Apple introduce il “periodo di grazia” per le app in abbonamento

| 16 settembre 2019 | 0 commenti

Abbonamento in scadenza

Apple ha deciso di prevenire un problema comune e cioè quello nel mancato rinnovo di un abbonamento ad una app per via di un problema, come ad esempio il non aggiornamento dei dati della carta di credito scaduta da parte dell’utente, che normalmente provoca la fine dell’abbonamento nel giorno esatto della scadenza.

Per ovviare a questo inconveniente, oltre al consueto messaggio via email che ricorda l’avvicinarsi della scadenza del pagamento dell’abbonamento, Apple ha deciso di introdurre il Billing Grace Period, un “periodo di grazia” della durata di 6 giorni per le app con abbonamento a rinnovo settimanale, mentre per quelle con scadenza mensile ed annuale è di 16 giorni.

Durante il periodo di grazia, Apple proverà a risolvere il problema del mancato rinnovo contattando l’utente che così potrà continuare ad accedere ai contenuti senza interruzioni.

Tuttavia il periodo di grazia è solo opzionale, sarà infatti lo sviluppatore a decidere se avvalersi della nuova funzionalità, che tra l’altro comporta anche un certo lavoro, al contrario dell’omologa funzione del Google Play che non richiede alcun intervento da parte degli sviluppatori.

Tag: , ,

Argomento: Notizie

Aggiungi un commento