iMac 2009-2011: il miglior upgrade è creare un Fusion Drive da 1,2TB (€120/206)

| 22 agosto 2013 | 57 commenti

Apple Fusion Drive

Il lettore Gianluca, membro dello Spider-Mac Apple Super Group (comunità online di utenti Mac ufficialmente riconosciuta da Apple) ha un problema con il suo iMac, e chiede:

“Quando nel 2009 ho acquistato l’iMac 20″ con hard disk da 640GB ho pensato che prima di esaurire lo spazio disponibile avrei cambiato Mac, mi sbagliavo. Infatti, mi sono rimasti solo 37GB liberi e dal momento che il mio iMac rientra tra quelli sui cui sarà possibile installare OS X 10.9 Mavericks, lo terrò almeno ancora un anno o fino a quando Apple non rilascerà un nuovo sistema operativo con maggiori richieste di sistema. A questo punto, qual è il miglior upgrade possibile?”

Il miglior upgrade possibile per qualità/prezzo è creare un Fusion Drive da 1,2TB. Ufficialmente, il Fusion Drive è disponibile solo sui nuovi iMac e Mac mini, ed unisce il meglio di due mondi: la velocità delle unità a stato solido (SSD) e la capacità di archiviazione dell’hard disk tradizionale.

Tuttavia, sugli iMac costruiti tra il 2009 e 2011 (e non solo) è possibile creare il “magico disco” di Apple seguendo questo tutorial: Come creare un hard disk Fusion Drive su qualsiasi Mac.

Due opzioni di upgrade

Per creare il Fusion Drive dal punto di vista hardware è sufficiente installare l’SSD al posto del masterizzatore con uno speciale adattatore, ma, su alcuni modelli di iMac, sebbene la connessione del SuperDrive sia SATA II (3.0Gbps), in realtà la velocità negoziata è la metà (1,5Gbps). Lo stesso accade per determinati iMac del 2011 che supportano SATA III (6Gbps). A meno che non siate assolutamente sicuri che la velocità nominale della connessione del SuperDrive del vostro iMac sia anche quella effettiva, conviene installare l’SSD al posto dell’hard disk originale per sfruttare al massimo le sue incredibili prestazioni.

Opzione 1 (velocità connessione SuperDrive negoziata inferiore)

Se la velocità della connessione del SuperDrive negoziata è inferiore a quella dichiarata, per poter creare il Fusion Drive bisogna acquistare un SSD, il migliore è il Samsung SSD 840 120 GB (€80) ed installarlo al posto dell’hard disk dell’iMac con l’Adattatore per montaggio supporto disco rigido SSD (€13).

Poi, serve un disco rigido da 2,5″ come l’ottimo Hitachi Travelstar 5K1000 da 1TB (€73) e va installato al posto del SuperDrive con l’Adattatore HDD/SSD (€40), che include anche un case che permette di riutilizzare il masterizzatore come unità estrema. Spesa totale €206.

Nota: l’hard disk originale è da 3,5″, quindi non è possibile riutilizzarlo per installarlo al posto del SuperDrive.

Opzione 2 (velocità connessione SuperDrive negoziata corrisponde a quella dichiarata)

Se sul vostro iMac la velocità della connessione del SuperDrive negoziata corrisponde a quella dichiarata, è possibile installare l’SSD al posto del SuperDrive, in questo caso dovete comprare solo il Samsung SSD 840 120 GB (€80) e l’Adattatore HDD/SSD (€40) per una spesa totale di €120.

Nota: se vi trovate nelle stesse condizioni del lettore Gianluca, cioè avete un hard disk da 640GB che sta esaurendo lo spazio disponibile, allora la prima opzione fa al caso vostro.

Smontaggio

Per smontare l’iMac conviene seguire i tutorial fotografici di iFixIt, prima di iniziare assicuratevi di avere tutti gli strumenti necessari che troverete elencati nelle rispettive guide, e chi si possono comprare in qualsiasi ferramenta.

