10 consigli per fare ottime foto con il proprio smartphone

| 14 febbraio 2012 | 9 commenti

Probabilmente non portate la vostra fotocamera reflex con voi tutto il tempo, ma il vostro iPhone o smartphone con fotocamera integrata è sempre nella vostra tasca ovunque decidiate di andare. Ecco perché, la fotocamera più popolare utilizzata per l’upload delle foto su Flickr non è una macchina fotografica, ma proprio l’iPhone.

Naturalmente, la difficoltà è quella di riuscire a fare ottime fotografie con un dispositivo progettato principalmente per parlare. Tuttavia, se prima si scattare una foto si seguono alcuni piccoli suggerimenti, si possono avere belle immagini nitide sia con un iPhone, sia con un telefono Android. Ecco cosa dovete sapere.

1. Lasciate che il sole illumini la scena

Uno smartphone può gestire un gran numero di situazioni con aplomb, ma molto dipende dalla scena. Il sensore d’immagine di ridotte dimensioni richiede molta luce, e ovviamente riuscirà a fare foto migliori all’aperto, alla luce del giorno. Per ottenere la miglior esposizione possibile, seguite il consiglio a cui i fotografi si sono attenuti per decenni: provate a mettere il sole dietro di voi o su una delle vostre spalle. Evitate di scattare direttamente verso il sole, o di sottoesporre il soggetto. Se si scattano fotografie in interni, mettere la schiena alla finestra e accendere le luci.

Foto con iPhone

2. Componete le vostre foto

Scattare una buona foto non è semplicemente una questione di conoscere le impostazioni corrette. Componente le vostre foto come fanno i professionisti (leggere anche Nozioni base di fotografia: come comporre una foto). Posizionate il soggetto lungo una delle line interne di una griglia immaginaria composta da due linee verticali e due linee orizzontali, piuttosto che nel centro dello schermo. Se avete un iPhone con iOS 5 è più facile mettere in pratica questo consiglio: una vota attivata la fotocamera toccate il pulsante Opzioni, quindi abilitate la Griglia. Fate attenzione anche a mantenere la fotocamera ben allineata, non c’è niente di peggio di una foto come un orizzonte inclinato.

La regola dei terzi

3. Avviare la fotocamera il più veloce possibile

Con iOS 5 è stato risolto il più grande difetto della fotocamera dell’iPhone, e cioè il tempo d’attesa necessario per effettuare una foto da quando si estre il telefono dalla tasca a quando si effettua lo scatto.

IPhone accesso veloce fotocamera

In passato, bisognava tirar fuori il telefono dalla tasca, strisciare il dito per sbloccarlo, inserire il codice di sicurezza se attivato, trovare l’applicazione della fotocamera (che potrebbe anche essere nascosta all’interno di una cartella), lanciarla, e quindi attendere che l’iPhone aprisse la macchina fotografica e visualizzare finalmente un’immagine sul display.

Certo, è una questione di pochi secondi, ma sembra un’eternità, soprattutto se il vostro bambino o animale domestico sta facendo qualcosa di carino o divertente che vale la pena immortalare. iOS 5, l’ultima versione del software per l’iPhone e iPad  risolve la prima parte di questo problema. Ora si può semplicemente premere due volte sul tasto Home per far apparire un pulsante della fotocamera, ed è sufficiente toccarlo per avviare l’app Fotocamera senza dover sbloccare il telefono.

Per gli altri smatphone, se il sistema operativo lo permette, spostate l’applicazione fotocamera in una posizione più comoda, magari nel Dock.

4. Tenete il telefono ben fermo

Le foto scattate con uno smartphone spesso risultano sfocate, questo perchè un telefono è molto più leggero e sottile rispetto ad una fotocamera “vera”. Afferrate il telefono con entrambe le mani, provate a tenere i gomiti lungo i fianchi per aver un sorta di sostegno. Fate un respiro profondo e poi lentamente e in maniera costante espellete l’aria mentre dolcemente innescare lo scatto.

5. Sapere quando l’otturatore scatta

Se l’otturatore è lento, è necessario tenere conto di questo. Alcuni telefoni hanno un ritardo sorprendente dopo aver premuto il pulsante di scatto. E se il pulsante di scatto è touchscreen, l’otturatore probabilmente scatterà la foto dopo aver sollevato il dito, non mentre si preme sulla superficie del display dello smartphone. In entrambi i casi, tenete ferma la fotocamera. E non urtate lo schermo, o la vostra foto verrà mossa.

6. Ottimizzate le impostazioni

Se la vostra fotocamera è dotata di un controllo del bilanciamento del bianco, otterrete migliori risultati lasciando questa impostazione su automatico. Ma se i colori escono male, provare a impostare il bilanciamento a seconda della luce che illumina l’ambiente, come ad esempio fluorescente, luce del giorno o tramonto. Basta ricordarsi di reimpostare il bilanciamento del bianco su automatico quando avete finito, o le foto successive risulteranno un po’ strane.

