Fusion 4.1 permette di virtualizzare Leopard e Snow Leopard

| 21 novembre 2011 | 4 commenti

VMware ha rilasciato Fusion 4.1, un aggiornamento del popolare software di virtualizzazione che permette di far girare sui Mac Intel una versione di Windows e di altri sistemi operativi in una finestra del Finder, quindi senza dover riavviare come invece avviene con Boot Camp di Apple.

Tra i numerosi miglioramenti che introduce quest’ultima versione di Fusion, degna di menzione è quella che potrebbe fornire agli utenti Mac una maggiore flessibilità quando si tratta di gestire le vecchie versioni di Mac OS X: il software è ora in grado di eseguire su una macchina virtuale le versioni non-server di Snow Leopard (Mac OS X 10.6) e Leopard (Mac OS X 10.5).

Fino adesso, con Fusion è stato possibile “virtualizzare” solo Lion (la prima versione client di Mac OS X che permette di istallare più copie sullo stesso computer), Lion Server, Snow Leopard Server e Leopard Server, anche perchè la licenza d’uso Cupertino permette unicamente a queste versioni di essere installate ed eseguite su una macchina virtuale su hardware Apple.

Quando un utente tenta di installare Leopard o Snow Leopard con Fusion 4.1, una finestra di dialogo appare e chiede di verificare se si hanno tutti i diritti per procedere.

Fusion

Non c’è dubbio sull’utilità di questa nuova funzione. Prima di tutto, sarebbe una manna per gli sviluppatori e per chi fornisce assistenza tecnica, che hanno bisogno di verificare come il software funziona su diverse versioni di OS X. Ma potrebbe essere utile anche  agli utenti che utilizzano software per Mac PowerPC, che compre forse già saprete, non è compatibile Lion perchè Apple ha abbandonato lo sviluppo di Rosetta.

Tag: , , , ,

Argomento: Mac

Commenti (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Gaetano ha detto:

    Si può fare anche con VirtualBox (free) e VMware (commerciale): c’è un vantaggio di usare VMware o Parallels?

  2. fascox ha detto:

    si. si integrano meglio con Lion e sono più performanti e affidabili. Lascerei perdere per ora VirtualBox se devi virtualizzare Windows o Mac OSX (qualsiasi versione). Per Linux è ok.

  3. Marco ha detto:

    Io uso correntemente VirtualBox per Windows e Linux senza particolari problemi

  4. fascox ha detto:

    infatti nessuno ha detto che ci sono problemi 😉

Aggiungi un commento