Perché conviene creare il Fusion Drive e non installare un SSD più capiente

Anche se i prezzi degli SSD sono notevolmente diminuiti negli ultimi anni, per acquistare una unità allo stato solido da 500GB occorrono circa €290, ad esempio. Il Fusion Drive ha il grosso vantaggio di creare un enorme SSD da 1,2TB, grazie all’intelligente gestione del sistema operativo che sposta in tempo reale i file che si utilizzano sull’unità a stato solido. In pratica tutte le operazioni di scrittura sono effettuate sull’SSD (per ulteriori informazioni leggere anche Fusion Drive di Apple non è il solito hard disk ibrido). In più, come hanno dimostrato i test dei Mac Mini (fine 2012), il modello con Fusion Drive ha fatto registrare le stesse prestazioni del Mac mini con SSD “puro”.

Tag: , , , ,

Argomento: Mac

Commenti (57)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Gianluca ha detto:

    Amazing Spider-Mac. Grazie mille per l’esauriente risposta.

  2. Donato ha detto:

    C’è da dire però che il fusion drive se si gestiscono molti file comporta una continua lettura-scrittura sull SSD e sappiamo che questo non giova nella vita media di un SSD. Io sono del partito SSD puro =) e Hd per l’archivio di file.

    • Power User ha detto:

      Questo poteva essere un problema qualche anno fa, quando gli SSD erano ancora poco affidabili (vedi i Vertex 2), ma non oggi, e la dimostrazione è che Apple offre proprio questo sistema di archiviazione.

      • Maurizio ha detto:

        Quoto Power User, e poi la garanzia del Samsung SSD 840 consigliato nell’articolo è di 3 anni, quindi si possono dormire sonni tranquilli, ovviamente facendo anche il backup con Time Machine.

    • Andrea ha detto:

      Dai calcoli che si trovano in Rete, il Samsung 840 da 120GB ha una durata di 5 anni ipotizzando un carico di lavoro medio di lettura/scrittura di 20GB al giorno, se a questo ci aggiungi che l’utente medio non arriva a 10GB di lettura/scrittura al giorno

  3. Cesare ha detto:

    Ottimo articolo, bravo Stefano.
    Però ho una domanda: come posso conoscere la velocità reale negoziata dal superdrive?

    • Stefano Donadio ha detto:

      Hai due possibilità:

      1) fai una ricerca su Google mettendo, ad esempio, come chiave di ricerca Replacing iMac 2010 SuperDrive with SSD e con un po’ di fortuna dovresti scoprire qual è la velocità negoziata.

      2) installi l’SSD al posto del SuperDrive e fai dei test di scrittura. Se la velocità negoziata è inferiore, allora compri anche l’hard disk da 2,5″ e l’adattatore. La seccatura è che potresti dovere smontare due volte l’iMac 😉

  4. Riccardo Pareschi ha detto:

    Volevo fare la stessa cosa sul mio iMac 27″ mid 2010, solo che non mi fido della mia manualità a smontare l’iMac (in particolare il vetro). Conoscete dei centri di assistenza che si occupano della implementazione a prezzi ragionevoli?

    Grazie, Riccardo.

    • Astronauta ha detto:

      Io ho il tuo stesso iMac, e pur non avendo mai smontato un computer prima, devo dire che è stata una operazione tutto sommato semplice, forse solo un po’ lunga, seguendo il tutorial fotografico di iFixIt.

      Per quanto riguarda il vetro, è solo “appoggiato” ed è trattenuto con una calamita. Per rimuoverlo è stato semplicissimo, ho utilizzato un gancio a ventosa come questo foto.

  5. Von_Neumann ha detto:

    Per quanto riguarda la velocità negoziata, non sono proprio sicuro di quel che c’è scritto nell’articolo.

    Se il “Link Speed” è di 3Gigabits, ma la “Negotiated Speed” è di 1,5Gigabits è perché il SuperDrive sarà un SATA I.
    Mettendo una SSD SATA II o III la “Negotiated Speed” diventerà 3Gigabits.