Se la fotocamera prevede le impostazioni per l’ ISO, disabilitate l’opzione automatico. Quando siete all’aperto in pieno giorno, impostare l’ISO al valore più basso per ridurre al minimo il rumore digitale nell’mmagine. In situazioni di bassa luminosità, impostate l’ISO più alto.

7. HDR

Alcuni telefoni (come l’iPhone 4S e iPhone 4) includono una modalità High Dynamic Range o HDR (leggere anche Cos’è la funzione HDR per le foto dell’iPhone).

L’HDR di iOS 5 combina una serie di fotografie, ognuna scattata con una diversa esposizione: sottoesposta (dove tutto è più scuro), sovraesposta (più luminosa), e la terza con una corretta esposizione. Le parti migliori di queste immagini sono messe insieme in un’unica immagine che esalta i dettagli della foto in ombra e di quella sovraesposta, cioè le informazioni che normalmente andrebbero perse effettuando uno scatto con una sola esposizione anche se visibili ad occhio umano.

Se il telefono dispone di un’opzione High Dynamic Range, provate ad utilizzarla al posto del flash. In alcuni casi l’HDR potrebbe anche essere chiamato Wide Dynamic Range, o qualche variazione simile. A destra la foto scattata utilizzando la funzione HDR dell’iPhone 4S.

HDR iPhone

8. Utilizzate il flash per esaltare i dettagli durante il giorno

Anche se può sembrare strano, ma alla luce del giorno il flash può essere la vostra arma segreta. Ad esempio, il flash in pieno giorno può servire a ridurre le ombre create dalla luce del sole. Anche se il flash non sarà mai abbastanza potente da riempire ogni ombra, se siete abbastanza vicini al soggetto, può servire per meglio illuminarne il volto.

9. Non utilizzate lo zoom digitale

La fotocamera del cellulare non permette di ingrandire l’immagine spostando il suo obiettivo. Generalmente, ha uno zoom digitale, che rende soltanto i pixel grandi cancellando i dettagli. Non attivate lo zoom digitale, piuttosto avvicinatevi al soggetto, se possibile. Se avete veramente bisogno di ingrandire un dettaglio, potete sempre riprodurre lo stesso effetto dello zoom digitale sul vostro Mac con un editor di immagini.

10. Più software possibili

Uno dei vantaggi di uno smartphone è quello di poter installare decine di applicazioni che possono migliorare il telefono in generale e in particolare anche ogni aspetto di una fotografia. Date una occhiatina all’App Store se avete un iPhone o all’Android Market se utilizzate uno smartphone Android per trovare le app che possono migliorare sia il funzionamento della fotocamera, sia quelle i vostri scatti.

Tag: ,

Argomento: Fotografia

Commenti (9)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Defcon 1 ha detto:

    11. Toccare l’area che si desidera che la fotocamera metta a fuoco 😉

  2. Jena Plissken ha detto:

    12. Pulire l’obiettivo ogni volta prima di cominciare a fotografare. Per come vengono trattati i telefoni, le lenti si sporcano velocemente.

  3. Alex ha detto:

    …non scattate decine di migliaia di foto,
    gli HD “pullulano” di foto mai riguardate ed inutili…
    ora poi il prezzo degli HD è salito, pensateci prima di fare 10 scatti al solito soggetto,
    uno e buono! come si faceva con la pellicola una volta.

    poi a cosa serve tenere le foto di 8 mega l’una?
    di solito si guardano sul telefono,
    o al massimo su una tv o monitor hd,
    basta e avanza una foto da mezzo mega, esagggeriamo, un mega,
    il resto è spreco di spazio…

    😉
    polemica mattiniera
    uauaua

  4. Kernel Panic ha detto:

    @ Alex: a parte che l’iPhone non permette di scegliere di quanti megapixel devono essere le foto, come invece accade per le fotocamere dedicate, ma poi uno scatta una serie di foto e dopo con calma fa una “scrematura”. Sempre meglio fare 2-3 foto della stessa scena che tornare a casa e accorgersi che l’unica foto fatta è riuscita anche male 😉

  5. Gabriele ha detto:

    Bell’articolo!
    Stefano quale è la migliore App per iPhone a tuo avviso?

  6. Stefano Donadio ha detto:

    @ Gabriele:

    AutoStitch Panorama per le foto panoramiche

    PhotoCalc per calcolare l’esposizione, profondità di campo, e l’esposizione flash.

    CameraBag per filtri, regolazioni e altro 😉

  7. Roberto ha detto:

    13. scaricare camera+

  8. Diego ha detto:

    L’iPhone ha un’altra funzione importante… Toccando lo schermo in un punto oltre alla messa a fuoco si regola l’esposizione. Per esempio se tocchiamo una parte molto scura/ombrata questa verrá schiarita… Viceversa con un area troppo chiara

  9. Emperor Zurg ha detto:

    “9. Non utilizzate lo zoom digitale” questo consiglio dovrebbe essere scritto in ogni articolo che tratta di fotografia. Usare lo zoom digitale serve solo a perdere qualità, tanto vale fare un ingrandimento con Photoshop o simili come suggerito nell’articolo.

Aggiungi un commento