Time Machine o clone?

| 5 novembre 2019 | 10 commenti

Carbon Copy Cloner 5 catalina

Molti utenti Mac ritengono che Time Machine non sia sufficiente, e il modo per gestire un backup sicuro è di clonare l’unità: cioè creare una copia esatta del suo intero contenuto. Nel caso del disco d’avvio, questa dovrebbe essere una copia “bootable”, cioè in grado di avviare il Mac.

Applicazioni come Carbon Copy Cloner (€37,10) e ChronoSync (€45) offrono un sistema semplice e flessibile per farlo. Il risultato finale è un clone completo del disco d’avvio, a differenza del set di file riorganizzato di Time Machine. Entrambe le utility permettono di controllare cosa è cambiato dall’ultimo clone e aggiornarlo, quindi non è necessario copiare l’intero lotto ogni volta che si deve aggiornare il backup.

ChronoSync

Una differenza importante tra un clone e un backup di Time Machine è che quando si elimina un file, Time Machine mantiene ancora le versioni precedenti (almeno fino a quando l’unità di backup non si riempie), mentre se si esegue nuovamente la clonazione, il file sarà assente sia dal clone sia dalla fonte. Sia Carbon Copy Cloner, sia ChronoSync risolvono questo problema archiviando facoltativamente i file eliminati.

Time Machine backup

Time Machine resta una valida soluzione sia per il recupero dei file sia per il recupero del sistema, mentre la clonazione è da tenere in considerazione come ulteriore copia di sicurezza da eseguire su un’unità separata.

Tag: , , , , ,

Argomento: Mac

Commenti (10)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. fabioferrerobio ha detto:

    Io affianco time machine con un bel backup remoto fatto con Arq.

  2. Cristiano ha detto:

    Sono due programmi diversi, il che significa che fanno cose diverse e servono a scopi diversi. Non si possono paragonare le clonazioni ai backup incrementali.

    • Stefano Donadio ha detto:

      Se leggi attentamente l’articolo, sia SuperDuper sia CCC effettuano il backup incrementale, proprio come Time Machine. La differenza con quest’ultimo è un’altra e riguarda i file eliminati (oltre al fatto che Time Machine non è bootable).

      • Cristiano ha detto:

        Appunto: proprio perché il TM non è avviabile (lo possiamo dire in italiano, tranquillamente, senza bisogno di orridi neologismi) sono due programmi diversi che fanno, ripeto cose diverse per scopi diversi. Non sono comparabili. Come, giustamente, ha già detto qualche lettore e faccio anch’io, li usiamo entrambi e contemporaneamente. La loro diversità li rende complementari e quindi, una volta di più, non comparabili. E’ come paragonare una berlina a un furgoncino.

        • Ernesto ha detto:

          Secondo me non sai usare o conosci SuperDuper e CCC, da come scrivi sembra che siano in grado di fare solo il backup bootable, e non è così.

        • Emperor Zurg ha detto:

          Appunto? Secondo te “non si possono paragonare le clonazioni ai backup incrementali”, ma tutti e tre i software, pardon, applicazioni, sono in grado di fare backup, pardon, copie di sicurezza, incrimentali…

  3. Tonino ha detto:

    Io faccio backup con TM e CCC. Poi salvo su HD esterni e DVD le mie foto e files più importanti. Backup elevato alla quarta. Troppo esagerato? 🤣

  4. emiliano franzoni ha detto:

    Mi sembra di aver letto qualche tempo fa che SuperDuper funzioni meglio di CCC perché la clonazione avviene in modo diverso e più preciso.
    qualcuno me lo può confermare spiegando la differenza tra i due programmi?

  5. Rodolfo ha detto:

    Vi posto il mio uso. Magari sbaglio oppure é utile a qualcuno. Io normalmente uso TM (con l’opzione escludi file di sistema) così ho i file di backup che “produco” per lavoro o diletto. Uso anche CCC ma solo quando faccio una installazione pulita (normalmente al cambio versione di OS) dopo aver installato i software che normalmente uso in modo da avere una copia del SO più “pulita” possibile. Per le foto ed alcuni file importanti vado di iCloud o Dropbox (o similari). In questo modo credo di avere una buona ridondanza riducendo al minimo gli sbattimenti (TM, iCloud e Drop vanno in automatico senza bisogno di “interventi”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *