Apple ricorda: film 4K solo in streaming, niente download

12 marzo 2018 ore 16:56 | di | 1 commento

Apple TV 4K

Apple ha recentemente aggiornato una pagina Web del suo Supporto relativa all’Apple TV 4K specificando quanto segue:

“Puoi scaricare una copia locale di un film HD sul tuo iPhone, iPad, iPod touch, Mac o PC e potresti essere in grado di scaricare le versioni HDR e Dolby Vision sui dispositivi iOS, ma non puoi scaricare la versione 4K.”

Probabilmente il motivo di questa limitazione dipende dagli accordi stretti da Apple con le major cinematografiche, che permettendo lo streaming 4K solo tramite Apple TV pensano di poter limitare la pirateria.

Inoltre, l’Apple TV non è in grado di effettuare lo streaming di video 4K di YouTube, e attualmente manca il supporto per il suono surround Dolby Atmos , anche se secondo i soliti ben informati sarà aggiunto con un aggiornamento software.

La stessa pagina web raccomanda almeno 25 megabit al secondo di larghezza di banda per lo streaming 4K, e spiega che con velocità inferiori, il filmato verrà riprodotto a 1080p o ad una qualità ancora più bassa.

Se avete un film 4K rippato su Mac è possibile effettuare lo streaming su un altro tramite iTunes, a patto che il video sia opportunamente codificato con HandeBrake, e l’Apple TV è in grado di riprodurre video 4K via iTunes.

Approfondimenti: , ,

Argomento: iTunes

Commenti (1)

RSS commenti

  1. Ipnotik ha detto:

    Apple TV 4K potrebbe essere lo strumento media player perfetto…con Infuse si può riprodurre davvero [quasi] tutto….ISO 4K incluse. Il vero problema, come scritto nell’articolo, è l’audio. Purtroppo questo comodo cubo nero non ha il passthrough e quindi non va oltre il DD5.1 / DTS che sono formati compressi e si perde così il DTS HD MA, il DOLBY ATMOS, il DTS:X e tutti i vari formati lossless a 7.1 canali (e altri). Inutile selezionare la voce “miglior audio possibile” dalle opzioni per poi vedersi ridurre i formati HD in PCM Lineare. Non è la stessa cosa perché l’ampli non riconosce più la codifica e non effettua la relativa equalizzazione e peggio per i formati ad oggetti non riceve più il file XML per la loro collocazione nello spazio. Su questo Apple è davvero colpevole senza appello.

Aggiungi un commento