    • Stefano Donadio ha detto:

      Il problema è emerso perchè alcune persone hanno installato un SSD SATA III al posto del SuperDrive, ma hanno riscontrato una velocità di 1,5Gbps e non di 3.0Gbps.

      Con una ricerca su Google trovi facilmente questi casi e anche i modelli di iMac con questo “problema”.

      • Von_Neumann ha detto:

        Ricordo di alcuni casi del genere, ma molti hanno avuto problemi solo col chip NVIDIA e risolto con la sostituzione del cavo SATA.

        • Stefano Donadio ha detto:

          Il fatto è che questo “problema” è un po’ random, e non si capisce esattamente quali iMac coinvolge. In ogni caso, per chi vuole tentare di risparmiare gli €80 dell’hard disk da 2,5″ e della staffa, vale il consiglio dato poco più su:

          “installi l’SSD al posto del SuperDrive e fai dei test di scrittura. Se la velocità negoziata è inferiore, allora compri anche l’hard disk da 2,5″ e l’adattatore. La seccatura è che potresti dovere smontare due volte l’iMac”

          😉

  6. claudio ha detto:

    anche io non mi fido da farlo da solo: un consiglio centri di assistenza su Roma che fanno questo upgrade ?

  7. Massimo Morsiani ha detto:

    Ciao a tutti,

    volevo fare la stessa cosa sul mio iMac 21″ Early 2008 (!).

    Sapete dirmi se è tecnicamente possibile cioé se è possibile fare questa operazione anche su iMac di questa generazione?

    Grazie, Massimo.

    • Stefano Donadio ha detto:

      Per quanto riguarda gli iMac prodotti nel 2008, dal momento che la connessione del SuperDrive è PATA (più lenta rispetto a SATA), l’SSD va installato al posto del disco rigido originale mediante l’adattatore per hard disk da 3,5″, poi bisogna comprare l’adattatore per il SuperDrive PATA (e non SATA), ma l’unico compatibile sembra essere l’OptyBay di MCE (€100), commercializzato in Europa da Zapware. Costo totale dell’upgrade €266.

  8. marco ha detto:

    Domanda… Io ho creato il fusion su un imac come nel passato articolo, ottime performance (grazie!) ma ora ho un dubbio… Non è che un futuro aggiornamento di sistema operativo apple lo renderà inutilizzabile?

    • Stefano Donadio ha detto:

      Più che un aggiornamento di sistema (che sarebbe facilmente aggirabile con qualche hack da Terminale) occorrerebbe un update del firmware per ogni modello di Mac, e la reputo una ipotesi veramente remota, e poi basterebbe non farlo 😉

  9. marco ha detto:

    Speriamo, perchè se mettono l’update in qualche aggiornamento non è detto che sia così esplicito, e uno avrebbe in pratica il mac non piu’ funzionante,,,
    Grazie!

  10. Sauro Bonecchi ha detto:

    Ciao Stefano, sono un utente ancora abbastanza inesperto di Mac ma vorrei tentare l’upgrade. Volevo porti un paio di domande prima di iniziare :
    – una volta eseguito l’upgrade hw il fusion si setta da solo? Cioè il SO ritrova i miei dati sul vecchio HD (che sarà posizionato al posto del super drive) e riparte correttamente?
    – può essere utile anche un incremento di memoria RAM?
    PS : posseggo un iMac 21,5 mid 2010 e quanto utilizzo per esempio Aperture mi diventa parecchio lento, figurati quando contemporaneamente ho aperto Parallel.
    Grazie in anticipo per la tua risposta.

  11. Cesare ha detto:

    Ciao a tutti.
    Ho fatto qualche ricerca in internet in merito all’upgrade che vorrei fare e in un forum ho trovato questo:

    “The iMac10,1 has a NVidia MCP79 AHCI (Sata II) and when you install a SSD based on SandForce SF-2281 controller, the OS set the SSD speed transfer to 1.5Gb/s
    Don’t use Kingston, Corsair, SanDisk or Intel SSDs in system based on NVidia MCP79 AHCI.”

