Recensione: Seagate GoFlex Desk 3TB hard disk esterno accessibile anche da iPhone e iPad

| 2 aprile 2012 | 3 commenti

Segate GoFlex Desk home 3TB

L’hard disk esterno GoFlex Desk 3TB di Seagate offre un’ottima capacità di storage, una serie di adattatori che permettono di utilizzare varie interfacce e buone prestazioni.

Il GoFlex ha lo spessore di un libro tascabile, si posiziona in verticale, ed ha un case in plastica nera riflettente. Per evitare che l’unità si surriscaldi, ci sono una serie di fori di ventilazione ai lati. La finitura nera quasi a specchio è sicuramente elegante, ma tende un po’ troppo a catturare impronte digitali e polvere, e così con una certa frequenza si è costretti a pulirlo con un panno morbido per mantenerlo bello lucido.

Ciò che differenzia i dischi esterni Seagate da quelli della concorrenza è che non si è legati ad un tipo di tecnologia di collegamento. Di default, viene fornito con un adattatore USB 3.0 (compatibile con USB 2.0), ma è possibile acquistare un adattatore FireWire 800/USB 2.0 sul sito Web di Seagate. Collegare l’adattatore all’unità è semplice, ed una volta apposto, il tutto risulta robusto e solido come una roccia. Rimuore l’adattatore, però, non è altrettanto facile e ci è voluta più forza di quanto era lecito aspettarsi, ma questo non dovrebbe essere un problema a meno che non si ha intenzione di passare da un’interfaccia di trasferimento all’altra con una certa frequenza.

Utilizzare il GoFlex è semplicissimo. Basta collegare l’unità ad una presa di corrente con l’alimentatore incluso, quindi inserire il cavo USB 3.0 in dotazione nella porta USB 2.0 del Mac, e siete a posto. Il dispositivo si accende quando si collega al Mac, e si spegne quando lo si scollega dal computer. L’unità è preformattata per Windows, ma il software Seagate Setup Assistant (che si trova sul disco) consente di scegliere di installare un driver NTFS per l’uso con Mac e PC, o di riformattarlo per il funzionamento solo Mac, eventualmente per poterlo utilizzare con Time Machine.

Che dire della velocità? Il GoFlex ha fatto registrare prestazioni di tutto rispetto. Nei test di scrittura con una cartella di 2GB ha raggiunto 30.8MBps e copiato la stessa in 36.1MBps.

Segate GoFlex Desk 3TB

Inoltre, chi ha un dispositivo iOS (o Android) può scaricare gratuitamente GoFlex Access dall’App Store per accedere e condividere foto, musica, video e gli altri documenti archiviati sull’unità, e perfino creare una presentazione con le fotografie e utilizzare la musica come colonna sonora. Tutti dati archiviati sul GoFlex risultano accessibili all’interno della propria rete e anche all’esterno, ovunque ci si trovi, se si dispone di un collegamento Internet 3G o Wi-Fi.

Considerazioni finali

Seagate GoFlex Desk è in grado di soddisfare la maggior parte delle esigenze di archiviazione di ogni utente Mac grazie ai suoi 3TB di storage. Il case per quanto legante tende a sporcarsi un po’ troppo facilmente, e collegare e scollegare i vari adattatori richiede una certa forza, ma si tratta di piccoli difetti che nulla tolgono a questo ottimo disco rigido esterno.

Punteggio (da 1 a 5): 4.gif
Pro: 3TB di storage; prestazioni veloci; adattatori connessione intercambiabili; contenuti multimediali archiviati accessibili tramite iPhone e iPad.
Contro: connettori difficili da rimuovere.
Compatibilità: Mac OS X 10.4.9 o versione successiva
Prezzo: €215 disponibile su Amazon.it, spese di spedizione incluse.
Produttore: Seagate.

Tag: , , , ,

Argomento: Mac

Commenti (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Monster ha detto:

    Non riesco a capire perchè Apple si ostini a non supportare USB 3.0. Certo, Thunderbolt garantisce velocità nettamente superiori, ma i dispositivi disponibili sul mercato si contano sulle dita di una mano e i prezzi sono altissimi.

    A €215 per 3TB, l’hard disk recensito non è male come prezzo, ed è un vero peccato che non si possa utilizzare la più veloce interfaccia USB 3.0.

  2. Parsifal ha detto:

    Io presi il 2Tb USB3 della WD a 115 euro, ed è favoloso, silenziosissimo.
    L’adattatore consiste solo in un cavo di serie.
    Purtroppo la velocità è quella della USB2.
    Gli adattatori non solo sono costosi, ma anche complicati perché collegabili
    a molte interfacce. Si spera in un adattatore semplicissimo thunderbolt/USB3
    o quanto meno firewire/USB3, ma si sa che in ambedue i casi occorre un
    adattatore provvisto di apposita scheda. Non basta un cavo, e questo fa
    lievitare il prezzo.

  3. DiegoADP ha detto:

    Ciao a tutti io con questo hard disk con adattarore firewire ho dei seri problemi quando comincia a riempirsi, dopo i 2,5 tera occupati mi manda in bomba il finder del Mac costringendomi a restartare il tutto. avete suggerimenti da darmi please???

Aggiungi un commento