Trump ad Apple: Produci i tuoi prodotti negli Stati Uniti

| 9 settembre 2018 | 2 commenti

Donald Trump Apple

Il Presidente Donald Trump ha invitato nuovamente Apple a spostare i suoi impianti di produzione in America in modo per evitare i dazi doganali dell’attuale “guerra commerciale” tra Stati Uniti e Cina, ed evitare così che prodotti popolari come Mac mini, AirPods, Apple Watch, HomePod o singoli componenti utilizzati per questi dispositivi, possano rincarare anche del 25%.

L’amministrazione Trump ha cominciato imponendo una serie di tariffe sulle merci provenienti dalla Cina questa estate, ma fino adesso l’elettronica di consumo era stata lasciata fuori da questa guerra commerciale. Cosa che però potrebbe presto cambiare, visto che sono in arrivo altre barriere doganali che andrebbero a colpire molti prodotti Apple, ma anche di altre aziende americane come  FitBit e Sonos.

Così, via Twitter, Trump ha esortato Apple a costruire nuovi impianti di produzione negli Stati Uniti per evitare le tariffe anti-importazione dalla Cina, facendo intendere che verrebbe applicato un regime di tassazione privilegiato, “ZERO tax” e/o che ci potrebbero essere concessi incentivi fiscali per lo spostamento.

Tag: , ,

Argomento: Varie dalla Rete

Commenti (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Tonino ha detto:

    Pienamente d’accordo con Trump. In America non esiste solo l’azienda Apple. Certo, è una tra le più importanti. Apple può vendere tranquillamente i sui prodotti al di fuori dell’America, senza dazi. Se invece vuole venderli in America, pagherà i dazi. E se vuole venderli in America senza dazi, costruisca i suoi prodotti in America anziché in Cina, così darà più lavoro al suo popolo. Apple vuole avere la botte piena e la moglie ubriaca. Basta con queste delocalizzazioni. In Italia per questo stiamo male: le aziende si fottono il malloppo (contributi) dallo stato e poi traslocano le proprie fabbriche in Romania. E io pago, disse qualcuno.

  2. Vortigern ha detto:

    Trump è un idiota e questo è sempre più evidente. E’ un danno per gli USA e per il resto del Mondo è un pericolo. I dazi sono una mossa stupida e non avranno altro effetto di far lievitare i prezzi in modo sconsiderato. Imporre di produrre in un certo luogo non ha senso al giorno d’oggi, è una strategia antiquata e non applicabile a certe produzioni di massa. Certo Apple potrebbe produrre negli Stati Uniti i dispositivi destinati al mercato interno, ma gli Americani sarebbero disposti a pagare il doppio per lo stesso prodotto? Assolutamente no.

Aggiungi un commento