Se andate in vacanza con il Mac, ricordatevi di installare Opera

6 agosto 2018 ore 09:41 | di | 11 commenti

Se state per andare in vacanza, nell’elenco delle cose da fare prima di partire aggiungetene un’altra: installare il browser Opera sul vostro MacBook (è richiesto OS X 10.10 Yosemite o versione successiva).

Infatti, quando si è in ferie si pone sempre il problema di come navigare in sicurezza su Internet se si utilizza la connessione Wi-Fi dell’albergo, ristorante, bar o di un qualsiasi altro punto d’accesso Wi-Fi pubblico, dal momento che questo genere di connessione è l’obiettivo preferito dai pirati informatici per intercettare password, credenziali per l’accesso e-mail, dati delle carte di credito e altri “dati sensibili” di chi le utilizza.

La soluzione è adoperare una Virtual Private Network (VPN) che effettua la cifratura del traffico dati Internet in modo che altri utenti sulla stessa rete Wi-Fi non siano in grado di “intercettarli”. Si tratta di un servizio generalmente offerto dalla aziende ai propri dipendenti, ma esistono anche offerte convenenti di VPN per gli utenti consumer, l’unico aspetto negativo è che configurare una VPN se non è difficile, è almeno una operazione noiosa da portare a termine.

Non tutti sanno che il browser Opera include una VPN, che non richiede alcuna configurazione, ma soprattutto è gratuita e il traffico dati è illimitato.

Dopo aver scaricato il browser, selezionate Opera/Preferenze, click su “Riservatezza & Sicurezza” che si trova nella colonna laterale, scorrete la pagina fino alla sezione VPN, quindi mettete il segno di spunta all’opzione “Attiva la VPN”.

Opera VPN

Una volta abilitata la VPN, un badge VPN blu viene visualizzato nella barra degli indirizzi di Opera. Cliccandoci sopra verrà mostrato un interruttore on/off, le informazioni sulla quantità di dati trasferiti, la posizione virtuale e l’indirizzo IP virtuale.

Opera VPN statistiche

Approfondimenti: , , , ,

Argomento: Mac

Commenti (11)

RSS commenti

  1. Maxibus ha detto:

    funziona anche sulla versione x iPad?

  2. Davide ha detto:

    In realtà ad oggi siamo già al sicuro visto che il 99% di siti, server di posta etc. utilizzano connessioni SSL o meglio TSL, quindi comunicazioni criptate con certificato

  3. Gabriele ha detto:

    Navigando con la sua VPN incorporata la connessione perde un po’ di velocità?

    • Stefano Donadio ha detto:

      Un po’ si, ma puoi cambiare VPN. Se noti nell’ultimo screenshot c’è una opzione che consente di scegliere in base al continente.

      • Gabriele ha detto:

        Sì ho fatto delle prove ma devo dire che il caricamento di pagine pesanti rimane sempre scattante (ahimè mi pare anche più veloce di Safari).
        Una domanda: la VPN che attiviamo in Opera funziona solo per i dati che viaggiano attraverso quel browser e quindi tutte le altre app che utilizziamo rimangono “scoperte”, giusto?

  4. Vortigern ha detto:

    L’attuale versione della cosiddetta VPN gratuita di Opera è quanto meno scandalosa in termini di velocità. La prima implementazione era nettamente superiore, adesso è quasi inutilizzabile. Molto meglio investire qualche euro in una vera VPN disponibile per qualsiasi piattaforma come NordVPN (funziona perfettamente anche su iPhone e iPad). Le soluzioni free lasciano sempre a desiderare, specie se si tratta di sicurezza.

    • Stefano Donadio ha detto:

      Sto utilizzando Opera con VPN attivata in albergo proprio in questo momento, e devo dire che è va molto bene. Certo, non è l’ottimale per i videogame online, però va benissimo per navigare. Probabilmente ti sei collegato ad una rete Wi-Fi lenta di suo.

  5. Giacomo ha detto:

    fatto! tra l’ altro Opera è un browser molto veloce

Aggiungi un commento