano il suffisso Pro, perché come spiegato durante il Keynote, gli  iPhone 11 Pro 5,8″ e iPhone 11 Pro Max 6,5″ offrono una fotocamera in grado di scattare foto e girare video di qualità professionale.

Lavorazione professionale

Iphone2019 1930

Ma il Pro si riferisce anche alla lavorazione della scocca  in “acciaio inossidabile chirurgico”. La parte posteriore è un pezzo unico di vetro lavorato. Finitura opaca testurizzata nelle tonalità “verde notte”, grigio, argento e un “nuovo” oro. Anche il display è “Pro” e per questo Apple gli ha cambiato nome ribattezzandolo Super Retina XDR: OLED di nuova generazione, con luminosità di picco di 1200 nits, rivestimento oleofobico, funzionalità True Tone, supporto HDR, gamut colore espanso e contrasto di 2.000.000:1, lo stesso contrasto dello schermo si trova soltanto nel nuovissimo iMac Pro. Tuttavia, il display non include più il meccanismo 3D Touch, sostituito dalla versione “software” Haptic Touch, la stessa in dotazione con l iPhone XR.

Non esiste un processore più potente per smartphone

Il processore A13 Bionic è ancora più potente del predecessore, “la CPU e la GPU sono le più potenti mai utilizzate in uno smartphone”, per l’invidia degli utenti del lato oscuro dell’informatica. La tecnologia Neural Engine è stata ulteriormente ottimizzata, affiancata da un nuovo Machine Learning Accelerator. Il chip, che è realizzato con processo produttivo a 7 nm include 8,5 miliardi di transistor, e una CPU sei-core in grado di eseguire fino a 1.000 miliardi di operazioni al secondo. Come per l’A12,  2 core sono destinati all’alta efficienza, mentre i restati 4 core sono votati all’efficienza energetica, risultato: + 20% di velocità e + 30% di efficienza rispetto agli iPhone dello scorso anno.

Grafica da console giochi

Anche il comparto grafico è stato migliorato. La GPU quad-core è più veloce del 20% e consuma il 40% in meno. Sul palco, si sono alternati vari produttori di videogame, e le dimostrazioni hanno impressionato gli spettatori per l’incredibile dettaglio grafico.

Tutti questi sforzi di Apple si traducono in un incredibile miglioramento dell’autonomia della batteria, l’ iPhone 11 Pro offre 4 ore in più rispetto all’iPhone XS, mentre iPhone 11 Pro Max fino 5 ore in più rispetto all’iPhone XS Max. Ricaricare i nuovi iPhone sarà un’operazione che richiederà meno tempo perché hanno in dotazione il caricatore rapido a 18W.

Fotocamera professionale

Iphone2019 1997

Ma, come anticipato, l’asso nella manica degli iPhone “professionali” di Apple è il compito grafico formato da tre obiettivi: obiettivo da 12 MP, focale 26 mm, apertura f/1,8, a sei elementi, OIS, 100% Focus Pixels; obiettivo telefoto da 12 MP, focale 52 mm, apertura f/2,0, obiettivo a sei elementi, OIS, Focus Pixels; e il terzo obiettivo, il grandangolo, sempre da 12 MP, focale 13 mm, apertura f/2,4, 5 elementi, campo visivo a 120°

Per quanto riguarda lo zoom ottico: 0,5X, 1X e 2X. Lato video, tutte e tre le fotocamere sono in grado di registrare filmati in 4K a 60 FPS. Prevista anche una funzione Audio Zoom.

Il lavoro delle tre fotocamere viene combinato dal chip A13 per creare risultati impressionanti. Con un solo scatto, si ottengono 3 foto contemporaneamente che vengono salvate con i 3 diversi livelli di zoom.

Deep Fusion è una nuova modalità che permetterà di scattare foto di qualità ancora superiore. Grazie al Machine Learning vengono scattate 9 foto prima ancora di fare click sul pulsante di scatto. Nel momento in cui lo si preme davvero, ne viene scattata un’altra con un’esposizione più lunga e poi il machine learning combina tutto in una sola immagine che tiene conto dei riflessi della luce in maniera migliore relativamente al viso o sugli oggetti. Deep Fusion sarà disponibile solo in un secondo momento con un aggiornamento di iOS 13. 