    Tradotto in italiano: “L’iMac 10,1 monta NVidia MCP79 AHCI (Sata II) e installando un SSD basato sul controller SandForce SF-2281 il sistema operativo imposta il trasferimento a 1,5Gb/s
    Non usare SSD Kingston, Corsair, SanDisk o Intel su sistemi basati su NVidia MCP79 AHCI.”

    Io direi: verificate queste due variabili prima di scegliere l’SSD da acquistare!

    E a quanto pare il problema della velocità negoziata a 1,5 non si presenta evitando questo controller. Se scopro altro vi aggiorno.

    Ciao.

  12. Sauro Bonecchi ha detto:

    Ciao Stefano, stavo acquistando l’SSD sopra citato e Amazon mi suggerisce anche la versione EVO (Samsung MZ-7TE120BW SSD 840 EVO 120 GB, Solo SSD). Dice che la velocità di scrittura seq. passa da 130 MB/s a ben 410 MB/s. e il costo aumenta di meno di 20 euro. E’ una cavolata? O magari non è compatibile con iMac?

  13. Antonello ha detto:

    Stefano Buon giorno e grazie per le tue guide, puoi aiutarmi suggerendomi come fare a misurare la velocità di connessione dopo avere instalalto ssd sul imac27 late 2011? Grazie

  14. Stefano Orso ha detto:

    Ciao a tutti, sto provando a fare un fusion disk, tuttavia al momento di mettere il disco SSD al posto del disco meccanico, mi è avanzato un cavo che poi ho scoperto essere il cavo per il rilevamento della temperatura dell HDD.
    L’ho lasciato “penzolante” e sono andato avanti con i lavori.
    Alla prima accensione le ventole sono partite al 100%, iFixit parla chiaro, o è il cavo della temperatura del monitor o è quello dell’HDD, ora controllo il cavo del monitor, ma se fosse quello dell’HDD cosa si deve fare?? Qualcuno ha avuto il mio stesso problema??
    Sto facendo la procedura su un iMac Mid 2010, con il metodo SSD al posto dell’HDD e hard disk meccanico al posto del superdrive.
    Grazie anticipate

    • Sauro Bonecchi ha detto:

      Ho trovato una soluzione in giro per il web : devi cortocircuitare il cavo del sensore. Ho adottato questa soluzione sul mio e funziona. Certo così facendo by-passi il sensore ma il disco SSD non dovrebbe surriscaldare da quanto ne so.

      • Maria ha detto:

        Anch’io ho un iMac metà 2010 su cui mi accingo a creare il Fusion Drive, esattamente come si fa a cortocircuitare il cavo del sensore?

        • Sauro Bonecchi ha detto:

          Devi fare un ponte tra i due contatti del connettore femmina (quelli dove entrano i due cavi, quello nero e quello grigio sul connettore che ti è rimasto inutilizzato) utilizzando un pezzetto di cavo elettrico. Oppure fai come ho fatto io : ho estratto i faston (credo si chiamino così) dal connettore e li ho uniti con del nastro adesivo in modo che facciano sempre contatto tra loro.

  15. Sauro Bonecchi ha detto:

    Ciao Stefano, anche io come Stefano Orso mi ritrovo con le ventole a palla (stesso modello iMac). Hai per caso trovato una soluzione al problema?

  16. Enrico ha detto:

    C’è differenza con questo modello di SSD?! Visto che costa meno di quello del vostro Link?!
    http://www.amazon.it/gp/aw/d/B00E391KA8/ref=pd_aw_sbs_1?pi=SL500_SS115
    Grazie

  17. Stefano ha detto:

    La discussione è vecchia ma io ho la necessità di dare nuova vita al mio iMac late 2009 oggi, ho letto tutte le guide e dovrò installare un ssd al posto del hdd è un nuovo hdd al posto del super drive in quanto questo negoziato a 1.5 gbs. Ora il mio vero problema è: da quando ho installato El Capitan non mi è stato possibile installare da zero da pen usb nessun sistema operativo, sia lo stesso che Yosemite, e nemmeno da dvd, non riconosce più come dischi di avvio e non funziona più il riavvio con premuto il tasto option! È un problema o meglio un blocco introdotto dal El Capitan ? Partendo con un ssd che non ha nulla installato sono certo di riuscire ad installare il sistema operativo visto il problema? Grazie

    • Stefano Donadio ha detto:

      Se vuoi installare Yosemite su un Mac con El Capitan, devi prima utilizzare un drive d’installazione avviabile con l’ultima versione di El Capitan per formattare il disco d’avvio, e poi usare un drive d’installazione avviabile di Yosemite per installare Yosemite.

      Su un SSD “vergine” puoi installare qualsiasi versione di OS X.

  18. Andrea ha detto:

    Scusate ho un Imac 27 mid 2011 a quanto ho letto in rete questi mac non hanno più il cavetto/sensore per la temperatura dell’ hard disk a parte ma lo hanno integrato al connettore Sata. Qualcuno di voi ha fatto la modifica ? Come ha eluso il problema delle ventole a palla ?
    Ho letto che bisognerebbe cortocircuitare direttamente 2 pin sul connettore sfilando i fili ma mi sembra davvero una soluzione ai limiti…

  19. Sauro Bonecchi ha detto:

    Ciao Andrea, in alternativa puoi usare la soluzione software suggerita da Stefano, ovvero smcFanControl. Io ho messo i fili in cortocircuito e sono 2 anni che il mio Mac (sempre acceso) funziona a meraviglia. Puoi vedere qui sopra i post del 2013 al riguardo.
    Decidi tu.

  20. Silvio ha detto:

    Ciao
    Mi è venuta un’indecisione terribile dopo aver letto l’articolo e i commenti 🙁
    Ho acquistato un samsung 850 PRO 512GB ad un ottimo prezzo per installarlo al posto del SuperDrive ma a quanto pare la velocità negoziata del mio iMac metà 2011 è 1,5 Gb dunque non sfrutterei appieno la potenza dell’SSD samsung. Di metterlo al posto dell’HD non ne ho voglia, o meglio non me la sento di avventurarmi in un’operazione del genere.
    Adesso non so più se accontentarmi o tornare alla mia idea iniziale di cambiare direttamente iMac. Considerando che a parte un po’ di video editing non faccio altro di “pesante” con questo Mac mi sembra esagerato spendere 1500€.
    Vorrei sapere solo in percentuale di quanto non verrebbe sfruttato l’SSD?
    Grazie

  21. Silvio ha detto:

    🙁 a questo punto spendere 200€ (adattatori compresi) per un’accensione/spegnimento più veloce non avrebbe senso. Mi è arrivato tutto stamattina perciò ho ancora un po’ di tempo per decidere cosa fare, mi documenterò meglio sulla procedura da seguire per montarlo al posto dell’HDD ma se non me la dovessi sentire al massimo effettuerò il reso di tutto.
    Grazie intanto

    • Andrea ha detto:

      Silvio puoi descrivere come hai messo la ssd al posto del vecchio hd ? Hai usato un adattatore ? Se si puoi gentilmente suggerirmi quale hai preso ?
      Grazie in anticipo

  22. Silvio ha detto:

    Vi aggiorno sulla mia esperienza: ho temporaneamente provato ad installare SSD samsung 850 PRO 512GB SATA3 su iMac 21,5 metà 2011 al posto del superdrive dove dalle info del mac risultava una Velocità Link Negoziata di 1,5Gb. Tralasciando il fatto che alla riaccensione del mac ho avuto qualche problema con l’LCD, ho subito constatato che adesso la velocità negoziata è 3 Gigabit.
    Effettuando i test con Blackmagic è risultata una velocità in scrittura di 250 MB/s e di 270 MB/s in lettura ovvero, circa la metà di quella che può raggiungere il mio modello di SSD. ..e ovvero, circa 2 volte e mezzo la velocità dell’HDD originario.
    Non so se sarà la mia configurazione definitiva in quanto così l’ssd è un po’ sprecato.
    Se dovessi effettuare cambiamenti vi informerò. Sperando di fare cosa utile a chi si troverà nella mia stessa situazione.