Iphone2019 2020

Prezzi

I nuovi iPhone si potranno prenotare venerdì a partire dalle ore 14 su Apple Store, mentre questi sono i prezzi:

– iPhone 11 Pro 64GB €1.189

– iPhone 11 Pro 256GB €1.3.59

– iPhone 11 Pro 512GB €1.589

 

– iPhone 11 Pro Max 64GB €1.289

– iPhone 11 Pro 256GB Max €1.459

– iPhone 11 Pro 512GB Max €1.689

Tag: , ,

Argomento: iOS

Commenti (28)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Power Geek ha detto:

    Dopo aver visto il doppio scalino delle fotocamere ho visto tutto

  2. Nicola ha detto:

    Aspetto i test, ma se i pro saranno come xr, lo compro.

  3. LucaS ha detto:

    Non metto in dubbio la qualità raggiunta nè che ATTUALMENTE possa essere il top nel mondo smartphone, ma i professionisti usano altro.
    Magari lo affiancheranno per qualche scatto in situazioni in cui non si possono portar dietro apparecchiature professionali o in emergenza (un pro d’altronde sa fare ottime foto con qualsiasi apparecchio fotografico perchè ha capacità appunto da professionista di quel lavoro).
    Ma dubito vedremo servizi fotografici svolti con questo iphone (o con qualsiasi altro smartphone).
    A meno che non si prendano per “professionisti” coloro che scattano alle fiere 🙂

    A parte ciò mi spiace che ci si concentri (pur ottimamente) su un solo ambito (upgrade annuo di specifiche a parte).
    Parliamo di uno smartphone non di una fotocamera.

  4. Ivan ha detto:

    Ma i dati sull’autonomia sono esatti? Mi sembrano troppe ore in più…

  5. Massimiliano ha detto:

    Mamma mia che nomi… iPhone undici pro max, sembra uno sciolingua 🙂

  6. Emperor Zurg ha detto:

    Il lato autonomia, se confermato farà terra bruciata…praticamente 11/12h di schermo attivo.

  7. Alessandro ha detto:

    Secondo me la vera novità è che non hanno aumentato i prezzi.

  8. Experience ha detto:

    Questa non e’ innovazione e’ solo potenziamento della fotocamera. Il Keynote piu’ brutto, spero non sia l’inizio del declino.
    Un vero rinnovamento sarebbe stato togliere il notch e mettere tutto sotto screen.

    • Stefano Donadio ha detto:

      Devi aspettare l’anno prossimo, oramai il ciclo degli smartphone è 1 ogni 3 anni. Lo stesso accade per Samsung & C.

      • Experience ha detto:

        Credevo fosse solo due anni. Io possiedo ancora il 6s, attendo delle novita’ rilevanti altrimenti non ha un valido senso cambiare.
        Grazie della info.

        • theItN ha detto:

          Concordo. Che poi pro di qua, pro di là, e la stragrande maggioranza di chi li comprerà sarà gente che poi li utilizzerà per postare foto in formato extra compresso su Whatsapp o Instagram.. Roba che ancora va più che benone il mio iPhone 6 Plus. Alle soglie del 2020, perlomeno per quella che è la mia concezione di smartphone mi sarei aspettato ben altro.. Vero full borderless, connessione 5G (che per chi come me non cambia smartphone ogni anno per fare l’influenzer su Iutubbe è una mancanza su cui non si può evidentemente passar su) una batteria seria che ti permetta di arrivare a fine giornata senza powerbank o battery case a rimorchio (vedremo questo upgrade come si rivelerà ma già per come l’ha raccontato Apple non mi aspetto di certo la svolta..), magari un caricatore allineato col resto della concorrenza senza per forza dover sfondare quota 1000 dei Pro (che poverata il solito vecchio caricatore sul modello 11 “base”).. Insomma, alla fine pure quest’anno passo, anche se stavolta un po’ a malincuore non perché il mio 6 Plus vedo che, sempre alla luce dell’uso che ben faccio io, sta cominciando un po’ a sentire io peso degli anni..

          • Stewie ha detto:

            Secondo me siete un po’ troppo difficili. Le novità eclatanti rispetto ai vostri iPhone 6 c’è ne sono in abbondanza:

            – Face ID che nessun altro smartphone offre, se non versioni aggirabili con la foto del proprietario

            – display da bordo a bordo

            – autonomia 4-5 ore in più

            – display OLED con risoluzione e contrasto da iMac 27”

            – fotocamera semi professionale per foto e video

            – materiali di qualità che nessun altro smartphone offre

            – ricarica wireless

            CHe aspettate ad aggiornare?

            • theItN ha detto:

              Parlo per me, poi magari (sicuramente) le masse vanno in un’altra direzione, quelle da te elencate sono tutte novità inutili o al massimo non così indispensabili da giustificare un cambio.

              FaceID: utilizzo con soddisfazione il TouchID quotidianamente. Ci potrò mettere quanto? Un secondo (voglio straesagerare) in più a sbloccare lo smartphone o confermare un pagamento, rispetto al FaceID? Amen, nulla di preistorico. Di certo se dovessi investire 1000€ per un upgrade non sarebbe per una cosa che posso fare benissimo anche col mio dispositivo attuale, pur se in maniera differente.

              Batteria: ecco, questo è un aspetto per me fondamentale. Ma se pago 1000€, io non voglio continuare ad essere imboccato col cucchiaino con queste non meglio precisate “X ore in più” che paiono sempre la panacea del cronico male, salvo poi dover sempre girare col powerbank dentro lo zaino. Io pretendo, per quel Apple a sua volta pretende dal portafogli, che Cook & co. mi garantiscano, senza supercazzole e in maniera chiara alla luce del sole, di poter arrivare sempre, e con un discreto margine di durata residua, a fine giornata. Anche in caso di uso intensivo delle varie connettività (parlo di uso prolungato di WiFi, Bluetooth, Connessione 4G, GPS.. non so se qualcuno di voi ha mai fatto un viaggio in auto col navigatore acceso per 3-4 ore, magari capisce di cosa parlo). Quando Apple si spingerà in maniera convinta a fare ciò allora cominceremo a discutere seriamente di cambio dello smartphone attuale, diversamente finché giocoforza quello che ho non mi lascerà a piedi, cercherò di rinviare al più tardi possibile e probabilmente non necessariamente con l’ultimo modello a listino (anche perché Android nossignore). Siamo nel 2019, penso i tempi siano decisamente più che maturi a garantire una batteria al passo coi tempi, soprattutto se hai probabilmente la migliore divisione ricerca e sviluppo del settore.

              Display OLED: bellissimo ed al top del mercato, nulla da dire. Ma se col telefono non ci gioco, se i video che non siano quelli di YouTube (e pure qui nuovamente, compressione e perdita di qualità tale da rendere più che sufficiente il buon vecchio IPS del mio 6 Plus) preferisco guardarli sull’iPad che almeno li vedi ad una grandezza decente, se con l’iPhone non faccio di certo l’uso che già posso fare con l’iPad (penso ad esempio un utilizzo a mo’ di tavoletta grafica con software idonei a quest’uso), l’OLED varrebbe davvero la candela? Ma poi tutti a sbavare per questa qualità iMac 27”, ma esattamente per farci cosa? Lavorarci su Photoshop o InDesign o QuarkXpress o Illustrator piuttosto che guardarci l’ultimo film di Quentin Tarantino o James Cameron? Su uno schermo grosso quanto un palmo di una mano? Con tutto rispetto, non esiste produttore che avrà mai i miei soldi per farmi comprare un oggetto affatto necessario alle mie vere necessità e viceversa buono solo ad ingrossare il suo esercizio trimestrale.

              Fotocamera: per l’uso smartphone che faccio cioè prossimo allo zero mi è già sufficiente quella che ho. Per l’uso professionale serio (e parlo ad esempio di set di foto per ricostruzioni fotogrammetriche tridimensionali di edifici, non con tutto rispetto del profilo Instagram di Chiara Ferragni) non so quanto possiedo una Olympus M4/3 con ottica Pana-Leica. Di nuovo, le novità fotografiche mi scivolano seriamente addosso, sono l’ultimissima cosa che chiedo ad uno smartphone. Capisco di essere un caso su un milione, ma se una cosa non la utilizzo perché mai dovrei cambiare proprio per quella cosa? Per farmi figo con gli altri e dire “guarda io c’ho er caleidoscopio dietro ar telefono, te cell’hai?”, no grazie.