  23. Silvio ha detto:

    *AGGIORNAMENTO:
    Ho montato l’SSD al posto dell’HDD risultato: velocità raddoppiata 😉
    500 MB/s in scrittura e 527 MB/s in lettura
    Faccio presente che sul mio iMac 21,5 metà 2011 non era presente alcun cavo di rilevazione temperatura sull’HD , avevo letto potesse essere già incluso nel collegamento ma in ogni caso all’accensione le ventole son rimaste al minimo, sembra spento 🙂
    Dato che avevo fatto installazione pulita quando uscì Yosemite non ho istallato da zero ma effettuato una copia dell’intero HD sull’SSD quando era collegato al posto del SuperDrive con Carbon Copy Cloner.
    Adesso posso anche andare a dormire soddisfatto.
    ciao e grazie a Stefano per l’articolo

  24. Andrea ha detto:

    Anch’io ho la ssd al posto del superdrive su imac 27 mid 2011 e anche io noto che la velocità che raggiunge e circa la metà di quella che dovrebbe essere. L’ unica cosa che mi ferma da metterlo al posto dell’ hd e questo problema con il sensore della temperatura (anche il mio non è apparte ma integrato nel connettore sata), ma se a te è andata bene posso provarci anch’io…

  25. Silvio ha detto:

    Ciao Andrea, io visto la leggerezza dell’SSD ho semplicemente usato un pezzo di biadesivo 3M (quello per GoPro) e incollato la parte alta stretta dell’ssd alla piastrina a cui è avvitato l’HDD e messo una fascetta per sicurezza. Qui dovresti riuscire a vederlo (ancora senza fascetta)
    https://imageshack.com/i/p30cnxAZj

    Io ho fatto così perchè non volevo aspettare ma comunque avevo visto diversi adattatori su amazon a pochi euro per esempio questo:

    SilverStone SDP08 Adattatore da 1×3.5 a 2×2.5, Nero https://www.amazon.it/dp/B008O510FW/ref=cm_sw_r_cp_awd_BURIwb0T0SYCQ
    Magari un domani lo prendo e gielo monto giusto per fare un lavoro più sistemato

    PS: non riesco ad usare il tasto Rispondi

  26. Andrea ha detto:

    Grazie Silvio,
    Io ho preso proprio quell’ adattatore che mi hai linkato perché diverdamente da gli altri dicono che i fori corrispondano con i nostri mac, nel week end proverò a fare questa operazione. Unica cosa mi chiedevo se un hard disk da 1tb da 2.5 pollici al posto del superdrive (con adattatore tipo Caddy) funzioni o la corrente elettrica su quel tipo di connettore Sata non sia sufficiente ?

  27. Silvio ha detto:

    Certo che funzionerebbe. La connessione sata del superdrive è solo più lenta ma la corrente arriva come negli altri. Ci avevo pensato anch’io ma aspetto di averne veramente bisogno così intanto i prezzi scendono e magari ci metto un altro ssd

    • Stefano Donadio ha detto:

      Se la connessione del SuperDrive è SATA I, l’SSD delle essere ASSOLUTAMENTE installato al posto dell’hard disk originario perché ha una connessione SATA II altrimenti si perdono la quasi totalità dei vantaggi dell’SSD.

  28. Mattia ha detto:

    Salve, io ho un Imac late 2009 ma non so con certezza che Sata possiedo o se la possiedo. Vorrei installare un ssd per poter magari installare un OS che sia piu recente del mountai lion. qualcuno mi potrebbe dire di cosa necessito? Grazie mille !

Aggiungi un commento