              Materiali di qualità: altra cosa che a me importa zero. Ma non per nulla eh, quanto perché la mia esperienza mi ha portato a considerare indispensabile l’adozione delle cover. Quella in silicone Apple mi ha salvato diverse volte, senza contare il grip in più che regala. Allora perché farsi uno smartphone effetto wow se poi devi tappezzarlo di cover?

              Ricarica wireless: a mio modo di vedere lo specchio per le allodole per eccellenza. Grande fatica attaccare un cavo alla porta dello smartphone, grande fatica davvero rispetto all’appoggiare il telefono su una basetta, ma soprattutto grande innovazione rispetto al cavo lightning dover girare con la basetta wireless da attaccare alla prima presa utile per non rimanere con lo smartphone a piedi con la batteria scarica..

              Ecco, un po’ più approfonditamente, perché io le mode non le seguo e l’ultimo modello non lo compro se non mi dà quel che gli chiedo.

              • Stewie ha detto:

                In base a quello che hai scritto, allora per te va bene anche uno StarTak degli anni ‘90 😉

                • theItN ha detto:

                  Se al di là di tutta la connettività che evidentemente manca, avesse soprattutto la sincronizzazione in tempo reale con tutti i dispositivi Apple che io ho, cosa che rende per me l’iPhone insostituibile con qualsiasi altro smartphone non Apple, allora si, sicuramente lo StarTAC sarebbe un’ottima alternativa.

    • LucaS ha detto:

      A dire il vero l’anno scorso mi pare peggio, ok i 2 modelli con schermo diverso rispetto all’unico X ma era una cosa già presente ormai dai tempi del 6.
      Qui almeno la fotocamera è un reale passo avanti.

      Vediamo il prossimo anno, anche se è dura immaginarmi novità valide, scadranno i 3 anni che ho considerato di tenere l’X, che cmq funziona sempre bene quindi per cambiare dovrà esserci qualcosa di interessante per l’uso quotidiano.
      E un taglio base da 128gb.

  9. Matt ha detto:

    Mi piace, credevo molto peggio. Verde interessante. Però ancora con questa presa lightning 😔…

    • Luca ha detto:

      Vero potevano mettere una usb c o una thunderbolt …. almeno si unificavano i cavi …. per cambiarlo aspetto la cambino tanto L anno prossimo sarà 5G

  10. Carlo 59 ha detto:

    Ciao Stefano, ma iOS 13 quando verrà rilasciato??

  11. valeriosalsialerio ha detto:

    un telefono: €1.689, già detto tutto…

  12. Giampiero ha detto:

    Io spero che con questo telefono si risolvono i problemi enormi che ho riscontrato con XS facendo video e foto notturne : i puntini di luce !ma solo o io mi lamento di questo ? Voi avete una soluzione a questi maledetti puntini che rovinano tutto???

  13. Giampiero ha detto:

    Stefano …hai mai fatto un approfondimento su questa problematica dei ‘puntini di luce ‘ nelle foto o video notturni ? Nei precedenti iPhone ( ho avuto il 4 , il 5 e il 7 ) non avevo questo dramma …che posso fare ??

  14. cursao11 ha detto:

    Personalmente lo ritengo l’iPhone più inutile di sempre, insieme all’XS. Sono due anni che in pratica è uguale a se stesso, con solo delle migliorie nella fotocamera, e aggiornamenti hardware. Trovo anche abbastanza folle che non supporti il 5G, anche se ancora non eccessivamente diffuso.
    Da amante dei prodotti , vorrei tanto che si tornasse ad innovare, il titolo dell’evento mi aveva fatto sperare, invece, sono rimasto molto molto deluso

  15. gino ha detto:

    YAWNNN….

  16. Barbarroja ha detto:

    Le solite lamentele di ogni anno. La vera noia.

  17. andre ha detto:

    Ciao Stefano, puoi fare un articolo se conviene comprare un iPhone 11 o 11 pro o max paragonandoli a quelli precedenti ad esempio ho un X compro o aspetto?

Aggiungi un commento